C'è un terzo orgasmo che non abbiamo considerato (abbastanza) ma che ora è la svolta

«Un formicolio estremamente piacevole che attraversa il corpo dalla testa ai piedi».

image
Getty Images

Eccola lì la terza soluzione mai abbastanza considerata. Eccola lì quel fortunatissimo piano C che rende immediatamente antichi i piani A e B. I piani A e B stanno per orgasmo vaginale e orgasmo clitorideo. Il piano C? Appartiene all'orgasmo che non tutte/i considerano. E invece potrebbe regalare emozioni: letteralmente. Mmmh di cosa stiamo parlando? Di quel terzo orgasmo che dovremmo imparare ad allenare. O, semplicemente: provare. Geolocalizzazione? Molto, MOLTO, intima.

Getty Images

Nome? Orgasmo della cervice uterina. Mai sentito nominare? Non pensiate che il suo nome così anatomico sia sinonimo si orgasmo "meccanico". Macché: si tratterebbe di un piacere profondo, (ri)conosciuto dalla filosofia taoista, che coinvolge tutto il corpo, un nirvana edonistico raggiungibile quando la soglia del piacere durante un atto sessuale è al suo apice. L'orgasmo del collo dell'utero parte dalla cervice uterina, situata nella parte posteriore della vagina, producendo un piacere completo senza eguali. Niente di paragonabile, per intenderci, ai più noti orgasmi clitorideo e vaginale, poiché non coinvolge semplicemente il clitoride o il punto G, ma si irradierebbe in ogni parte del corpo. Alcune donne che lo hanno provato lo descrivono come «un formicolio estremamente piacevole che attraversa il corpo dalla testa ai piedi», come riportato su Yourtango.com.

Getty Images

Alcuni terapisti sessuali non esitano a paragonare il raggiungimento dell'orgasmo del collo dell'utero a una sorta di piacere ombelicale, estasi selvaggia o uno stato di trascendenza spirituale. Un piacere che, per spiegarlo con altre parole, va aldilà della soddisfazione fisica personale, per certi versi simile all'innamoramento e alle farfalle nello stomaco. Come si raggiunge l'orgasmo, anzi il TERZO orgasmo? Non basta volerlo e/o avere un rapporto sessuale per raggiungerlo. Ci vuole un buon livello di eccitazione e rilassamento e, condizione necessaria, una penetrazione profonda, perché, come detto sopra, la zona cervicale si trova nel collo dell'utero. Qualche dritta da parte degli esperti? L'utilizzo di sex toys e della posizione del levriero (la donna supina o in ginocchio e l’uomo dietro).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo