I 9 motivi più comuni che rendono il ciclo irregolare

Quando l'appuntamento più noioso del mese diventa anche il più raro.

9 cause del ciclo irregolare spiegate dal ginecologo
Getty

Ammettetelo, quanto paghereste per non avere più il ciclo (senza essere ancora entrate in menopausa)? Se c’è chi metterebbe in pausa l’appuntamento più noioso del mese all’istante (magari per i 9 successivi), ci sono altre che non vedono l’ora di accoglierlo. Il motivo? Il ciclo irregolare, che in molti casi ha la capacità di alimentare abbondanti dosi di agitazione, ben più stressanti di dolori&dolorini.

Anche la durata del ciclo mestruale, se è eccessiva, non fa altro che imbottirci di stress. Ma sono le mestruazioni in ritardo che creano le ansie più comuni, oltre a rendere impossibile il calcolo dei giorni fertili.

Ma partiamo dalle basi: ogni quanto viene il ciclo? «In linea generale, il ciclo mestruale si può considerale normale se si presenta ogni 21/35 giorni», spiega a Self Michael Cackovic, medico ginecologo. Sappiate, quindi, che avere il ciclo 2 volte in un mese è possibile e non c'è nulla di cui aver paura.

Avere il ciclo ogni 20 giorni è già al limite: avere una sorta di ciclo mestruale continuo è una situazione da far presente al ginecologo. Ci sono dei metodi per ritardare il ciclo mestruale, tuttavia la cosa a cui fare più attenzione è il ciclo non regolare e non quanti giorni passano tra una mestruazione e l'altra.

Ma, gravidanza a parte, cosa causa il ritardo (cronico) del ciclo mestruale? E, di conseguenza, come avere un ciclo mestruale regolare curando le cause?

Le cause del ritardo del ciclo possono essere molte, ma ce ne sono alcune particolarmente diffuse. Ecco 9 tra i motivi più comuni di un ciclo mestruale irregolare elencati del professor Cackovic.

Ciclo irregolare e tiroide

«Se il periodo di attesa oscilla, un sintomo potrebbe essere l’ipotiroidismo. I problemi alla tiroide sono molto comuni nelle donne e in linea generale potrebbero insorgere dai 20 ai 30 anni. Un esame del sangue specifico può aiutare a capirne di più».

Stress e ciclo mestruale

«Potrebbe causare la cosiddetta "anovulazione", quando cioè il corpo non rilascia un uovo ogni mese come dovrebbe. Durante la mia esperienza di medico in Afghanistan, erano tantissime le donne arruolare nelle forze armate degli Stati Uniti che si rivolgevano a me per problemi di irregolarità mestruale. La diagnosi? Per la maggior parte di loro il “blocco” era causato dal forte stress che stavano vivendo».

Quando il corpo produce grandi dosi di cortisolo, questo potrebbe interferire con l’equilibrio degli ormoni sessuali, i responsabili dell’ovulazione, e quindi potrebbe capitare di saltare il ciclo per un mese.

Viaggiare molto (all’estero)

«Alcune donne sono più sensibili di altre e il loro ciclo regolare potrebbe avere brusche interruzioni anche a causa di un fuso orario di troppo».

La sindrome dell’ovaio policistico

«È uno squilibrio ormonale che interferisce con la capacità del corpo di ovulare normalmente. Nelle forme più avanzate, l’ovaio policistico è tra le cause più comuni di infertilità».

Ciclo mestruale e infiammazioni intime

«In gergo: malattia infiammatoria pelvica. Causata spesso da malattie sessualmente trasmissibili ma anche da una carica batterica post aborto o gravidanza. Queste infiammazioni lasciano cicatrici nel tratto riproduttivo e, in ultima e drammatica analisi, possono portare l’infertilità».

Getty

L’endometriosi

«Le donne con endometriosi sono spesso soggette a periodi rari ma molto intesi o dolorosi. Una patologia che si sviluppa solitamente nel periodo di massimo sviluppo». Se avete un flusso mestruale molto doloroso ad ogni ciclo, allora è bene rivolgersi ad un ginecologo.

Ciclo irregolare e dieta

«Lo sbalzo di peso repentino potrebbe causa un disequilibrio ormonale». Il rimedio? Tornare a un peso sano.

Mestruazioni irregolari ed esercizio fisico

Un regime di allenamento molto intenso potrebbe causare, nei casi più estremi, la scomparsa delle mestruazioni. L’impatto sugli ormoni è potente. Meglio rallentare.

Ciclo e farmaci

«Gli anticoagulanti, ad esempio. Oppure i farmaci antidepressivi. Se un nuovo farmaco causa l’irregolarità è bene parlarne subito con il proprio medico di fiducia».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute