Mary G. Baccaglini #SharingBeauty

La love coach racconta cosa condividerà per #SharingBeauty.

mary g baccaglini
Courtesy photo

Mary G. Baccaglini è una donna solare, piena di energia e carisma. È mamma di Leonardo, ha un compagno che adora ed è innamorata dell'amore, al punto da farne una professione: Mary G. è la "love coach" più seguita in Italia - il suo romanzo Mal che vada ci innamoriamo è stato un best seller e al suo ultimo corso c'erano 800 iscritti - e, attraverso corsi, consulenze e masterclass, ogni anno aiuta decine di migliaia di persone a fare luce su se stesse per raggiungere i propri obiettivi sentimentali. Il suo metodo si avvale di esercizi mirati che ruotano attorno ai tre punti chiave di ogni relazione sana e potenziante: autostima, scelta e comunicazione. Il primo step? Imparare a conoscere se stessi e ad amarsi per quello che si è, perché non c'è donna più bella di una donna che ama e si ama.

Qual è il tuo momento di bellezza?
Partiamo dal dire che per me la bellezza è una donna che si ama e che ha voglia di condividere questa sua bellezza con le persone che per lei sono importanti. Una donna si ama quando capisce che la bellezza non ha niente a che fare con un numero, una taglia, un’altezza o una forma, ma ha a che fare con un insieme di cose tra cui anche la propria vulnerabilità. In quest’epoca alle donne è chiesto di essere Wonder Woman su tutto, ma questa non è bellezza. Le donne per sentirsi belle devono accettare le proprie fragilità e valorizzare i propri punti di forza, per guardarsi allo specchio sorridendo consapevoli del fatto che non tutto potrebbe piacere. Il sorriso verso se stesse è la cosa più importante e quando si è interiorizzato questo atteggiamento si è in grado di portare bellezza nel mondo.
Il mio momento di assoluta bellezza è quando riesco ad aiutare le persone ad avere più consapevolezza di sé. Quando le persone si rivolgono a me perché non riescono a vivere la storia d'amore che hanno sempre desiderato e, dopo un percorso insieme, riescono a fare quel cambiamento di cui necessitano per approcciarsi all'amore sano, anche gli occhi e lo sguardo si trasformano. Se impariamo ad amarci, la persona giusta arriva. Assistere a questa trasformazione mi dà gioia ed è la mia cura di bellezza. La mia coccola beauty quotidiana, invece, è la favola della buona notte con mio figlio. Quando stacco da tutto per dedicarmi esclusivamente alle persone che amo e riesco a ritagliare del tempo solo per loro.

Un avvenimento che ti ha reso più bella?
È stato un avvenimento che mi ha reso più forte e più consapevole, di me e delle mie potenzialità. A febbraio dell’anno scorso avevo un evento in aula. Ero felicissima ed emozionata. Purtroppo per il Covid ho dovuto annullare questo appuntamento e mi sono resa conto che non avrei più potuto continuare a fare eventi in presenza. In più mi ero appena licenziata da un lavoro a tempo indeterminato, avevo pochissimi soldi e poche certezze e iniziavo a pensare che tutti i miei sogni fossero finiti. Ma non mi sono lasciata abbattere: avevo le abilità per creare qualcosa di nuovo e reinventare il mio lavoro. Mi sono rimboccata le maniche, ho iniziato a fare dirette, videocorsi, e ho trasformato i corsi in eventi digitali. È stato un vero successo, lavorativo, ma soprattutto personale perché sono riuscita a trasformare un momento negativo in un’opportunità, in qualcosa di estremamente positivo e potenziante. Questa rinascita mi ha fatto rendere conto che io ho le abilità per fare fronte alle sfide che la vita mi mette davanti. Tuttora quando penso di non farcela, mi aggrappo a quel momento e mi rendo conto che ognuno di noi può raggiungere gli obiettivi che si prefigge e realizzare i propri sogni.

Cosa condividerai per #sharingbeauty?
L’amore per il proprio corpo. Puoi vederti nel modo più bello del mondo indipendentemente da com’è il tuo corpo. Non permettere a nessuno di dirti che sei sbagliata perché il tuo corpo è bellissimo se tu lo vedi bellissimo è il messaggio che voglio condividere con le lettrici di Marie Claire.

Cosa ti piacerebbe che gli altri condividessero?
Vorrei che ognuno portasse nel mondo il proprio ideale di bellezza, slegandosi dal concetto di perfezione e dagli stereotipi. I corpi sono diversi e ogni persona è unica e bella a modo proprio. È tutta questione di autostima: solo lavorando sulla percezione di noi stesse possiamo arrivare a considerarci belle indipendentemente da quello che dicono gli altri. È fondamentale portare valore al proprio corpo perché se ognuno impara a guardarsi con amore, anche gli altri lo guarderanno con amore. Come dice Sophia Loren "Il 50% della seduzione è ciò che pensiamo di noi stesse".

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da #SHARINGBEAUTY