Oh-oh la sciarpa più morbida del mondo potrebbe nascondere un incubo beauty...

Gli esperti lanciano l'allarme: sciarpe e foulard non devono essere trattati come indumenti di serie B.

image
Imaxtree

Obiettivo pelle perfetta = epidermide ben detersa, idratata e protetta. Come raggiungere lo scopo? Effettuare ogni sera una super detersione = pulizia del viso a regola d'arte partendo dall'attaccatura dei capelli insistendo nella zona T fino ad arrivare a collo e décolleté e proteggersi con le migliori creme anti freddo cocoon. Basterà? No, perché non sono solo le basse temperature a "mettere in pericolo" la nostra pelle, ma anche i tessuti con cui l'epidermide viene a contatto. Mai sentito parlare di acne da sciarpa?

Reazione della pelle a certe fibre con cui avvolgiamo il collo, l'acne da sciarpa colpisce soprattutto le donne e gli adolescenti, maggiormente soggetti a sviluppare dermatiti giovanili. Le fibre, sfregando la cute che in queste zone dove è particolarmente sottile, si introducono, infatti, nei pori provocando infiammazione. Come si manifesta? Localmente con arrossamento cutaneo e insorgenza di brufoletti e punti neri, sintomi simili a quelli di una comune acne. Per ridurre l'infiammazione si consiglia di consultare un dermatologo che il più delle volte prescriverà una pomata a base di acido salicilico.

Il problema potrebbe essere risolto usando sciarpe o foulard di cachemire, seta o cotone, a patto che questi accessori siano lavati spesso. Sì, perché a detta degli esperti sembra che questi indumenti siano tra quelli meno lavati in assoluto e, quindi, siano l'habitat perfetto di germi e batteri quasi al pari dei tavolini degli aerei e dei taglieri in legno. Really? Yes! Infatti Pamela Marshall, clinical aesthetician e cofondatrice di Mortar and Milk, come riporta womenshealthmag.com/uk, si chiede e si risponde: "indossiamo le sciarpe quando fa freddo, ma dove le buttiamo appena si alzano le temperature? Nell'armadio".

Il dottor Meryn Patterson, skin expert e cosmetc doctor presso la Woodford Medical, come si legge su dailymail.co.uk, consiglia di lavare più spesso sciarpe e foulard. "L'acne è il risultato di un accumulo nei pori della pelle di sebo, cellule morte e sudore. I tessuti che stanno a contatto con la pelle, infatti, fanno sudare, in particolare se contengono poliestere", spiega Patterson che suggerisce anche di lavarsi bene ogni sera il collo possibilmente con un detergente a base di acido salicilico, un ingrediente cosmetico che ha proprietà antisettiche, lenitive e cicatrizzanti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo