TUTTI dovremmo usare la crema solare (e non temere l'SPF alto)

Un gesto importante per prevenire il terzo tumore più frequente in entrambi i sessi sotto i 50 anni.

image
Getty Images

«No, grazie ho la carnagione scura» e «Non he ho bisogno, sono già abbronzato» sono due frasi pronunciate purtroppo troppo spesso sotto l'ombrellone. Non a caso da un recente sondaggio commissionato da La Roche-Posay un connazionale su due non si protegge al sole. Invece la crema solare andrebbe usata da tutti, (foto)tipi mediterranei compresi. Se il sole da una parte è un alleato della pelle grazie alla sua capacità di stimolare la produzione di vitamina D, importante (anche) per mantenere la concentrazione adeguata di calcio nelle ossa, dall'altra, se non si adottano le giuste precauzioni, è la causa numero uno della comparsa di rughe, macchie, scottature e, a lungo termine, anche di tumori cutanei, di cui il melanoma è il tipo più aggressivo.

Perché proteggere la pelle dal sole. Se, come detto sopra, il sole fa bene alla pelle, all'umore e alle ossa, deve essere "assunto", però, con alcune precauzioni: 1) evitare le ore più calde; 2) indossare sempre occhiali da sole e cappellino con visiera; 3) esporsi gradualmente; 4) applicare sempre la crema solare e prima di esporsi al sole; 5) applicarla su tutto il corpo facendo attenzione a viso, collo, caviglie, spalle e schiena. Ponendosi come obiettivo la salute di tutti i tipi di pelle, anche la più sensibile, BioNike ha scelto di investire da sempre nella ricerca e di farne il suo punto di forza. Per questo oggi è al fianco di AIRC con l’iniziativa #insiemealsole, nata per promuovere una corretta esposizione solare e sostenere la ricerca sui tumori della pelle. AIRC nel solo 2018 ha destinato oltre 2,6 milioni di euro a 34 progetti di ricerca e borse di studio nell’ambito del melanoma, un impegno cui da quest’anno anche BioNike ha deciso di dare un importante contributo.

Come proteggere la pelle al sole. «Il fototipo 1 (capelli biondo-rossi, occhi chiari, carnagione chiara con efelidi, molto sensibile al sole, ndr) e il fototipo 2 (capelli biondi o castano chiaro, occhi chiari, carnagione chiara con efelidi, sensibile al sole, ndr) dovrebbero utilizzare sempre un SPF 50, mentre nelle pelli più scure può bastare un SPF 30, l’importante è comunque riapplicarlo ogni due ore circa. È importante sapere che esponendosi senza protezione si avrà quasi certamente una scottatura, che è un fattore di rischio per lo sviluppo dei tumori cutanei. Una sana e bella abbronzatura si ottiene molto lentamente con l’uso della protezione solare e con una corretta fotoesposizione», spiega la dottoressa Ketty Peris, Docente di Dermatologia all'Università Cattolica di Roma e Presidente di Euromelanoma Italia durante il lancio della campagna #SaveYourSkin promossa da La Roche-Posay in collaborazione con LILT e SIDeMaST. Il 60% di chi ha la pelle olivastra o nera dichiara di non utilizzare protezioni. Perché queste persone dovrebbero comunque usare un filtro solare? «Senza protezione potrebbero non scottarsi perché più protette nei confronti dei raggi UV-B, ma non sarebbero «riparate» dai raggi UV-A altrettanto cancerogeni e causa di foto-invecchiamento», spiega Peris.

Come prevenire il tumore della pelle. La diagnosi precoce rappresenta lo strumento più efficace per il controllo clinico-prognostico del melanoma cutaneoche, se diagnosticato in fase iniziale, nel 90% dei casi può essere sconfitto. «Il melanoma è uno dei principali tumori che insorge in età adulta e costituisce in Italia il terzo tumore più frequente in entrambi i sessi al di sotto dei 50 anni», continua Peris. «Sono circa 14mila i nuovi casi registrati solo nel 2017 ed è con l'obiettivo di contrastare un trend di incidenza che appare purtroppo in aumento che abbiamo deciso di istituire la Giornata Nazionale della Prevenzione del Tumore Cutaneo (18 maggio) durante la quale sarà offerta la possibilità a tutti di sottoporsi gratuitamente a una visita specialistica nelle sezioni provinciali che aderiscono all'iniziativa», prosegue il professor Francesco Schitulli, presidente LILT.

La regola ABCDE dei nei. Consente di individuare alcune peculiari caratteristiche dei nei e valutare le loro condizioni. Ognuna delle lettere indica una condizione che dovrebbe allertare la nostra attenzione e spingerci a effettuare, nei casi sospetti, un controllo specialistico.
A - Asimmetria dei nei. Se proviamo a dividere idealmente con una linea centrale i nostri nei e notiamo che le due metà ottenute non hanno una forma simmetrica tra loro, è il caso di farli controllare.
B - Bordi irregolari dei nei. Se anziché essere regolarmente tondeggianti, cominciano ad avere delle frastagliature, delle irregolarità, potrebbero essere melanomi.
C - Colore dei nei. I soggetti con la pelle chiara hanno dei nei meno pigmentati, alcuni di colore roseo. I soggetti con la pelle scura hanno, invece, nei più pigmentati, alcuni di colore quasi ardesiaco. Se i nei da chiari diventano scuri o viceversa, vanno guardati con sospetto.
D - Dimensioni dei nei. Se le dimensioni sono elevate (in genere, quando hanno un diametro maggiore di 6 millimetri) è il caso di fare ulteriori indagini.
E - Evoluzione progressiva dei nei. Questa è la caratteristica più importante. I nei che diventano asimmetrici, acquisiscono bordi irregolari, variano di colore o aumentano di dimensioni... i nei che si trasformano, insomma, sono, a rischio.

Courtesy photo

Protegge dai raggi UVA e UVB, dai radicali liberi e dall'inquinamento: Sublimage La Protection UV Rigenerazione Suprema e Protezione Globale SPF 50, Chanel (98 euro). Assicura una protezione dai raggi UVA-UVB anche alle pelli estremamente sensibili al sole: Soin Solaire Protecteur de Jeunesse Visage SPf 50, Sisley (139,95 euro da Douglas). Una “tripla protezione” dai raggi UV, dal foto invecchiamento e dagli effetti nocivi dell’inquinamento: Terracotta Sun Protect SPF 30, Guerlain (44,95 euro da Limoni).

Courtesy photo

È composta dal 3% di glicerina idratante e dallo 0,1 di vitamina E antiosssidante: Idéal Soleil Eau de Protection Solaire SPF 30, Vichy (24,50 euro da maggio in farmacia). Nella sua formula un sistema di filtri anti UVA e UVB, aloe vera lenitivo e tè verde protettivo: Hydrafresh Protect SPF 30 Spray Nebulizzatore Protettivo Dissetante, L'Oréal Paris (15,90 euro). Arricchita con un pool di acidi ialuronici ad alto e medio peso molecolare per un'idratazione multilivello: Crema Solare Viso e Collo SPF 30, Deborah Milano (13,90 euro).

Courtesy photo

Formulata con il Pro-Repair Complex, che rafforza i meccanismi naturali di protezione e riparazione biologica della cute, aiuta a contrastare i possibili danni profondi del sole: Defence Sun Transparent Touch SPF 50+, Bionike (25 euro). Ha un sistema filtrante con Mexoryl per un’efficace protezione UV: Waterlove Sun Milk SPF 50, Biotherm (24,90 euro in esclusiva nei punti vendita Ethos Profumerie). Nasce dalla combinazione innovativa di un sistema di filtri UVA-UVB ad ampio spettro e di una trilogia di oli preziosi: Soleil Bronzer Latte Corpo SPF 50, Lancôme (25,70 euro).

Courtesy photo

Aiuta a prevenire l'ipergigmentazione causata dai raggi UV e dalla luce visibile: Antheòlios Pigmentation Crème Teintée SPF 50+, La Roche-Posay (25 euro in farmacia). Leggero e gradevole protegge la pelle dal fotoinvecchiamento, preserva la bellezza dei capelli: Spray Corpo SPF 30, Korff (27 euro, in farmacia). Offre una protezione contro i meccanismi di invecchiamento e l’iperpigmentazione fotoindotta: Sun Soul Extra Cream SPF 50, Comfort Zone (28 euro).

Courtesy photo

Previene le scottature, macchie e eritemi solari e protegge la bellezza della pelle mantenendola sana ed elastica: Sun System Dry Touch SPF 30, Rilastil (24,50 euro). Un sistema filtrante di ultima generazione che garantisce un’equilibrata copertura ad ampio spettro UVB/UVA2 e massima fotostabilità: Bariésun Brume Sèche SPF 50+, Uriage (21,90 euro). Filtri 100% organici. Profumazione delicata e senza allergeni, non fotosensibilizzante: Sun Secure Spray Lait-en-Brume SPF 30, SVR (22 euro).

Courtesy photo

La vitamina PP regola la formazione delle macchie, il solforavano contrasta la formazione dei segni del tempo: Fluido Anti-Età Viso Speciale Rughe + Macchie, Filorga (32,50 euro). Contiene una nuova versione più potente del Tan Activator Complex del brand: Sun Beauty Satin Sheen Oil, Lancaster (35 euro). Contiene ingredienti botanici nativi dell’Australia ricchi di vitamine e di antiossidanti e protegge dai raggi UVA e UVB: Botanical SPF30 Mineral Lotion, Australian Gold (32,60 euro).

In apertura GettyImages.com

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo
La Prairie La ricetta per uno sguardo più fresco? Il caviale!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito




Lancome L'arma (non troppo) segreta per un viso splendente