Osare le lenti a contatto colorate è lo shock (autoindotto) più appagante di sempre

Di tutti i beauty trick possibili, cambiare colore degli occhi è un godimento quasi più del tingere i capelli dalla tinta opposta: mai provato?

Wally Neuzil.
Universal History ArchiveGetty Images

Sono trascorsi più di 50 anni da quando Jacqueline Urbach, un’intraprendente 24enne tedesca è emigrata negli Stati Uniti in cerca di fortuna, e ha finito per diventare l’inventrice delle lenti a contatto colorate. Oggi tiene nascosta la sua età (che supera gli 80 anni) non è mai andata in pensione e continua a dedicarsi alla sua invenzione che ha fatto tanti progressi dal 1966, quando le è venuta l’idea. Jacqueline ha visto nascere le lenti a contatto colorate correttive. Poi, dal doversi accontentare di colori un po’ stravaganti e poco credibili, ha viste la trasformazione in lenti a contatto colorate effetto naturale. E pensare che tutto è cominciato quando ha incontrato una donna dagli occhi castani molto belli e magnetici, e quando l’ha osservata si è accorta che aveva delle pagliuzze dorate nell’iride, come se contenesse dei glitter. Lei, che non era un’ottica, né si occupava di chimica – era in California per diventare regista – ha ottenuto un finanziamento di 4000 dollari (molti, al tempo) ed è riuscita a mettere in atto il suo progetto di riprodurre quella magia negli occhi di tutti. Le prime lenti erano sospette di cedere il colore, per cui non si potevano portare per più di 4 ore al giorno. Oggi sono tutte sane e sicure e si trovano anche in tante varianti curiose: lenti a contatto colorate marroni, lenti a contatto colorate grigie, persino lenti a contatto colorate viola, come Liz Taylor. Le lenti colorate sono diventate un accessorio vero e proprio, vanno forte in periodi come Halloween, Carnevale o Capodanno, ma si possono tenere in casa pronte per una giornata speciale o quando vogliamo provare a sentirci un’altra persona. Ormai sono alla portata di tutti e anche su Amazon si trovano le migliori lenti a contatto colorate, sempre tenendo conto che l'ultima parola, sul loro utilizzo, deve essere quella del proprio oculista di fiducia, per cui online possiamo acquistarle solo non graduate. Le più vendute? Fra tante scelte possibile, sono ancora le lenti a contatto colorate celesti, un classico, le prime a diventare mass market. Perché tutti vogliamo provare almeno una volta a essere dei blue eyes.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Lenti a contatto colorate FreshLook Colorblends
Alcon
20,91 €

Nel blu dipinto di blu, ovvero: lasciare che qualcuno si tuffi nel nostro sguardo filtrato dalle lenti a contatto colorate celesti. Le Alcon Ciba Vision FreshLook Colorblends in confezione da 2 lenti giornaliere, che poi possono diventare anche due giorni, ma mai di più.

2 Lenti a contatto colorate viola
MATLENS – Pro Trend Color
17,00 €

Come Liz Taylor, e anche di più. Le lenti a contatto viola Matlens trimestrali sono grandi e perfette anche per chi ha gli occhi scuri, infatti sono le preferite dalle ragazze coreane che vogliono dare una sfumatura speciale al loro makeup. La confezione contiene 2 lenti, 1 contenitore e una confezione di detergente da 50ml.

3 Lenti a contatto colorate marroni
Adore
36,97 €

Se le lenti blu sono le più vendute, quelle color nocciola sono il sogno di chi con gli occhi chiari è nato. Queste lenti a contatto colorate nocciola Crystal Hazel trimestrali dai riflessi dorati Adore arrivano a casa con il portalenti personalizzato.

4 Lenti a contatto colorate grigie
Adore
36,97 €

Il colore più raffinato e meno scontato da portare. Le lenti trimestrali di Adore nella tonalità Crystal Grey hanno un leggero effetto luminoso. Così come quelle di tonalità Nocciola, arrivano sempre a casa con il portalenti personalizzato 

5 Lenti a contatto colorate occhio intero
Sclera Lenses
14,99 €

Sono una moda stravagante ma non se ne deve abusare. Le cosiddette lenti Sclera Nera fanno un effetto shock incredibile, infatti sono state create per i cosplay e la moda è stata lanciata dall'oriente. Sono bellissime e particolari

Pubblicità - Continua a leggere di seguito