Ha senso usare la maschera per le ascelle o meglio starne alla larga?

Se esistono quelle per il viso, per il naso e per i capelli perché dovremmo discriminare questa zona del corpo?

image
Photo by Brooke Cagle on Unsplash

Entriamo nell'ottica che il beauty-case sta cambiando. Che ci siamo abituati a nuovi prodotti inconfessabili come l'olio per peli pubici. Iniziamo a pensare anche alle maschere per le ascelle. Del resto se esistono quelle per il viso, quelle per la zona del contorno occhi, per il naso, per le labbra, per le mani, per i piedi e per i capelli perché dovremmo discriminare questa zona del corpo tanto nascosta quanto delicata e sensibile? Molti beauty brand hanno voluto, infatti, trattare le ascelle alla pari formulando maschere a loro dedicate, basta dare un'occhiata su Instagram alla voce #armpitmask.

Courtesy photo

Così se Lavanila ha creato Healthy Underarm Detox Mask (26 dollari su sephora.com), una maschera ascellare rivoluzionaria, completamente naturale, a base di carbone attivo, acido malico e silice, appositamente formulata per liberare l'ascella dall'accumulo di impurità e accelerando in modo univoco il passaggio al deodorante naturale, helloglow.co dà la ricetta per la maschera per le ascelle fai da te: 1 cucchiaio di argilla bentonite + 3 cucchiaini d'acqua (o fino a raggiungere una consistenza simile a quella dello yogurt) e 5 gocce di olio essenziale di limone o di tea tree essential oil, gli esperti sono (ancora) scettici: «Bisogna fare molta attenzione a usare gli oli essenziali. Alcuni arrivano a contenere sino a 80 allergeni. Ricordiamoci che la pelle delle ascelle è sottilissima e che il fai da te per il 99% è potenzialmente pericoloso», ci spiega Umberto Borellini, cosmetologo e autore di La divina cosmesi (Mondadori).

Ma perché usare la maschere per le ascelle? Nella vita di tutti i giorni, una buona igiene e un deodorante possono aiutarci a combattere la traspirazione. Purtroppo molti antitraspiranti contengono sali di alluminio, ingrediente che ostruisce i pori della pelle per bloccare la sudorazione. In questo modo l'epidermide, non più ossigenata, accumula le tossine che non può evacuare correttamente. L'alluminio, inoltre, è sospettato (anche) secondo uno studio condotto nel 2017 da alcuni ricercatori dell'Università di Innsbruck di essere la causa di alcuni casi di cancro al seno.

Ecco spiegata, negli ultimi anni, l'impennata delle vendite dei deodoranti naturali. Passare, però, al 100% naturale non è semplice dal punto di vista sociale: alcune persone possono soffrire di odori sgradevoli durante le prime settimane perché il microbioma delle ascelle deve disintossicarsi da anni di ingredienti chimici e adattarsi a quelli nuovi, naturali. È qui che entrano in gioco le maschere ascellari, spesso formulate con argilla per disintossicare quest'area e prevenire i cattivi odori.

Tuttavia, si legge su mindbodygreen.com, se avete la pelle particolarmente delicata, evitate queste maschere: alcune sostanze, anche se naturali, potrebbero causare una reazione della pelle. Se state passando da un deodorante chimico a uno naturale, non fatevi prendere, però, dal panico se gli odori aumenteranno. Si attenueranno dopo pochi giorni. Date alla pelle il tempo di abituarsi al nuovo prodotto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo