Il doposole è la coccola after sun che renderà dorati i nostri tramonti

Piccolo vademecum su come e perché applicare la crema doposole. P.S. E quando non usarla affatto.

image
Matteo ScarpelliniImaxtree

Estate = idratazione super. Se nei mesi più caldi i nutrizionisti consigliano di bere più acqua i dermatologi raccomandano di dissetare maggiormente la pelle. Che dovrà anche essere rinfrescata, detossinata e riparata dai danni del sole. Da qui l'importanza di utilizzare non (semplicemente) un idratante, ma un prodotto ad hoc ovvero la crema doposole. Una coccola lenitiva e super cocoon, preziosa per la nostra epidermide quanto la crema solare.

The Lovely After Sun Organic Camomila e aloe vera (100 ml)
Neatly amazon.it
11,99 €

Perché usare il doposole? "A differenza della crema idratante, il doposole ha una formula pensata appositamente per aiutare l’epidermide a recuperare i danni dell’esposizione solare. Le creme doposole a disposizione sono tante, le si possono scegliere in base alla profumazione, alla texture più o meno leggera o alla presenza di pigmenti che esaltano l’abbronzatura. Quello che non deve mancare in un doposole sono i principi lenitivi e decongestionanti che rinfrescano la cute e alleviano il rossore provocato da un’esposizione più o meno prolungata", spiega la dermatologa Mariuccia Bucci. “La sua texture particolarmente leggera e fluida deve però possedere anche proprietà lenitive e rinfrescanti, per dare sollievo a eventuali rossore o fastidi di pelle che tira, per esempio sfruttando l’azione di alcune molecole antinfiammatorie naturali o dell’acqua termale”, prosegue la dottoressa Valentina Della Valle, Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia, Venereologia e Medicina Estetica a Sondrio, Lecco e Milano. Secondo gli esperti dai laboratori Ricerca e Sviluppo di Manetti & Roberts "il doposole contribuisce a rendere la pelle più morbida e a mantenere l’abbronzatura più a lungo". "Rinfresca la pelle, la lenisce con un ricco trattamento rigenerante e aiuta a ristabilirne l'elasticità e a stimolarne la rigenerazione", aggiungono gli esperti di Nivea.

After Sun Spray Effetto Immediato (200 ml)
ISDIN amazon.it
14,90 €

Quando usare il doposole? Va applicato dopo avere fatto una doccia tiepida - secondo la Società Italiana di Dermatologia l'acqua troppo calda rimuove lo strato corneo superficiale - facendo attenzione a non usare detergenti schiumogeni ricchi di tensioattivi, che alterano la barriera idrolipidica dell'epidermide. "Assicuratevi di lavare via dal viso e dal corpo ogni traccia di crema solare, cloro, sabbia e sale prima di applicare generose quantità di doposole per aiutare a ripristinare la barriera lipidica della pelle", dichiara la dermatologa Sharon Wong. “Una detersione molto delicata seguita dall’applicazione di un fluido doposole idratante, lenitivo, decongestionante e rinfrescante, permetterà di alleviare lo stress subìto dalla pelle”, conferma il professor Leonardo Celleno, dermatologo e presidente di AIDECO. Per aiutare la pelle a combattere i danni solari anche dall'interno i nutrizionisti consigliano di seguire una dieta ricca di vitamine e sali minerali che proteggono il nostro organismo dai danni ossidativi mangiando la giusta quantità di omega 3 attraverso pesce e frutta secca e cinque porzioni al giorno di frutta e verdura. Quella più preziosa è quella ricca di beta-carotene, precursore della vitamina A, che si trova soprattutto nei vegetali giallo-arancio come carote, zucca, melone, albicocche e peperoni.

Latte Doposole alla Stella Aplina (200 ml)
Weleda amazon.it
9,95 €

Quando NON usare il doposole? "A causa del ritardo di sintomi evidenti, molte persone si espongono al sole troppo a lungo. Le scottature solari sono danni al DNA che, una volta avvenuti, non possono essere completamente riparati", lancia l'allarme al Telegraph il dottor Dominik Göddertz, sviluppatore globale dei prodotti Nivea. Molte persone credono che il doposole sia il miglior rimedio contro le eritemi, scottature e ustioni. Secondo la celebre facialist e skincare guru Michaella Bolder, come si legge sull'Independent "le formule doposole tendono ad avere consistenze spesse e ricche contenenti oli, che creano una barriera emolliente sulla pelle, intrappolando il calore nello strato superiore dell'epidermide". In caso di scottature quindi non si devono applicare né vaselina né doposole, ma gel leggeri e ad hoc come Posthelios di La-Roche Posay o la bruma After Sun di Herbivore che contiene acqua di aloe. PS: "Più a lungo viene ignorata la scottatura maggiore sarà la profondità del danno epidermico", sottolinea il dottor Harold Lancer al Telegraph.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito