Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Dieta Scarsdale: menu e risultati

Ipocalorica, low carb e da seguire alla lettera: pregi e difetti della dieta Scarsdale.

Courtesy photo

Brevettata negli anni Settanta dal cardiologo statunitense HermanTarnower, la dieta Scarsdale promette di perdere fino a 500 grammi al giorno seguendo alla lettera una scaletta alimentare. Come tutte le diete drastiche e basate su menu restrittivi e sbilanciati (è molto povera di carboidrati), anche la Scarsdale va seguita solo dopo avere consultato un dietologo e/o nutrizionista che valuterà ogni singola situazione. Dura due settimane, seguite da due settimane di mantenimento. Di seguito la lista dei cibi vietati e un esempio di menu settimanale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Cibi vietati
• carni troppo grasse e salumi ricchi di grassi
• condimenti grassi come burro e olio
• formaggio molto grassi
• dolci e zuccheri tranne un paio di cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti
• pane bianco e farine raffinate

Lunedì

Colazione
• 1/2 pompelmo o 1 frutto di stagione
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè senza zucchero

Pranzo
• carne fredda assortita a scelta (pollo, tacchino, manzo, prosciutto)
• pomodori affettati alla griglia o in umido
• caffè o tè o acqua tonica

Cena
• pesce magro preparato senza grassi
• insalata mista
• 1 fetta di pane integrale tostato
• pompelmo o frutto di stagione
• caffè o tè

Martedì

Colazione
• 1/2 pompelmo o 1 frutto di stagione
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè senza zucchero

Pranzo
• macedonia di frutta a volontà
• caffè o tè

Cena
• 1 hamburger magro alla griglia
• verdure miste (pomodoro, peperoni, lattuga, cetrioli, zucchine, olive)
• caffè o tè

Mercoledì

Colazione
• 1/2 pompelmo o 1 frutto di stagione
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè senza zucchero

Pranzo
• insalata di tonno o salmone al naturale condita con limone e aceto
• pompelmo o melone o frutto di stagione
• caffè o tè

Cena
• agnello arrosto sgrassato
• insalata mista
• caffè o tè

Giovedì

Colazione
• 1/2 pompelmo o 1 frutto di stagione
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè senza zucchero

Pranzo
• 2 uova sode
• formaggio magro
• zucchine o pomodori
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè

Cena
• pollo arrosto o alla griglia
• verdure abbondanti
• caffè o tè

Venerdì

Colazione
• 1/2 pompelmo o 1 frutto di stagione
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè senza zucchero

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Pranzo
• formaggi magri assortiti
• spinaci a volontà
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè

Cena
• pesce magro condito senza grassi
• verdure miste a volontà
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè

Sabato

Colazione
• 1/2 pompelmo o 1 frutto di stagione
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè senza zucchero

Pranzo
• macedonia di frutta a volontà
• caffè o tè

Cena
• pollo o tacchino arrosto
• insalata di pomodori e lattuga
• pompelmo o frutta di stagione
• caffè o tè

Domenica

Colazione
• 1/2 pompelmo o 1 frutto di stagione
• 1 fetta di pane integrale
• caffè o tè senza zucchero

Pranzo
• tacchino o pollo sgrassati
• verdure miste (pomodori, carote, cavolo cotto, broccoli o cavolfiore)
• pompelmo o frutta di stagione
• caffè o tè

Cena
• vitello arrosto magro
• insalata mista
• caffè o tè

NB 1) Vietati gli spuntini: solo nel caso in cui dovessero insorgere attacchi di fame si possono mangiare carote o sedano o cetrioli.
NB 2) Per condire i cibi usare solo limone, aceto, spezie, pepe, salsa di soia. Non usare zucchero o miele, ma dolcificante.
NB 3) Bere almeno 2 litri di acqua al giorno per evitare la disidratazione dei tessuti.
NB 4) È sconsigliata l'attività fisica ad alto dispendio energetico durante la dieta.
NB 5) Non seguire questa dieta per più di due settimane (+ 2 di mantenimento).

Controindicazioni
Ipocalorica. Si tratta di un regime calorico molto basso, pari a 800 o 1000 calorie al giorno.
Il calo ponderale è basato inizialmente sulla perdita di liquidi, impoverimento delle riserve glucidiche e riduzione delle masse muscolari, per cui è indispensabile il mantenimento per non riprendere i chili perduti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute