Le persone altamente sensibili in amore sono i leader migliori?

Li chiamano "Pas" e come supereroi con superpoteri, avvertono con maggiore intensità gli stimoli dell'ambiente, possono leggere nel pensiero degli altri e hanno una marcia in più.

image
Matteo ScarpelliniImaxtree

Premessa necessaria: essere sensibili non è un difetto, né una malattia. Né deve essere un problema. Se sei una persona molto sensibile non significa che tu sia più vulnerabile o addirittura debole. L’ipersensibilità emotiva a volte è un dono da supereroi, che in molti mestieri può risultare come una soft skill, una qualità naturale dal valore altissimo proprio perché non esistono corsi per impararla. Se conosciamo qualcuno altamente sensibile, forse ci rendiamo conto del suo valore con più facilità perché lo osserviamo dall’esterno, e forse ci ricordiamo di aver detto di lui/lei, che le persone sensibili hanno una marcia in più. L'alta sensibilità può essere definita una risposta fisica, mentale ed emotiva più acuta, rispetto alla media, agli stimoli esterni che possono essere sociali e ambientali, o interni (intra-personali). Una persona molto sensibile può essere introversa, estroversa o una via di mezzo. L'importante è che prenda coscienza e sicurezza di quello che è.

Le persone sensibili hanno una marcia in più
UNIVERSALE ECONOMICA. SAGGI amazon.it
7,22 €

Persone altamente sensibili: chi sono? Sono quelle con una maggiore empatia e più intuizioni, perché riescono a percepire il mondo esterno come se avesse dei colori più vivi. Fra i loro pregi maggiori ci sono la spiccata capacità di ascoltare, la migliore comprensione dei desideri e dei bisogni degli altri e la conseguente disponibilità a immedesimarsi. Una persona molto sensibile probabilmente sentirà "troppo" e sentirà "troppo in profondità" ciò che accade. Le persone particolarmente sensibili spesso hanno difficoltà a lasciare andare i pensieri e le emozioni negative, nelle giornate “no” possono avere problemi nel mangiare o dormire (troppo o troppo poco, in entrambi i casi). A volte si sentono in ansia per sé, o per gli altri. A volte si preoccupano più del necessario di ciò che gli altri pensano di loro, tendono a prendere le cose personalmente e trovano difficile, quando innescato da una spiacevolezza relativamente piccola con le persone, semplicemente "lasciar perdere"

Persone altamente sensibili: consigli di vita. Abbiamo capito che, ci sono aspetti di questa condizione innata che possono essere problematici per chi la vive, ma da cui può imparare a difendersi perché non finiscano per influenzare negativamente la salute, la felicità e il successo, e anche le relazioni. Le persone altamente sensibili in amore, ma anche le persone altamente sensibili sul lavoro, possono infatti vivere male la percezione estrema di cui sono dotati e incontrare difficoltà sia a trovare il partner giusto, sia sul lavoro. Queste persone speciali, infatti, la prendono male quando accade qualcosa di spiacevole, hanno paura del rifiuto, a un colloquio di lavoro o quando si innamorano, ma anche in situazioni relativamente minori. Le persone sensibili soffrono quando si confrontano con gli altri, sia sull’aspetto fisico che relazionale, sociale, lavorativo, finanziario, provano sentimenti di profonda infelicità se reputano di uscire male dal confronto e provano rabbia o risentimento per situazioni nella vita o nella società che sembrano ingiuste, aggravanti o semplicemente fastidiose. Tuttavia, quando gli si dà abbastanza sicurezza nel rapporto, le persone sensibili possono essere un’ottima compagnia, nella vita e nel lavoro. In entrambi i casi, infatti, non cercano una persona o un lavoro qualsiasi, cercano il lavoro e la persona della vita.



Secondo il saggio A Veryly Sensitive Person's Life di Kelly O'Laughlin, queste persone rendono molto sia in amore che sul lavoro, purché siano assicurate loro delle condizioni. Che il luogo di lavoro non sia troppo rumoroso e affollato, ad esempio, e che non sia basato esclusivamente sulla competizione. La persona sensibile è invece un’ottima negoziatrice se la si lascia lavorare “cuore a cuore”, può ottenere ottimi risultati con l’interlocutore se lasciati da soli a trattare. È perfetta per tutti quei mestieri che richiedono ascolto di problemi degli altri, anche se deve fare attenzione a non assorbire e fare proprio i problemi altrui (sentirsi sicuri di risolverli è a volte un modo per non interiorizzarli. Incredibilmente, una persona altamente sensibile può essere anche un ottimo leader. Questo perché grazie alla sensibilità, se legata alla lucidità di giudizio, sono più capaci di altri di percepire i bisogni, i desideri, le intenzioni dei subalterni, tendendo a ottenere maggiore rispetto. Non è cosa da poco.
A Highly Sensitive Person's Life: Stories & advice for those who experience the world intensely (English Edition)
amazon.it
Pubblicità - Continua a leggere di seguito