"Mi sono lavata il viso con l'acqua frizzante per un mese. Risultato?"

La detersione con tanto di bollicine, amata e praticatissima in Corea, riuscirà a entrare nella nostra beauty routine?

image
Unsplash.com

Rivoluzione in campo beauty! Forse abbiamo sempre sbagliato modo di lavarci il viso. Forse da ora in poi dovremo tenere una bottiglia di acqua frizzante accanto ai nostri prodotti di bellezza. Ebbene sì, le bollicine di anidride carbonica, ossigenando l'epidermide e aprendo i pori, faciliterebbero la rimozione delle impurità. Un rituale di detersione ormai immancabile nella beauty routine delle donne dell'Estremo Oriente. Ma se l'attrice coreana Kim Hee Sun ha confessato, infatti, di avere questa abitudine, praticata da molte sue connazionali, in Italia l'argomento è ancora poco conosciuto e trattato: "l'acqua dei rubinetti è sempre più dura e sicuramente l'acqua minerale risulta più naturale. Sui benefici dell'acqua frizzante, invece, non saprei...", ci dice Umberto Borellini, cosmetologo e autore di La divina cosmesi (Mondadori), storcendo il naso.

"Negli ultimi anni ho provato praticamente qualsiasi cosa, compresi i patch per il naso che eliminano le impurità, i peeling e i cotton fioc, per rendere meno evidenti i miei pori, così quando ho sentito che in Corea, la Mecca della cura della pelle, si usa acqua frizzante per detergere il viso - la carbonazione sembra detergere delicatamente senza irritare - ho voluto provare questa pratica", scrive Jenny Jin, giornalista presso Pure Wow, che aggiunge di averlo fatto per un mese. "In rete ho letto molti articoli a riguardo, alcuni usano acqua frizzante mescolata con acqua minerale, altri acqua minerale con acqua di rubinetto. Io ho optato per la Perrier, un'acqua minerale frizzante che avevo in casa", prosegue Jenny.

Jose A. Bernat BaceteGetty Images

Perché lavarsi il viso con l'acqua frizzante? Il gas e i minerali presenti in essa avrebbero il potere di detergere la pelle in profondità senza irritarla o portare danno alcuno, di stimolare la microcircolazione e di restringere i pori dell'epidermide. Inoltre sarebbe indicata per tutti i tipi di pelle, anche quelle sensibili, poiché l'acqua frizzante non è aggressiva.

Per un mese, quindi, Jenny Jin ha deterso il proprio viso mixando acqua Perrier e acqua del rubinetto, prima di procedere con la routine di bellezza abituale: esfoliazione, idratazione, trucco. "Riempivo una bacinella per metà con acqua di rubinetto e per l'altra metà con acqua Perrier. Facevo un respiro profondo e immergevo il mio viso nell'acqua per 10 massimo 15 secondi", aggiunge la giornalista.

Cosa succede al viso se lo si lava con acqua frizzante? Per quanto riguarda i risultati, Jenny è entusiasta: "Dopo un mese di uso settimanale di acqua frizzante, non posso dire che i miei punti neri sono scomparsi (riuscirò mai a sbarazzarmene? La stessa domanda vale per la cellulite), ma la mia pelle è sicuramente più luminosa e molto più morbida di prima. Penso che mi concederò questo gesto beauty solo per qualche occasione speciale o in una giornata molto calda perché, onestamente, la Perrier preferisco berla piuttosto che usarla per lavarmi il viso", conclude la giornalista di Pure Wow dopo avere aggiunto che al posto dell'immersione si può optare semplicemente per dei batuffoli o per dei dischetti di cotone imbevuti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo