È questa la domanda che ci rivolge TENA. Da sempre al fianco delle donne di ogni età, il marchio si impegna a combattere gli stereotipi legati agli anni che passano e ai relativi cambiamenti che segnano il percorso di crescita di ogni persona. La società si sta impegnando a superare preconcetti legati all’invecchiamento, ma temi come quello dell’incontinenza e del sesso dopo i cinquant'anni rimangono ancora dei tabù. La missione del brand è proprio quella di de-stigmatizzare questi stereotipi andando a migliorare il benessere delle donne di qualsiasi età.

Il 52% delle ragazze tra i 18 e i 34 anni pensa che le perdite urinarie avranno un effetto negativo sulla loro vita sessuale. Ma solo il 14% delle donne over cinquanta, con incontinenza, dichiara che in realtà è così.

Queste sono le informazioni emerse da una ricerca legata alla campagna #SenzaEtà di TENA che dimostra come dopo i cinquant'anni le donne siano nel momento più ricco e pieno della loro vita, consapevoli di chi sono e cosa vogliono. Una celebrazione del concetto di "senza età", per sfidare la percezione di cosa voglia dire essere una donna che convive con le perdite urinarie.

Marie Claire e TENA hanno scelto di raccontare insieme queste tematiche mettendo a confronto due generazioni. Da una parte Allegra Martin, fotografa veneta classe 1980. Uno sguardo autentico, asciutto e femminile che ritrae i protagonisti dei suoi scatti con una sensibilità che ha reso la sua firma distintiva. Dall'altra cinque donne over cinquanta posavano davanti alla sua lente. Figure femminili che ci hanno ispirato: forti, determinate e con tanto da raccontare che, attraverso i loro percorsi e le loro scelte di vita, ci hanno ricordato i valori che non dovremmo mai perdere di vista. Abbiamo parlato di sessualità e incontinenza, ma anche di corpi, femminilità e sensualità.

Cinque eroine del quotidiano che ci hanno raccontato l’evoluzione del rapporto con loro stesse e i percorsi di vita che le hanno rese quelle che sono: autentiche, indipendenti e sicure di sé.

Antonella Ferioli, direttrice comunicazione e marketing di un'azienda che si occupa di supporto e assistenza per anziani
Allegra Martin

Dobbiamo poter essere libere di esprimere la nostra personalità ognuna a modo proprio

Iniziamo parlando di libertà. Quante volte capita di essere “rimproverate” perché un atteggiamento, un abito o un’espressione sono considerati eccessivi per la propria età? È il concetto di è troppo quello che TENA vuole portarci a superare, per vivere serenamente il rapporto con il proprio corpo e per parlare liberamente di temi come quello delle perdite urinarie e della sessualità. Antonella Ferioli ci ha colpito per la sua energia tangibile in ogni cosa che dice e che fa. Direttrice comunicazione e marketing di un'azienda che si occupa di supporto e assistenza per anziani, lavora da venticinque anni a contatto con il mondo della fragilità, ma si contraddistingue per la sua incredibile grinta. Ma c’è qualcuno che riesce a mettere in crisi perfino lei. Antonella ha due figlie adolescenti che la osservano molto. Quando mette il rossetto rosso o indossa un abito particolare a volte le dicono, «no mamma è troppo.» Confessa, sorridendo. «Non credo che ci siano atteggiamenti da considerare eccessivi in nessuna età, dobbiamo poter essere libere di esprimere la nostra personalità ognuna a modo proprio».

tena, tena lady, donna
ALLEGRA MARTIN
tena, tena lady, donna
ALLEGRA MARTIN

Uno spirito libero che la caratterizza e che non sembra volerla abbandonare. «Quando avevo vent’anni facevo fatica ad immaginarmi a cinquanta. Ogni decade in cui viviamo è difficile vedersi in quella successiva. Ma se ci penso adesso, credo che tra vent’anni mi piacerò ancora tantissimo».

Cristina Pagni, fondatrice di 50enni Blog
Allegra Martin

Questa stessa energia l'abbiamo ritrovata in Cristina Pagni, fondatrice di un blog tutto dedicato alle donne over cinquanta. Durante il nostro incontro le abbiamo chiesto di raccontarci come è nato questo progetto. «Io e Raffaella», amica con cui è nato il blog, «ci siamo accorte navigando nel web di un vero e proprio buco all’interno del panorama digital italiano: tanti nostri coetanei sui social, ma mai espressamente decisi a parlare di quello che caratterizza questo momento di vita con competenza». 50enni Blog, che compie tre anni, incontra il desiderio di colmare questa necessità e offre un servizio di consulenza a trecentosessanta gradi alle over cinquanta. «Prima di tutto fashion poi wellness, beauty e lifestyle, con il contributo anche di validissimi esperti per parlare di queste tematiche da un punto di vista professionale». Il progetto di Cristina vuole dare vita a una conversazione e supportare tutti coloro che spesso si trovano a non sapere cosa fare per stare meglio, con un corpo che cambia dentro e fuori. La sua visione e voglia di fare ci hanno conquistato.

Sono in continuo work in progress e non ho nessuna intenzione di fermarmi qui

Determinata e femminile, le abbiamo chiesto di svelarci il segreto che le ha permesso di godersi il proprio corpo negli anni. La sua risposta, trasparente e incisiva, ci ha fatto emozionare: «Io amo giocare con la moda, vestirmi e trasformarmi, ogni giorno per me è divertimento e con la confidenza che finalmente ho con il mio corpo, so come valorizzare i miei punti di forza. Di sensualità e femminilità ne abbiamo ancora, non siamo andate in pensione sotto quel punto di vista, anzi... Il nostro fascino è fatto di tanti piccoli pezzetti che vanno dallo stile allo sguardo, dall’esperienza alla resilienza e molto di più». Con un sorriso che ricorda quello di una ragazzina, ci ha confessato che le sue meravigliose figlie, la sua famiglia, le sue amiche (e insta-amiche) sono la sua forza. É fiera di quello che sta diventando e ha ancora tanti sogni, senza alcuna data di scadenza.

ALLEGRA MARTIN

Abbiamo voluto capire di più sulle dinamiche che influenzano e determinano il rapporto che viviamo con noi stesse. Per questo abbiamo coinvolto Francesca Zucchetta, psicologa e psicoterapeuta, che nel suo lavoro ha modo di incontrare donne di ogni età. Le abbiamo chiesto se il tema dell’incontinenza sia un argomento che ha avuto modo di esplorare tramite la sua professione e la sua risposta ha confermato quanto temevamo. «Sicuramente è un tema presente, ma non ho avuto molte occasioni di trattarlo. Credo sia così non perché non esista, ma perché sia ancora estremamente riservato e fonte in qualche modo di vergogna. E questo è legato alla disinformazione, al tabù che vige sull’intimità, sull’apparato riproduttivo femminile in particolare, ma anche maschile».

Francesca Zucchetta, psicologa e psicoterapeuta
Allegra Martin

Ci ha fornito una spiegazione professionale al perché risulti così difficile prendere confidenza con questo argomento. «Una delle prime forme di autonomia che raggiungiamo da bambini è il controllo degli sfinteri, la capacità e l’autonomia di trattenere o meno un istinto. Nel proprio immaginario, la perdita di un controllo di questo tipo ci mette a dura prova. E quindi non è un tabù solo perché legato al mondo dell’intimità, ma perché è legato ad un percorso evolutivo fondamentale.»

ALLEGRA MARTIN

Il passare degli anni in una donna porta maturità, consapevolezza ed esperienza

Con una voce così pacata e determinata che avremmo ascoltato per ore, abbiamo continuato parlando di sessualità e sensualità. «Il passare degli anni in una donna porta maturità, consapevolezza ed esperienza che nell’ambito sessuale sono fondamentali. Il tempo e il cambiamento giocano quindi a favore. La sessualità è un tema molto ampio che sicuramente non riguarda solo il corpo, è molto più complesso e per questo lo scorrere del tempo ci dà un’autostima e una consapevolezza mentale che permette di vivere un’esperienza tutta nuova». Ragione per la quale ci ha confermato come le perdite urinarie non dovrebbero influenzare negativamente il rapporto con se stesse o con le proprie esperienze intime e sentimentali.

Lo dimostrano le protagoniste del video della nuova campagna TENA diretto dal premio Oscar Yorgos Lanthimos. Nell’intimità delle quattro mura di casa, i volti delle donne protagoniste parlano della propria vita sessuale raccontando che il cambiamento del corpo e le perdite urinarie in età matura non sono per loro ragione di vergogna o alterazione. Un racconto del modo in cui vivono la propria sensualità attraverso testimonianze tanto pungenti quanto poetiche.

Gli stessi aggettivi che descrivono la visione artistica di una delle nostre protagoniste. Simona Ripamonti, commercialista e scultrice. Attraverso le sue sculture, Simona racconta il rapporto con la propria intimità e con il corpo femminile con uno sguardo delicato ma diretto, proprio come lei. L'obiettivo della sua arte è quello di trasmettere forza alle donne, e il binomio delicatezza-potenza, tipico della figura femminile ci ha affascinato. Le abbiamo chiesto perché la donna sia fonte d’ispirazione e punto focale dei suoi lavori. «Per me rappresenta la vita. Il legame che ho con mia madre, con le mie figlie. È il passaggio che ci lega da una generazione all’altra e che lega tutto: l’uomo, la natura, la terra». Una visione che racchiude una forza tutta al femminile che diventa appunto missione della sua arte, grazie anche a legami personali ed esperienze vissute sulla propria pelle. «Il concetto della femminilità mi piace molto, vengo da una famiglia in cui è predominante siamo tre sorelle e ho due figlie. Questo ci unisce e ci rende più forti. Voglio dare un’impronta positiva e di autonomia della donna attraverso le mie sculture.»

tena, tena lady, donna
Simona Ripamonti, scultrice e commercialista
Allegra Martin
tena, tena lady, donna
Allegra Martin

La sua visione ottimista si è confermata quando le abbiamo chiesto se talvolta pensa che sia più facile trattare temi come quello dell’invecchiamento tramite forme artistiche piuttosto che a parole. «Per me lo scorrere del tempo è solo positivo» premette togliendo gli occhiali e svelando due occhi sinceri e determinati, «invecchiando accumuli esperienza e l’esperienza non va mai persa. Personalmente ritengo che le rughe siano bellissime, il segno di tutto il nostro vissuto». Sorride. «Fanno parte di me e voglio che restino con me. Non vivo questi temi in maniera negativa e l’arte mi aiuta a comunicarli.»

Anniva Anzi, ex-modella e insegnante d’arte
ALLEGRA MARTIN

Voglio solo essere me stessa

La creatività è un mondo vicino anche a quello di Anniva Anzi. Ex-modella e insegnante d’arte, ci ha conquistato grazie alla storia personale di autostima e di intesa che vive oggi con il suo corpo. Ha confessato di sentirsi più bella ora di quando aveva diciotto anni. «Il rapporto con il mio corpo adesso è gioioso, mi sento molto bene e mi piace. Da ragazza è stato difficile, mi vedevo assolutamente fuori posto: troppo magra, troppo alta. Dicono di no ma è così, te lo giuro», sorride con occhi di una dolcezza spiazzante, «il fatto che io posassi da modella non mi spostava dalla mia idea». Un rapporto che si è evoluto nel corso degli anni. Anche nella famiglia di Anniva la percentuale rosa è predominante, come mamma di figlie e nonna di nipotine, le abbiamo chiesto se c’è un unico consiglio che si sente di dare loro o se crede che debba cambiare in base all’età e al momento di vita che stanno vivendo. «Un consiglio valido per tutte è di non avere paura, perché una donna che non ha paura è una donna libera. Io sono convintissima di questo».

tena, tena lady, donna
Allegra Martin
tena, tena lady, donna
ALLEGRA MARTIN

Anniva è libera, si vede nel modo in cui si muove e si sente dalle parole che pronuncia. Ce lo ha confermato con la sua distintiva spontaneità quando le abbiamo chiesto se si sia mai sentita giudicata nel modo in cui vive i suoi anni. «No, non credo o per lo meno non me ne sono mai accorta, anche perché mi muovo e mi vesto convinta che nessuno mi guardi. Agisco molto spontaneamente. Per questo sono molto selvatica, che non vuol dire selvaggia. Sono naturale, legata alla natura, non mi interessa quello che pensano gli altri, non appartiene al mio modo di essere. Voglio solo essere me stessa».

Destino: E sono me stessa è il claim delle campagne di TENA.