La storia della depilazione è cambiata per sempre 31 anni fa

Era il 1989 e uno strumento anti-tortura entrava per restare nel mercato della beauty tech.

Low Section Of Naked Woman Lying On Bed At Home
Lorella Furleo Semeraro / EyeEmGetty Images

1989. Il mondo impara a sillabare la trinità di parole World Wide Web. 1989. Un innamorato che abita a Berlino est può baciare la sua fidanzata, una ragazza di Berlino ovest. 1989. I Nirvana esordiscono con il loro primo album, Bleach. 1989. Viene inventata un’alternativa alla ceretta. Che non includa pozioni a base di zucchero bollente o prototipi di pinzette ricavate da pietre affilatissime, dal Vangelo beauty secondo Cleopatra. Lanciando sul mercato il primo epilatore elettrico della storia, l’azienda tedesca Braun è destinata a cambiare quella stessa storia che gli avvenimenti di quell’anno avevano già modificato, dai piccoli ai massimi sistemi social-i. Si chiamava Silk-épil EE1 lo strumento che prometteva, come da réclame, di rimuovere i peli superflui di gambe e braccia tramite numerose pinzette alimentate a motore, che prometteva alle donne che acquistavano quella scatolina compatta di dimenticare il volto dell’estetista di (fu) fiducia, una volta sorpassato l’uscio del centro estetico.

Era arrivato il 1989, era arrivato il momento in cui la scenografia della depilazione personale sarebbe stato il perimetro cubo del nostro bagno, in cui scegliere come/quando/quanto depilarsi. E “senza passare dal via” del giudizio sommesso dell’estetista, di un appuntamento da prendere in sordina al telefono. No, mai più accadrà che le parole “sì, pronto? Volevo prenotare una ceretta brasiliana mercoledì alle 15…” saranno pronunciate silenziosamente, mentre ci si allontana a gambe levate dalla scrivania condivisa con i colleghi. Da appuntamento mondano, l’epilazione diventa un rendez-vous sempre più intimo con i nostri specchi, l’investimento a lungo termine su un prodotto professionale diventa la chiave di (s)volta di un momento devoto al benessere amatoriale, dove anche le abilità al self care vengono allenate a lungo lunghissimo termine. Cambiano le abitudini, si modificano le gestualità delle cure femminili, si evolvono le tecnologie che ci permettono di pronunciare l’Eureka! del benessere personale. Dal quel 1989 a oggi i numeri in casa Braun si sono moltiplicati, probabilmente una donna su tre possiede un epilatore elettrico, e dal quel pioniere EE1 si è arrivato al Silk-épil 9, per l’esattezza Flex. Sottotitolo fondamentale, che anticipa già “a voce” le skills dell’epilatore elettrico dotato di testina completamente flessibile, tecnologia MicroGrip applicata su 40 pinzette, presa antiscivolo e resistenza subacquea, nel caso in cui si volessero ottimizzare i tempi sotto la doccia.

Epilatore elettrico Silk-épil 9 Flex 9100 Beauty Set
Braun amazon.it
211,10 €

Fedele alla linea della flessibilità è anche l'epilatore elettrico senza fili Braun Silk-épil 9 Flex 9020 che, rispetto al suo gemello, ha un plus non indifferente, ovvero la modalità massaggiante per coccolare la pelle e "distrarre" dallo strappo.

Epilatore elettrico senza fili Silk-épil 9 Flex 9020
Braun amazon.it
199,71 €

          This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
          Pubblicità - Continua a leggere di seguito