Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Cosa mangiano le donne giapponesi per essere così splendidamente esili?

Non solo riso e pesce crudo. Il loro menu è un puro omaggio alla cultura gastronomica giapponese.

A Tokyo c’è una strada che si chiama Kappabachi Dori, letteralmente: la strada della cucina. Lì si vende tutto ciò che serve per la cucina e per la tavola: coltellini affilati come lame, ciotole in ceramica, bacchette di ogni forma. In zona c’è anche il mercato del pesce Tsukiji dove ci si reca la mattina presto per trovate il pesce ancora vivo. Sia a Kappabachi Dori che allo Tsukiji si incontrano tante donn(in)e giapponesi che probabilmente non molto tempo prima frequentavano i ristoranti di Ginza, il quartiere delle banche e delle grandi compagnie. Ma che oggi, dopo la nascita del primo figlio, tornano ad occuparsi della casa, e della cucina.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Photo Gettyimages.com

La conformazione fisica delle donne giapponesi ha qualcosa di preistorico. Sono esili, sembrano fragili, ma hanno capelli e pelle solidissimi. C’entra la loro millenaria tradizione di benessere e cura di sé, e c’entra il regime alimentare. Cosa mangiano le donne giapponesi per essere così splendidamente esili? «In Giappone la cucina tipica non è caratterizzata esclusivamente da riso e pesce crudo», spiega a Gamberorosso.it Kyoko Higuma, chef del ristorante Higuma di Milano e membro fondatore dell’AIRG (Associazione Italiana Ristoratori Giapponesi). «Il sushi e il sashimi sono pietanze che i giapponesi gustano al ristorante, ma rappresentano solo una parte della proposta gastronomica giapponese. La cucina di tutti i giorni è un’altra cosa». In Giappone si consuma molto pesce ma non solo crudo, anche essiccato o alla griglia, fritto o in brodo («in prevalenza pesce azzurro come sardine, sgombro e sauro, perché in Giappone se ne trova in abbondanza»).

La colazione La versione tradizionale comprende: riso, zuppa di miso, verdure in salamonia, pesce grigliato, alghe nori e frittata.

Photo Gettyimages.com
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il pranzo Oltre ai cavalli di battaglia: pesce, riso e verdure, ma anche soia, uova e funghi, un piatto che le donne giapponesi amano preparare è l’Oden. Una minestra composta da diversi ingredienti cotti quali: il daikon, insieme a un particolare mousse di patate, poi uova, tofu fritto, e una salsiccia di pesce. Tutto abbondantemente insaporito con salsa di soia.

La cena A base di piatti casalinghi come la Tatsuta age, una frittata in stile giapponese, e il Nikujaga, una specie di spaghetto al ragù Japan style. Gli ingredienti usati per la frittata sono in genere il pollo (ma anche il pesce), precedentemente marinato con salsa di soia e sake con zenzero, poi impanato con farina di fecola, e infine fritto. Si passa poi a quello che viene definito un vero e proprio comfort food giapponese: il Nikujaga. Nient'altro che fettine di manzo con patate e carote. Tutti gli ingredienti sono ridotti in pezzettini, poi bolliti e miscelati con salsa di soia e zucchero.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo