Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Perché la dieta del 10 è definita la "dieta della longevità"

La salute vien mangiando non solo 5 porzioni di frutta e verdura al giorno.

Courtesy Photo

Qual è il numero ideale di porzioni quotidiane di frutta e verdura? La risposta la dà la dieta del 10. Regime alimentare che consiglia, appunto, una decina di porzioni da 80 grammi l’una, di queste due categorie di cibi, e che, secondo uno studio dell’Imperial College di Londra, è il segreto della longevità poiché ridurrebbe del 28% il rischio di malattie cardiovascolari, del 13% quello di cancro e del 31% quello di morte prematura. Un esempio di porzione? Mezza banana, una mela, una pera, un quarto di finocchio, tre cucchiai di legumi, uno spicchio di melograno, una carota, dieci foglie di spinaci, due arance, una cipolla...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il numero dieci è una semplificazione, vanno benissimo anche cinque alimenti diversi purché il peso raggiunga circa 850 grammi, la dose giornaliera raccomandata dallo studio, il doppio di quella raccomandata dall'OMS. «Abbiamo voluto indagare quanta frutta e verdura fosse necessario mangiare per avere una massima protezione contro malattie e morte prematura. I nostri risultati suggeriscono che, anche se 5 porzioni di frutta e verdura è una buona abitudine, 10 è un'ottima abitudine», ha detto, come si legge sul Guardian, il dottor Dagfinn Aune, autore principale della ricerca.

In che percentuali scegliere, però, verdura o frutta? Ci verrebbe da rispondere molta più verdura che frutta se seguiamo le raccomandazioni del professor Valter Longo, ricercatore specializzato in Biochimica e Neurobiologia, professore di Biogerontologia all’University of Southern California, direttore del programma di Oncologia e longevità dell’IFOM - Istituto di Oncologia Molecolare di Milano e autore del libro La dieta della longevità (Vallardi, 2016, 15,90 euro), che consiglia di mangiare UN solo frutto al giorno.

Molto importante è anche la varietà dei cinque colori per i nutrienti diversi che contengono: il BLU-VIOLA è una preziosa fonte di antocianine, betacarotene, vitamina C, potassio e magnesio, il VERDE contiene betacarotene, magnesio, vitamina C, acido folico e luteina, il BIANCO polifenoli, flavonoidi, composti solforati, potassio, vitamina C e selenio, il GIALLO flavonoidi, betacarotene, vitamina C, potassio e l'ARANCIO/ROSSO licopene e antocianine.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute