Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

I 10 oggetti più pericolosi che usiamo ogni giorno

Dalla spugna al cotton fioc passando per la sedia e il frullatore.

Getty Images

Ci sono prodotti che usiamo ogni giorno che pensiamo siano innocui, invece, come spiega Jessica Migala in un articolo apparso su Health, hanno controindicazioni gravi se usati in modo scorretto. Eccoli.

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

1. Spugna. Sia quella della cucina sia quella del bagno sono un covo di batteri, muffe e funghi. Evitare di usarle se si hanno ferite o tagli perché aumenta il rischio d’infezione.

2. Deumidificatore. Dopo ogni utilizzo accertarsi che non ci siano residui d’acqua. Se non viene lavato e asciugato bene, vi si possono annidare muffe e batteri.

Getty Images

3. Cotton fioc. Le orecchie vanno pulite solo nella parte più esterna dell’orecchio con un batuffolo di cotone. Il cerume non va rimosso perché protegge i timpani.

4. Sapone antibatterico. Secondo una ricerca dell’Università Elaine Larson chi lo usa ha una maggiore predisposizione a contrarre malattie infettive.

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

5. Frullatore. L'anello che tiene la lama accumula germi e batteri, quindi va rimosso e lavato molta accuratamente ogni volta che si usa il frullatore.

6. Tagliaunghie. Se gli attrezzi per la manicure non sono lavati con cura, rischiamo che i batteri, accumulati su questi, si trasferiscano sulle nostre mani.

Getty Images

7. Paletta. È l’utensile più sporco della cucina. Se non viene pulita bene, la paletta di gomma può diventare un vero e proprio covo di germi.

8. Peluche. Sono l'habitat ideale per gli acari, responsabili delle allergie. Vanno lavati spesso e bonificati in frigo poiché il freddo uccide gli acari.

Getty Images

9. Dentifricio sbiancante. La pasta granulosa di cui sono composti rimuove le macchie ma anche lo smalto che li protegge. Usare con moderazione.

10 Sedia. Stare seduti a lungo danneggia la schiena e le articolazioni e aumenta il rischio di danni cardiaci e la predisposizione all'obesità.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute