Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Le 10 persone peggiori che puoi incontrare in palestra (dalle quali tenersi alla larga)

La fenomenologia del quasi sportivo ai tempi della zumba. Aiuto.

Palestra
Courtesy Photo

Lui e i suoi amici in palestra Vanno in coppia. O a gruppi di tre. Intasano la chat del gruppo in proteine we trust con messaggi vocali che inneggiano alla figura di Arnold Schwarzenegger. Lei e la sua amica in palestra Vanno in coppia. O non ci vanno. Perché pare che il cliché palestra = covo di piacioni grondanti e molesti, sia un evergreen tutt’altro che tramontato. E i gruppi di Crossfit non hanno fatto altro che peggiorare le cose. La palestra resta un luogo umido affollato da figure mitologiche mezzi uomini mezzi panca piana, da osservare per capire come fare per non imitarli mai. La fenomenologia del quasi sportivo ai tempi della zumba alias le 10 persone peggiori che puoi incontrare in palestra (dalle quali tenersi alla larga).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

L’estremo Anche detto l’urlatore. Colui che ogni sollevamento è uno strillo privo di testosterone. È un fascio di nervi pulsanti, ha muscoli gonfi, trapezi pompatissimi e un petto esplosivo incorniciato in misere canottiere senza scollo.

La cruelty free Sciatta per scelta, in palestra ci va vestita con un quasi pigiama. Pantaloni da ginnastica del liceo con elastico molle + t-shirt anni Novanta, la zona tappetini è la sua comfort zone. Lì si diletta in posizioni yoga-tantriche a dir poco esplicite.

L’hipster Colui che indossa calzini filo di scozia, sneakers da trail e t-shirt vintage ma griffate e che in palestra si iscrive solo per corse indoor.

Il neo-iscritto Timidissimo, canna le tempistiche e si presenta nella sala più affollata all’orario più affollato. Circospetto, tenta di sfruttare la decina di metri che lo separano dall'ingresso ai primi attrezzi per studiare la situazione. Ha tempo una manciata di secondi per scovare un tapis roulant libero e brancarlo prima degli altri. Lo individua, lo raggiunge sicuro, quasi sprezzante, prima di tutti ci sale e si accorge che è guasto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

La velina Coda alta e tiratissima. Niente t-shirt, solo crop top e leggings brandizzati e asciuttissimi, trainer-watch al polso, e sguardo perso ma stronzo.

Il calciatore In shorts anche a febbraio, si allena con la maglia della divisa e non parla mai con nessuno.

L’agente immobiliare Anche in borghese è impossibile non riconoscerlo. Membro tessera gold, con la scheda di allenamento e il cellulare con auricolare sempre in mano, si offre di aiutare chiunque piuttosto che faticare sull’ellittica. Detto anche l’esperto di teoria.

Getty Images

I lovers La coppia. Molto affiatata anche senza fiato. Corrono insieme, fanno stretching insieme, e gli addominali a specchio con suole contro suole e battito di mani e bacio a ogni risalita. Un incubo.

Il pensionato Tesserato gold come l’agente immobiliare, sul tapis roulant, con collo cinto dall’asciugamano che profuma di ammorbidente, ci sta più di tutti. Disturbatore di professione, chiacchiera con chiunque.

La pensionata Non si perde un corso. La sua candida cotonatura è perfetta anche dopo 45 minuti di zumba nella sauna. Epica.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito