Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Quanto e come cambia l'intimità di coppia quando si cerca un figlio?

Posizioni da rivedere: una nuova sessualità in vista di una nuova maternità. Tra falsi miti e cliché (solidissimi).

Getty

Archiviare posizioni da manuale del cinema (erotico) per raggiungere il desiderio più grande di diventare madri? Orologio biologico o libertà di una fertilità mai come ora messa in discussione, sono diversi i falsi miti sulle posizioni sessuali che facilitano il concepimento di un figlio. Attenzioni e nuove fantasie che possono aiutare, quanto, facilitare anche la vita sessuale post-gravidanza. Ecco cosa sapere per chi non vuole rinunciare a un rapporto sessuale soddisfacente (e perché no, orgasmo vaginale?) e riuscire a rimanere incinta.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Le posizioni migliori per rimanere incinta. Premesso che lo sperma viene depositato in maggiore quantità nei pressi del collo dell'utero ecco un must delle posizioni sessuali per concepire un figlio: sì alle classiche, quindi missionaria o dando le spalle al partner. Inaspettata ma efficace in termini di concepimento è anche la posizione a forbice (ideale per chi ha una sessualità alquanto dinamica...).

Le posizioni peggiori per rimanere incinta. Quanto siete disposte a mettere in stand by le fantasie erotiche? Abbastanza da evitare rapporti "contro" gravità (vedi in piedi)? Vietatissima al fine di un alto tasso di concepimento è anche una posizione da scene cult cinematografiche come la candela (sorry ma state lottando contro la gravità, poco utile per concepire).

Falsi miti da sfatare o consolidare? Dopo il rapporto, posizionare un cuscino sotto il bacino per una mezz'oretta potrebbe aiutare gli spermatozoi a collocarsi proprio dove necessario. Cosa mangiare per favorire il concepimento? Gli esperti concordano su un aspetto: le coppie pronte a diventare genitori devono prediligere alimenti sani, freschi, soprattutto quelli ricchi di antiossidanti. L'ossidazione, infatti, diminuisce la fertilità perché agisce negativamente su spermatozoi e ovociti. Niente integratori, meglio frutta e verdura fresche, ricche di vitamina E e C. La dieta mediterranea? Per molti è la migliore, poiché prevede tanti alimenti come olio di oliva, latticini, legumi e uova che contengono alte percentuali di queste vitamine. Meglio fare incetta anche di folati, antiossidanti ricchi di acido folico contenuti nelle verdure a foglia verde, nella frutta, nei legumi e nei cereali integrali, mentre lo zinco, presente in alimenti di origine animale, cereali integrali e legumi, è un altro amico della fertilità, visto che contribuisce al mantenimento dei livelli ormonali sia negli uomini che nelle donne.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo