Riconoscere i sintomi dell'ovulazione = la storia infinita?

Calcolo dei giorni fertili, test di ovulazione, temperature basali... tutto (o quasi) su come aumentare (o evitare) le possibilità di gravidanza.

image
Hanna Postova su Unsplash

Di argomenti intimi, molto intimi, di tabù da scoperchiare, e anche subito: il ciclo mestruale e i suoi “disagi”, difficoltà a concepire e i suoi luoghi comuni, i sintomi dell’ovulazione da manuale e quelli da "una su mille". Se in Italia solo 4 donne su 10 provano disagio durante il proprio ciclo mestruale (secondo la ricerca Hygiene and Health Report 2018-2019 condotta da Essity), la curva scende a picco se consideriamo le donne che dicono la verità nient'altro che la (loro) verità sui segnali che il corpo ci dà per avvisarci dell'arrivo delle mestruazioni. Per sapere quali sono i giorni fertili e aumentare (o evitare) le possibilità di gravidanza, dovremmo sapere quali sono i sintomi dell’ovulazione per poter così sapere qual è il periodo fertile. Una possibilità è quella di calcolare la curva di temperatura, i cambiamenti nel muco cervicale, cambiamenti nel corpo femminile o acquistare test di ovulazione che calcolano il momento esatto. Come sapere se si ovula, QUINDI? Alla “maggioranza” delle donne la parola ops la classifica: sintomi di ovulazione al seno, che è più teso, fa male e cresce; dolore al basso ventre, soprattutto sul lato dell'ovaio che ovula; la libido aumenta e le secrezioni vaginali sono modificate e sono più abbondanti. Attenzione, non tutte le donne ne soffrono, il che non significa che non stanno ovulando! Ore prima dell'ovulazione, appena prima dell'inizio del picco dell'ormone luteinizzante, c'è un marcato aumento di estrogeni che si traduce in una maggiore luminosità e freschezza nella pelle delle donne, e un umore migliore.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Rawpixel su Unsplash

Calcolo giorni fertili e ovulazione = a ognuno il suo. Esistono diversi modi per conoscere il giorno dell'ovulazione e, quindi, il periodo di fertilità. #1 La curva della temperatura. È un metodo molto semplice, per eseguirlo è necessario avere cicli regolari, poiché in seguito rileva l'ovulazione. Per fare la curva della temperatura, bisognerebbe prendere la temperatura basale per tre mesi, a partire dal primo giorno delle mestruazioni, ogni mattina al risveglio. Il passaggio da una temperatura bassa ad una temperatura elevata avviene molto rapidamente. Questo picco di temperatura indica la fine dell'ovulazione. Se il ciclo è regolare, il periodo di fertilità è durante i 3-4 giorni precedenti. La temperatura può aumentare tra 0,4 e 1 gradi. #2 Cambiamenti nelle perdite vaginali. Man mano che il ciclo avanza, il volume aumenterà e la consistenza cambierà. I cambiamenti riflettono aumenti del livello di estrogeni nel corpo. Quando la donna non è in periodo fertile il muco cervicale è scarso, di consistenza biancastra e appiccicosa. Ma 2 o 3 giorni prima dell'ovulazione il flusso è abbondante, trasparente e filante, molto simile al bianco d'uovo. Il periodo più fertile della donna inizia l'ultimo giorno che si ha questo tipo di muco. Di solito questo accade il giorno prima dell'ovulazione o lo stesso giorno dell'ovulazione. L'aumento ormonale addolcisce anche la cervice durante questo stadio. Normalmente il flusso agisce come barriera protettiva, ma durante il periodo più fertile del ciclo consente allo spermatozoo di muoversi attraverso la cervice per raggiungere l'utero e infine raggiungere l'incontro con l'ovulo nelle tube di Falloppio. Per scoprire il giorno esatto dell'ovulazione, si raccomanda di controllare entrambi gli aspetti, sia la temperatura basale che il muco cervicale, poiché in questo modo è possibile conoscere meglio il ciclo di ogni donna e di conseguenza il suo periodo ovulatorio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Rawpixel su Unsplash
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Test per calcolo fertilità ed ovulazione = non cadiamo in ossessione, please. Se il ciclo non è regolare e i metodi naturali per calcolare il giorno dell'ovulazione non funzionano, ci sono test di ovulazione che vengono venduti in qualsiasi farmacia e che determinano i giorni fertili. Questi test rilevano l'aumento dell'ormone luteinizzante nelle urine, poco prima dell’ovulazione, in più sono più facili da usare e generalmente più accurati rispetto al metodo della temperatura corporea basale. Inoltre, possono prevedere l'ovulazione tra 12 e 36 ore prima che si verifichi, il che aiuta a massimizzare la probabilità di concepimento dal primo mese in cui vengono utilizzati. Questi test si basano su una tecnologia che utilizza anticorpi monoclonali etichettati con sali d'oro e diretti contro l'ormone LH quindi il loro grado di affidabilità è decisamente elevato.

Brigitte Tohm su Unsplash
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute