art basel
Courtesy photo

Fondata nel 1970 da un ristretto gruppo di galleristi di Basilea, Art Basel oggi rappresenta il principale palcoscenico dell'art show mondiale in tema di opere moderne e contemporanee. Dalla sua città d'origine, che vanta la massima concentrazione al mondo di musei (una quarantina) per numero di abitanti,

Alla prima edizione di Art Basel hanno aderito 90 gallerie d'arte da una decina di paesi, che sono diventate circa 300 gallerie selezionate da 34 paesi in occasione dell'edizione di quest'anno. La superficie espositiva attuale misura 27.500 metri quadrati, elegantemente allestiti tra Hall 1, progettata da Theo Hotz e completata di recente da Herzog & de Meuron, e Hall 2, progettata da Hans Hofmann negli anni '50.

Nel corso degli anni, poi, è arrivata a includere anche opere di fotografia, video arte e film a tema, una serie di panel di discussione (Art Basel Conversations) riguardo i diversi aspetti del collezionare ed esporre l'arte, una raccolta fondi in collaborazione con Kickstarter per sostenere progetti artistici a carattere non-commerciale, e una serie di progetti con città selezionate in tutto il mondo.

A riprova del suo approccio eclettico e open-minded, Art Basel ha avviato una collaborazione senza precedenti con La Prairie, brand che da sempre coltiva un rapporto intrinseco con il mondo dell'arte: partendo dalla convinzione che il processo creativo dello scienziato sia simile a quello dell'artista, ogni formulazione La Prairie inizia sempre da una visione audace. Audace come l'utilizzo di ingredienti rari e preziosi quali caviale, oro e platino, pionieristico anche nel settore dello skincare di lusso.

Courtesy photo

Per celebrare il 30° anniversario dell'iconica linea Skin Caviar, La Prairie ha commissionato a un selezionato gruppo di artisti contemporanei cinque opere che interpretassero il caviale in tutte le sue forme. Una di queste, una struttura geometrica composta da acciaio laccato e magneti che interpreta il concetto di volume (focus della più recente innovazione di La Prairie, Skin Caviar Absolute Filler) e che porta la firma di Paul Coudamy, è stata esposta nella Collectors Lounge di Art Basel durante l'edizione dello scorso giugno.

A queste opere è stata dedicata una mostra itinerante che si muove da Parigi a New York, Hong Kong e Shanghai, dove i visitatori avranno la possibilità di vivere l'esperienza del mistero, della potenza e della bellezza del caviale. Nel dettaglio:
- Solid Frequencies, secondo lavoro di Paul Coudamy, è un blocco massiccio di colore nero trafitto da un tubo di vetro pieno di piccoli marmi, ispirato alle perle di caviale di La Prairie. Quando l'opera viene toccata, i marmi si muovono lungo il tubo spargendo una cascata di granelli che ricordano proprio le perle di caviale.
- Moving Pixel, l'opera di Bonjour Lab, è un lavoro digitale che interpreta l'effetto lifting di La Prairie Skin Caviar Liquid Lift. L'installazione è una aggregazione di perle dorate che formano una sagoma congelata nel tempo e nello spazio per un breve momento, resistendo all'influenza immutabile del tempo e della gravità.
- La Photographic Exhibition di Cinq Fruits celebra l'eterna ricerca di La Prairie di una bellezza senza tempo, attraverso delle fotografie che rappresentano l'estetica scientifica delle iconiche Skin Caviar Luxe Cream e Luxe Cream Sheer.
- Una installazione audiovisiva di TremensS, composta da immagini video astratte e suoni audiospaziali, al tempo stesso eterea e tecnologica, ricorda il processo avanzato di distillazione del vapore in grado di catturare l'acqua di caviale, utilizzata per la prima volta in La Prairie Skin Caviar Essence-in-Lotion.

"Siamo molto contenti della partnership con La Prairie, società che, come Art Basel, ha radici Svizzere e ha costruito la propria reputazione internazionale grazie ad un'eccellenza senza pari." ha commentato Marc Spiegler, Global Director di Art Basel.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo