“Ho scoperto il lifting naturale e da due mesi alleno il mio viso ogni giorno”

Joanna Hakimova: “Per rallentare l’invecchiamento basta dare nuove regole alla propria skincare routine”

image
Matteo ScarpelliniImaxtree

Per avere risultati visibili, di solito, ahinoi, serve una grande motivazione e molta costanza. “Se vai in palestra tre volte alla settimana e fai attività studiate su misura per raggiungere i tuoi obiettivi il tuo corpo sarà tonico e in forma. Allo stesso modo se non vuoi cedere alla chirurgia estetica, ma desideri regalare a costo zero un lifting naturale al tuo viso bastano 21 giorni, i giorni necessari per formare una nuova abitudine, per vedere i primi miglioramenti e soprattutto per rendere veramente antiage la tua skincare routine”, spiega Joanna Hakimova, dottoressa in biologia e fisiologia umana, ricercatrice presso l’Accademia Russa delle Scienze, nota facialist nonché fondatrice di numerosi Centri NaturalBioLifting in Italia e all’estero, che nel 1996 ha lasciato l'ex Unione Sovietica per trasferirsi in pianta stabile in Italia.

Ci sono almeno tre modi per conoscere/provare/fare propria la sua tecnica di ringiovanimento facciale. Guardare alcuni suoi eloquenti video su Youtube, la maggior parte dei quali sono tratti da puntate di Detto Fatto programma dove anni fa era spesso ospite, comprare uno dei suoi due best seller - Self-Lifting, come cancellare le rughe da soli e 300 e più rimedi naturali per ringiovanire viso e corpo - oppure, e questa è l’opzione più efficace, incontrarla a uno dei suoi seminari o nel suo centro NaturalBioLifting di Milano a due passi da corso Vercelli.

In cosa consiste il NaturalBioLifting? “Nessuno ama invecchiare. Possiamo fare qualcosa per mantenere la nostra pelle giovane e contrastare il decadimento, dovuto al naturale passare del tempo, alla genetica e allo stile di vita, perché abbiamo le risorse per farlo. Non possiamo rimanere giovani per sempre, ma sicuramente possiamo allenare il nostro viso, esattamente come facciamo con il nostro corpo, a essere più tonico. E possiamo invecchiare bene. Anni fa Richard Gere disse: “Dicono che la vecchiaia sia l’età del tramonto. Ma ci sono tramonti che tutti si fermano a guardare”. Come rallentare quindi l’invecchiamento? Facendo propri ogni giorno per 30 minuti, da dividere secondo i propri impegni, alcuni esercizi di self-lifting studiati ad hoc sulla morfologia del proprio viso. C’è chi insisterà con esercizi per contrastare/minimizzare le rughe del leone, le zampe di gallina, chi i solchi naso genieni e così via”, prosegue la dottoressa Hakimova.

Gli esercizi non bastano! Sono fondamentali anche i cosmetici professionali in primis i prodotti per la detersione, le maschere rivitalizzanti, le creme antirughe e i sieri. Nel suo centro Hakimova esegue un (suo) protocollo olistico applicando prodotti che portano il suo nome ed eseguendo un lifting manuale che attiva processi biologici a livello cellulare che danno risultati già dopo il primo trattamento. Noi comuni mortali purtroppo dobbiamo accontentarci ogni giorno delle nostre mani e della nostra manualità che Hakimova durante le sue sedute o i suoi seminari continua a correggere in modo maniacale finché non sono perfette.

Il nuovo mantra beauty per avere una pelle fresca, elastica e vitale sarà ogni mattina appena svegli sciacquare il viso con acqua del rubinetto e applicare una maschera rivitalizzante. La sua, firmata NaturalBioLifting, contiene principi attivi quali collagene, elastina e vitamina E. Questo gesto deve diventare, secondo Hakimova, automatico come lavarsi i denti. Terminati i 15/20 minuti di posa la maschera andrà leggermente bagnata e massaggiata su viso, collo e décolleté così da fare penetrare meglio i principi attivi, detossinare e stimolare la microcircolazione. Poi si applicheranno tonico, siero e crema.

Altro punto su cui la biologa russa non transige: la detersione. Deve essere eseguita mattina e sera: il mattino si userà il tonico dopo la maschera, la sera del latte detergente, meglio dell’olio perché non occlude i pori e non va ad alterare il pH fisiologico leggermente acido della pelle. Non può mancare poi mattina e sera nelle zone strategiche (contorno occhi, solchi naso genieni, zona tra il naso e il labbro superiore, fronte e collo) il siero, applicato con piccoli picchiettamenti e manualità ad hoc, che è un concentrato sei o sette volte più attivo di una “semplice” crema e nonché una formulazione in grado di veicolare i suoi principi attivi molto velocemente. Si sceglierà un siero con acido ialuronico se l’obiettivo è idratare e/o riempire, oppure con acido alfa lipoico se si vuole tonificare e/o sgonfiare. Dopo il siero si passerà ad applicare la crema.

I "compiti a casa" si possono imparare dal libro, ma è consigliabile almeno la prima volta farli insieme a Hakimova perché alcuni, se eseguiti male possono essere controproducenti. "Il trattamento Bio-Lifting rafforza il metabolismo cellulare della pelle e serve a stimolare le cellule a produrre di nuovo sostanze attive. Gli esercizi, invece, aiutano a prolungare la freschezza della propria pelle. Sono tantissimi, sono semplici e si possono fare anche in ascensore. Se è vuoto. In auto è meglio non farli sopratutto se si è fermi in coda perché alcune espressioni sono paurose", conclude sorridendo la facialist dopo averci mostrato e insegnato l'esercizio del pesce e della mela per tonificare mento e collo, quello della lucertola per rassodare le labbra e la zona tra la bocca e il naso, la stella per riattivare i muscoli degli occhi, la tartaruga per contrastare le "guancette da bulldog" e la mummia che è un esercizio passepartout che va ad allenare tutti i muscoli di viso e collo. Provare per credere!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo
Darphin Golden oil Il potere dell'oro 24K come elisir di giovinezza

Pubblicità - Continua a leggere di seguito


SENSAI Absolute Silk I segreti della bellezza giapponese secondo SENSAI


Sensai Desideri di bellezza esauditi: "una pelle di seta"