Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Come contrastare i disturbi della menopausa

Sbalzi d'umore e mancanza di concentrazione? Ecco come tornare in equilibrio.

Courtesy photo

Problemi di memoria e/o di concentrazione? Umore pessimo? Calo del desiderio? Questi sono alcuni dei disturbi più diffusi riportati dalle donne in menopausa ai loro medici. Comune a tutte? Gli sbalzi ormonali. «Il corpo della donna in questo periodo è come una sinfonia ormonale, che a volte comporta grandi effetti collaterali», spiega Tami Meraglia, esperta in medicina integrativa e autrice di The Hormone Secret.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

«A partire dai 40 anni, i livelli ormonali si abbassano. Molte donne non sanno che questi cambiamenti possono verificarsi a partire dai 35 anni», afferma Sara Gottfried, ginecologa e autrice di The Hormone Reset Diet. Come reagire? Ogni donna è diversa, ma gli esperti concordano sul fatto che gli integratori alimentari e gli ormoni bioidentici possono essere uno strumento efficace.

«Purtroppo, non è molto semplice calcolare i livelli degli ormoni. Per prima cosa, i livelli ormonali possono abbassarsi anche in soli sei mesi», dice Mary Jane Minkin, professoressa clinica di ostetricia e ginecologia presso la Yale School of Medicine. Inoltre, può capitare di avere livelli normali, ma effetti collaterali importanti. «È necessario che il medico prescriva gli esami del sangue per determinare questi livelli e poi ripeterli dopo un trattamento per sapere se i livelli sono rientrati nella norma», spiega Erika Schwartz, internista e autrice di Don't Let Your Doctor Kill You.

Progesterone. «Questo ormone può farti sentire sempre più ansiosa, frustrata e irascibile. Ha un effetto diuretico naturale, quindi, una sua mancanza può farti sentire perennemente gonfia», afferma Meraglia. Cosa fare: la terapia ormonale (sia bioidentici sia tradizionale) può aiutare. «Molto efficaci anche gli integratori: 750 milligrammi al giorno di vitamina C o da 500 a 1.000 milligrammi di agnocasto», suggerisce Gottfried.

Testosterone. «Svolgendo un ruolo chiave nel desiderio sessuale, la sua mancanza abbasserà la libido. Si rallenterà anche il metabolismo e, quindi, spesso si avrà un aumento di peso», spiega Meraglia. Cosa fare: alzare anche di poco il livello di questo ormone può fare una grande differenza. Si possono assumere ogni giorno da 500 a 1.000 milligrammi di erbe ashwagandha. C'è anche la possibilità di seguire la terapia con testosterone.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Estrogeni. «Danno energia poiché regolano i livelli di serotonina. Quando i suoi livelli si abbassano si abbassa anche l'umore e la libido», afferma Gottfried. Cosa fare: «Per alcune donne, la pillola anticoncezionale a basso dosaggio può essere un rimedio efficace», aggiunge Minkin. «L'estradiolo in crema, cerotto o gel può essere un'altra opzione: migliora l'umore e la concentrazione. Oppure l'erba maca (da 1.000 a 2.000 milligrammi) o il cohosh nero (40 milligrammi)», conclude Schwartz.

PS: parlare sempre con il medico circa i possibili rischi e gli effetti collaterali di qualsiasi trattamento.

Via harpersbazaar.com

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute