Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Perché è meglio dormire sul lato sinistro

Una sana abitudine ayurvedica che stimola il cuore e purifica l'organismo.

Perché è meglio dormire sul lato sinistro
Getty Images

Dormire sul lato sinistro. Questo è un saggio consiglio ayurvedico che arriva dall'Oriente. Come si legge sul The Sun, infatti, i monaci buddisti per riposarsi dopo i pasti sono soliti coricarsi solo e rigorosamente su questo lato. Ecco cinque benefici di questa posizione.

1. Favorisce il drenaggio linfatico. Il lato sinistro del corpo è quello dove si concentra l'attività linfatica preposta al drenaggio dei fluidi (proteine, liquidi e lipidi).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

2. Facilita la digestione. Coricandosi su questo lato il fegato, lo stomaco, il pancreas e la vescica lavorano meglio neutralizzando acidi e grassi.

3. Stimola la purificazione. Grazie alla valvola ileocecale stimola i rifiuti corporei dell’intestino crasso provenienti dall’intestino tenue, in un modo più semplice.

4. Alleggerisce il lavoro del cuore. Oltre l’80% del cuore si trova sul lato sinistro del corpo. Dormendo su questo lato sinistro la linfa drenata nel cuore sarà guidata dalla forza di gravità.

5. Aiuta la milza. Fondamentale per il sistema linfatico e per filtrare il sangue, si trova nel lato sinistro del corpo, quindi se si sta su questo lato i fluidi si dirigono verso la milza in modo più semplice.

Credito foto: Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute