L’indie brand che sta rivoluzionando il mercato degli assorbenti non arriverà mai in Italia (?)

Packaging gioiello, servizio last minute a domicilio e un piano di benessere intimo personalizzato: what else? Sognarlo in Italia.

image
Courtesy Photo / mylola.com

Il ciclo mestruale è come il Natale di una celebre pubblicità: quando arriva, arriva. Può capitare che, complici gli impegni lavorativi, lo stress, una dimenticanza saltata sul calendario, ci si ritrovi senza nemmeno più un assorbente. E ci malediciamo perché alla coppetta o al disco mestruale non ci siamo convertite, gli slip da ciclo languiscono in un carrello virtuale non ancora arrivato al check out, ed è svanito anche quel tampone di emergenza sepolto nelle tasche interne di una borsa dispersa. La soluzione? Assorbenti a domicilio. A cadenza regolare, con estrema discrezione e sopratutto senza doversi ricordare mai di doverli riordinare, il brand americano LOLA (che su Instagram è seguito persino da Ivanka Trump) spedisce con un comodo delivery la speciale selezione che ogni donna può organizzare in base alle proprie esigenze.

Non solo app per il ciclo sul telefono, niente liste della spesa compilate riempiendo i buchi di memoria (sempre di più, dannato information overload), niente obbligo di usare quegli assorbenti giganteschi che nella foga dell’urgenza abbiamo arraffato da uno scaffale semivuoto. Il servizio di assorbenti a domicilio di LOLA lo sceglie la cliente stessa: i tamponi interni comodissimi per lo sport o con abiti mini, gli assorbenti bio in puro cotone non sbiancato per ridurre al minimo il rischio di allergie (LOLA è nato grazie alla domanda “cosa c’è nei tuoi assorbenti”, che in tempi di impatto ambientale è un’urgenza vera) i salvaslip light/medium, ogni cosa ordinabile a seconda del proprio flusso e selezionata per arrivare a casa ogni mese, secondo una cadenza del tutto personale da impostare sul sito al momento del primo ordine (e naturalmente modificabile). Preferite fare un carico grosso e far arrivare il pacco ogni due mesi? Nessun problema, c'è l'opzione 8 settimane. Tanto il pacco pronto con gli assorbenti a domicilio arriva a casa, regolare come il ciclo ma decisamente più gradito della sindrome premestruale, così da farvi dire addio alla caccia al tampone svanito.

Se l’idea di provare il brand di assorbenti a domicilio è di per sé già di una comodità estrema c’è un altro plus: la beneficenza indiretta. Il brand è infatti impegnato nel progetto I Support The Girls per fornire gratuitamente assorbenti alle ragazze e donne che non possono permettersi di acquistarli, e per le quali la naturalezza del ciclo diventa un lusso insostenibile. Inoltre c’è il praticissimo First Period Kit, per spiegare rapidamente alle ragazzine cosa sia il menarca e perché non farsi prendere dal panico quando si notano gli slip macchiati per la prima volta. Purtroppo LOLA per ora spedisce solo sul suolo statunitense, anche se le fondatrici Jordana e Alex sono instancabili: il coinvolgimento principale della loro azienda è nel "Tax Free. Period", il movimento che sta chiedendo l’eliminazione della tampon tax su tutti i prodotti per il ciclo mestruale negli Stati Uniti entro il 2020. Una prece. In paesi come l’Italia, dove la tampon tax è ancora altissima e l’unico passo fatto è stato l’abbassamento dell’IVA sugli assorbenti biologici, i tentativi di spiegare la necessità vengono vergognosamente zittiti in pieno mansplaining. Ma l’inventiva delle start up al femminile potrebbe guardare modello di LOLA per semplificare il servizio assorbenti a domicilio anche da noi. Sarebbe già un buon inizio per mestruazioni sempre più consapevoli.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e corpo