Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Giornata Mondiale del Cancro: il bilancio dell'American Cancer Society

(Ri)conoscere i messaggi del corpo è fondamentale per una diagnosi precoce.

Spossatezza persistente, necessità di dormire più del solito, perdita di peso inspiegabile (senza dieta), dolore persistente (che non va via con l'aiuto di farmaci di base e dura per settimane), noduli o rigonfiamento sottocutaneo e cambiamenti di aspetto della pelle sono alcuni dei sintomi comuni a diverse malattie, compreso il cancro, da non sottovalutare. Secondo l'American Cancer Society, potrebbero essere, soprattutto se durano a lungo nel tempo, segno della presenza di un tumore. Senza creare allarmismi e senza confonderli con una diagnosi, imparare a (ri)conoscere i messaggi che il corpo ci manda è importante, perché prima arriva la diagnosie maggiore la possibilità di curarsi e guarire.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come ripetono gli esperti, diminuire il rischio di ammalarsi, almeno in parte, è possibile. Ed è proprio We can. I can, lo slogan del World Cancer Day 2016, la Giornata Mondiale del Cancro che si celebra il 4 febbraio, con l'obiettivo di sensibilizzare cittadini e governi sull'importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. Nell'ascoltare i messaggi che ci arrivano dal corpo, fondamentale è anche porre attenzione alle abitudini urinarie e intestinali. La necessità di urinare più frequentemente del solito e dolore alla minzione, potrebbe essere segno di cancro a vescica o prostata, il sangue nelle urine potrebbe chiamare in causa i reni. Diarrea frequente o presenza di sangue in feci potrebbero avvertire di problemi al colon-retto.

La febbre anche bassa, ma di lunga durata, non va ignorata. A volte, leucemie e linfomi influenzano il sistema immunitario in modo così aggressivo che il corpo cerca di combattere l'infezione fino a provocare la febbre. Una tosse che non va via può essere un segno di cancro ai polmoni e deve preoccupare alla prima traccia di eventuale sangue. La raucedine può essere sintomo di cancro della laringe o della tiroide, mentre macchie bianche all'interno della bocca e sulla lingua possono indicare leucoplachia, condizione pre-cancerosa spesso causata dal fumo o uso di tabacco.

Qualche dato. Ogni giorno in media mille italiani si ammalano di tumore, circa 363mila nel 2015. Nonostante migliorino le terapie e aumenti la sopravvivenza, il tumore miete ogni anno in Italia poco meno di 180mila vittime, circa 8,2 milioni nel mondo. Colpisce soprattutto i paesi più industrializzati. Proprio questi, infatti, vedono una più ampia diffusione di sostanze potenzialmente cancerogene: fumo, alcol, smog, inquinamento, radiofrequenze, pesticidi, eccesso di cibo, eccesso di carni insaccate e di zuccheri. La neoplasia più frequente è quella del colon-retto (52mila), seguita da seno (48mila), polmone (41mila), prostata (35mila) e vescica (26mila). Attualmente sono circa 3 milioni gli italiani vivi con una diagnosi di tumore, con un incremento del 17% rispetto al 2010. La buona notizia: secondo l'Oms circa il 30% delle morti per cancro potrebbero essere evitabile seguendo uno stile di vita più salubre.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute