Pancia gonfia, per favore vai via (ADESSO)

Fra tutti i disturbi che ci possono capitare, il gonfiore addominale è sicuramente quello che detestiamo di più (ma no, non l'avrà vinta).

image
Unsplash.com

Come immagine simbolica, preferite quella di un palloncino attaccato a un filo, che rischia di volare via da un momento all'altro, o quella di un pitone che ha mangiato un secchio di palline da tennis? Odiose entrambe perché il gonfiore addominale è veramente (veramente) una delle peggiori scocciature della nostra esistenza. La spiacevole sensazione di pancia gonfia e dolorante è un disturbo piuttosto comune da cui probabilmente non si salva nessuno perché è causato dall'accumulo di gas nello stomaco e nell'intestino. Ma perché succede? Dipende dalla dieta e dalle abitudini alimentari sbagliate, che hanno spesso il ruolo determinante nel generare gonfiore addominale e dolore. Spesso, tuttavia, può essere il riflesso di problemi e patologie più specifiche, in alcuni casi anche da non sottovalutare. Conoscere meglio le cause e i cibi che lo causano, può essere d’aiuto? (Certo che sì).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Unsplash.com

Gonfiore addominale subito dopo i pasti. L'addome gonfio e l'accumulo di aria in pancia il più delle volte sono solo una sensazione passeggera, immediatamente successiva magari ad un pranzo particolarmente pesante, oppure consumato troppo in fretta, o chiacchierando concitatamente. Il gonfiore addominale dopo i pasti abbondanti è accompagnato da crampi, tensioni addominali, a volte anche da nausea, ma soprattutto da manifestazioni bandite dal bon ton, diciamo, che si devono controllare a ogni costo. A provocarlo, molte volte, è il modo stesso di mangiare: masticare poco e male, ingurgitare troppo velocemente e nervosamente le pietanze è il sistema ideale per inghiottire e accumulare aria. Ma spesso si manifesta anche l’abbinamento gonfiore addominale e stitichezza (oh yeah!). Per fortuna, una volta risolto il secondo problema, ci liberiamo subito anche del primo. Ma se l’odiato, odiatissimo gonfiore si presenta con una certa regolarità allora potrebbe essere il segnale di qualcosa di più serio. Ed il caso di fare un controllo con il proprio medico.

Unsplash.com
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Gonfiore addominale, cause. La pancia dura e gonfia è quindi sintomo di un gran numero di disturbi tra cui intolleranze e fenomeni patologici. Tensione e gonfiore addominale sono sintomi, ad esempio, della gastroenterite, della fibrosi cistica, della sindrome del colon irritabile, intolleranza al lattosio, calcoli alla coleciste. Da non sottovalutare assolutamente che possa essere anche sintomo della peritonite! Molto spesso sono le donne a fare maggiormente i conti col gonfiore addominale: ciclo, stress, una gravidanza in arrivo sono possibili cause dello sgradito fenomeno, in questi casi aggravato anche dalla ritenzione liquida, oltre che dall'accumulo di aria. Tante donne accusano gonfiore addominale in menopausa a causa della fisiologica perdita di tono muscolare e dell'accumulo di grassi. Gonfiore addominale e celiachia sono concetti da associare? Sì, il gonfiore addominale persistente può essere un indicatore della celiachia: intolleranza al glutine e disturbi da malassorbimento provocano frequentemente nei soggetti celiaci gonfiore di stomaco e di intestino.

Unsplash.com

Gonfiore addominale, cosa mangiare. Anche certi cibi possono favorire gonfiore addominale e meteorismo. Le bibite gassate (compresa l’acqua minerale addizionata di gas), le salse elaborate, i frullati, la panna montata, pane, dolci e alimenti lievitati, chewing gum e caramelle sono dei veri e propri divieti per chi ha la tendenza ad andare incontro a questo sgradevole problema. Da consumare con attenzione, invece, prodotti come la frutta secca, i salumi, legumi,latte e latticini. A questo punto bisogna chiedersi: gonfiore addominale, rimedi ne ha? Prima di tutto, mangiare lentamente, favorendo prodotti di forno non lievitati. Evitare di mangiare frutta e verdura dopo un pasto abbondante, anzi, chi ha di questi problemi non deve rinunciare ai vegetali, ma gustarli a inizio pasto (che è anche un ottimo sistema per dimagrire), oltre che prevenire gonfiore addominale e aumento di peso. Anche il movimento regolare, l'attività fisica e alcuni esercizi specifici possono attenuare il gonfiore e dare sollievo: roteare il busto, ad esempio, favorisce la liberazione delle sostanze gassose in eccesso.

Unsplash.com

Gonfiore addominale, rimedi naturali. Abbiamo stabilito che gonfiore addominale e flatulenza sono due compagni di vita di cui faremmo MOLTO volentieri a meno. Ma come conclusione (lieta) finale, anche la certezza che si possono contrastare assumendo cibi capaci di favorire l’eliminazione dei gas, di regolare la fermentazione del cibo nel tratto intestinale, e di stimolarne la motilità. Quali sono? Super noto e popolarissimo, il carbone vegetale, anzitutto, a cui siamo così grate da avergli dedicato anche dei gelati, del pane e dei cocktail. Si può acquistare in farmacia o in erboristeria (curiosità: i negozianti riferiscono divertiti che spesso viene richiesto come “carbone digitale”, una gaffe innocente) ed è uno dei classici “rimedi della nonna” in situazioni di particolare disagio (a effetto immediato). Efficace contro la pancia gonfia è però anche lo zenzero, e molti non o sanno. Da assumere magari sotto forma di tisana, così come (sorpresa) il pepe di Cayenna. Un altro alimento super-efficace in situazioni di gonfiore addominale e dolore al basso ventre è il finocchio, grazie alle sue proprietà digestive. Pancia gonfia, non ti temiamo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Skincare di lusso non solo per le over 50 Skincare di lusso non solo per le over 50


image Pelle à la page in viaggio