"Ho detto addio alle spugne sintetiche e ho iniziato a coltivare la luffa"

Piccolo vademecum per detergere/esfoliare l'epidermide in modo efficace e super naturale.

Loofah sponge on wooden tray
ZenShui/Michele ConstantiniGetty Images

Come detergere/purificare/ossigenare la pelle al meglio? Messe al bando le spugne sintetiche comprese quelle retificate, luogo di proliferazione per germi e batteri (anche) secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Microbiology, cosa dovremmo utilizzare sotto la doccia per lavare in modo efficace ma delicato la nostra epidermide? I dermatologi e gli ecologisti propongono spugne naturali come la luffa e il konjac, sottolineando che vanno lavate bene dopo ogni utilizzo, lasciate asciugare in ambienti non umidi e cambiate circa ogni tre settimane.

"L'acqua della doccia o della vasca dovrà essere tiepida, troppo calda disidrata la pelle perché elimina parte del suo film idrolipidico. Per mantenere l'epidermide pulita, tonica e in salute consiglio inoltre di usare una spugna di luffa o un guanto di crine che elimina le cellule morte sulla superficie della pelle e riattiva la circolazione sanguigna, di alternare l’acqua tiepida a quella fredda e di asciugarsi con molta cura", spiega nel suo sito il professor Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano.

Perché usare la spugna di luffa? Ottenuta dall’essicazione di un vegetale che appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae, molto simile alla nostra zucca, viene essiccata per ottenere spugne da utilizzare per la detersione del corpo o per pulire le superfici di casa, al posto delle comuni spugne sintetiche. Di origini orientali la luffa viene coltivata in Italia nelle regioni a clima più temperato come la Sicilia e la Sardegna. La sua coltivazione è ecosostenibile: i suoi fiori sono commestibili, il fusto contiene una sorta di lattice utilizzato per la realizzazione di saponi mentre i frutti essiccati e privati della buccia esterna, lasciata emergere in superficie la loro parte più fibrosa ed elastica, diventano meravigliose e naturalissime spugne esfolianti. Come autoprodurre la luffa? I semi vanno piantati tra aprile e maggio almeno a 50 cm l'uno dell'altro. Le piante essendo rampicanti saranno un bellissimo ornamento per il vostro balcone/terrazzo/orto!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Le migliori spugne di luffa da comprare su Amazon
Courtesy photo
Hydrea London
8,79 €

Realizzato in luffa egiziana 100% organica, biodegradabile ed ecologica questa guanto esfoliante è foderato in morbido cotone: Loofah Spa Mitt.

2 Le migliori spugne di luffa da comprare su Amazon
Courtesy photo
Mythos
7,90 €

Aiuta, senza graffiare, a liberarsi delle cellule morte e rende la pelle più ricettiva verso trattamenti successivi: Natural Loofah Sponge (15 cm).

3 Le migliori spugne di luffa da comprare su Amazon
Courtesy photo
Stephanie Franck Beauty
15,90 €

Contiene una luffa per la schiena, un guanto luffa esfoliante e un pad esfoliante viso per levigare e rendere morbidissima ogni parte del corpo: My Natural Loofah.

4 Le migliori spugne di luffa da comprare su Amazon
Courtesy photo
GCOA
13,99 €

In fibra naturale e corda di cotone ha due manici che le contentono di esfoliare punti difficili da raggiungere: Spugna di Luffa Esfoliante (3 pezzi 70 cm x 8,5 cm x 1 cm).

5 Le migliori spugne di luffa da comprare su Amazon
Courtesy photo
ECO-FUSED
13,49 €

Deterge a fondo e ammorbidisce l'epidermide di viso e corpo compresi i punti più ruvidi e (ir)raggiungibili: Set di 2 Luffa Schiena e 3 Luffa Pad. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito