Che cosa vuol dire, per noi, stare bene? Come si definisce il concetto di benessere? E con lo stress, grande male del nostro tempo, come la mettiamo? È importante mantenersi attivi e trovare il tempo per muoversi, all'aperto o con workout indoor, ma c'è bisogno anche di riposo. Senza dimenticare che "siamo quello che mangiamo", per cui una dieta sana ed equilibrata gioca un ruolo chiave. A poco serve concentrarsi solo su uno di questi aspetti, che sono in realtà strettamente collegati l'uno all'altro. Funziona meglio l'approccio olistico al benessere, che li abbraccia tutti e va oltre l'essere "in forma". Per prenderne coscienza in modo completo, possiamo farci aiutare dalla tecnologia: la missione di Fitbit si delinea proprio in questo senso, e il suo nuovo health watch è stato progettato per rendere disponibili e accessibili a tutti ancora più strumenti e risorse per connettersi con il proprio benessere. Fitbit SenseTM mette infatti a disposizione metriche e strumenti innovativi, tra cui il primo sensore al mondo su smartwatch per la gestione dello stress con rilevazione dell'attività elettrodermica (EDA) e un'avanzata tecnologia di monitoraggio del battito cardiaco, studiati proprio per aiutarci a comprendere quanto l’attività fisica, il sonno, la nutrizione e la gestione dello stress siano strettamente legati. Non solo: il brand ha avviato una collaborazione con IRCCS Istituto Auxologico Italiano, sotto la guida della Dott.sa Cecilia Invitti - Direttore del Laboratorio Sperimentale di Ricerca di Medicina Preventiva e Responsabile del Servizio Lifestyle Medicine, con l'obiettivo di approfondire le tematiche relative alla salute, alla prevenzione e alla promozione di stili di vita corretti, per fornire ai propri utenti percorsi sempre più completi ed efficaci alla scoperta del proprio benessere globale. Con l'aiuto della Dott.sa Invitti, abbiamo raccolto informazioni e consigli utili per iniziare (o proseguire) questo percorso.

Gestione dello stress

Valutando oltre 10 input biometrici tra cui battito cardiaco, sonno e livello di attività, Fitbit Sense è in grado di calcolare il Punteggio di Gestione dello Stress. Il risultato viene abbinato a consigli e suggerimenti per gestire meglio lo stress, come esercizi di respirazione e altri strumenti di rilassamento.
Courtesy photo

Partiamo subito dalla domanda delle domande, ovvero: cosa intendiamo quando parliamo di stress? “Lo stress è un compagno della nostra vita e non è sempre negativo perché in certe occasioni può motivare a fare bella figura, ma se la situazione di stress diventa cronica per persistenti pensieri negativi, convinzioni e aspettative errate e stile di vita scorretto, si verificano conseguenze negative come pianto, impulsività, eccesso o riduzione dell’alimentazione o abuso di alcol, fumo, farmaci. A lungo andare possono insorgere problemi fisici come stanchezza, tensioni e crampi muscolari, mal di testa, dolori al petto, alterazioni intestinali e riduzione del desiderio sessuale” chiarisce la Dott.sa Invitti. E come possiamo riconoscere i segnali dello stress? “Alcuni segnali possono farci riconoscere precocemente che si sta instaurando una dannosa condizione di stress: aumento della frequenza cardiaca e del respiro, mancanza di riduzione della frequenza cardiaca notturna, sudorazione, difficoltà all’addormentamento e frequenti risvegli notturni. Questi segnali non vanno trascurati perché lo stress può essere gestito attuando le tecniche che meglio si adattino a noi (respirazione, meditazione, rilassamento, yoga, tai chi, passeggiate nella natura, musica) ed allontanando il rischio di malesseri”.

Utilizzando l’app EDA Scan di Fitbit Sense, basta posizionare il palmo della mano sullo smartwatch per rilevare piccoli cambiamenti elettrici nel livello di sudorazione della pelle: questo può aiutare a capire la risposta del corpo ai fattori che causano lo stress e gestirlo meglio.
Courtesy photo

La respirazione per allentare lo stress

Partiamo da un gesto (apparentemente) semplice come la respirazione, che può diventare molto potente per allentare lo stress. Respirare in modo "superficiale" a lungo andare può sovraccaricare il torace, acuire situazioni di tensione muscolare e causare problemi posturali; una respirazione più consapevole, al contrario, può migliorare il nostro stato fisico e mentale, aiutandoci a non disperdere energie.

Yoga per rilassare corpo e mente

Sessioni di respirazione guidata possono essere il primo passo per avvicinarsi anche a meditazione e yoga, discipline ideali per ritrovare l'armonia tra corpo e mente, rafforzando i muscoli e il senso di equilibrio mentre si alleggeriscono i pensieri. Nel nuovo riquadro Rilassamento sull'app Fitbit è possibile impostare un obiettivo settimanale e promemoria per restare sulla strada giusta, valutando anche come la pratica di rilassamento si evolve con l’umore personale nel corso del tempo.

Qualità del sonno

Courtesy photo

Si parla spesso dell'importanza di un buon sonno e dei problemi che l'insonnia può causare, a partire proprio dall'ingigantire eventuali situazioni di stress. Quanto influisce la qualità del sonno sulla vita quotidiana in termini di energia, concentrazione e benessere? “Il sonno è un processo biologico basilare che influenza il funzionamento di numerosi sistemi funzionali dell’organismo come il metabolismo, le risposte del sistema immune, apprendimento e memoria, affettività, creatività e riposo fisico. Per questo motivo una buona qualità del sonno è uno dei pilastri della salute. Dormire bene aumenta la capacità produttiva, riduce il rischio di sviluppare ansia e depressione, malattie cardio-metaboliche, aumenta le difese immunitarie e riduce la probabilità di incidenti” spiega la Dott.sa Invitti.

Grazie ai sensori di rilevazione del battito cardiaco e di movimento, tracker e smartwatch Fitbit sono in grado di mostrare il tempo trascorso in ogni fase del sonno e calcolare un punteggio del sonno personalizzato per comprendere meglio la qualità del proprio riposo.
Courtesy photo

La routine del buon sonno

Ci sono alcune abitudini e piccoli trucchi che possono favorire il sonno, primo tra tutti proprio una routine che preveda orari regolari per andare a dormire e per puntare la sveglia. Anche perché mantenere costanti i tempi di addormentamento e risveglio, aiuta il normale funzionamento dei ritmi circadiani che regolano diverse funzioni fisiologiche, come ci ricorda la Dott.sa Invitti. Nelle due ore che precedono il sonno, meglio evitare l'esercizio intenso, ma anche l'uso di pc e smartphone, che con la luce dei loro schermi ci mantengono attivi e allontanano Morfeo. Anche ciò che mangiamo può influire sulla qualità del sonno: per cena, quindi, proviamo a sfruttare le proprietà rilassanti di alcuni alimenti come l'avena.

Anche la sveglia può essere smart

Ogni mattina il suono della sveglia è un trauma? Il risveglio con Fitbit è differente grazie alla sveglia silenziosa che emette una leggera vibrazione al polso, e lo fa sempre nella fase ottimale del sonno per svegliarsi più rigenerati.

Attività fisica

Su Fitbit Sense sono disponibili il GPS integrato, oltre 20 modalità di allenamento, il rilevamento automatico dell'attività SmartTrack®, il livello e il punteggio di attività cardio.
Courtesy photo

“Mantenersi attivi fa sentire meglio. A tutte le età, eseguire regolarmente esercizi fisici permette di svolgere più facilmente le attività quotidiane senza eccessivo affaticamento e previene l’aumento di peso. I benefici dell’attività motoria sono moltissimi: aumenta la forza muscolare, migliora la funzione delle articolazioni e la densità ossea, le funzioni cognitive, aiuta la cura di ansia, depressione, ipertensione arteriosa, diabete tipo 2 e la prevenzione di alcuni tumori (colon, esofago, mammella, endometrio, vescica)” sottolinea la Dott.sa Invitti. C'è chi l'ha sempre saputo (e messo in pratica) e chi fatica a staccarsi da una routine troppo sedentaria. La buona notizia è che basta davvero poco per ottenere dei benefici: “Anche esercizi di ripetizioni muscolari di 10 minuti portano benefici alle persone con malattie croniche o anziani, e una persona sedentaria che introduce nella sua vita un’attività di intensità moderata come camminare 3 ore alla settimana a passo veloce, dimezza il rischio di mortalità legato alla sedentarietà”.

Courtesy photo

Come mantenere alta la motivazione

Per chi vuole iniziare, vedere i primi progressi in termini di performance e benessere è senza dubbio la miglior motivazione. Con Fitbit è facile tenerne traccia con oltre 20 modalità di allenamento basate su obiettivo, la mappa intensità allenamento su app mobile e la funzione Minuti in Zona Attiva, mentre le nuove playlist realizzate con i partner musicali Deezer e Spotify aiutano a trovare il giusto ritmo per ogni allenamento. Sul medio-lungo termine invece, un buon incentivo può essere rappresentato dalla condivisione di un obiettivo con chi ci sta accanto. Con le Fitbit Challanges, poi, sarà divertente mettersi (reciprocamente) alla prova.

Nutrizione

Courtesy photo

L'alimentazione può rappresentare la miglior medicina preventiva per molte malattie, o per controllarne il peggioramento. “I cibi che mangiamo hanno un forte impatto sulla comparsa di fattori di rischio come ipertensione, dislipidemia, iperglicemia e l’aumento dei livelli di insulina che oltre a precedere il diabete di tipo 2, favorisce anche la crescita di alcuni tumori” ci ricorda infatti la Dott.sa Invitti. Va da sé quindi l'importanza di una sana alimentazione, ma cosa si intende esattamente? “Significa una dieta bilanciata che fornisca tutti i macro e micronutrienti necessari a mantenere le funzioni dell’organismo nelle quantità appropriate per ogni singolo individuo (a seconda di età, sesso ed attività fisica che pratica) e senza demonizzare nessun componente”.

Con Fitbit è semplice monitorare i nutrienti e l’acqua che si assumono per raggiungere l’obiettivo di un’alimentazione bilanciata.
Courtesy photo

Varietà in cucina

Per assicurarsi una dieta il più possibile varia e bilanciata, seguire la stagionalità di frutta e verdura è un buon inizio. Utile è anche sperimentare nuove ricette, magari spaziando al di fuori dei nostri confini con piatti presi dalle tradizioni di altri Paesi (è anche un modo per "viaggiare" con la mente ora che ne abbiamo meno possibilità). Trovare nuove ispirazioni online o sfogliando delle riviste e aggiungere l'occorrente alla lista della spesa sullo smartwatch rende tutto più facile. Cucinare, mettere le mani in pasta, è anche un modo per combattere lo stress: ci aiuta a rallentare, a ritagliarci del tempo che non può essere affrettato, e non può farci che bene.

Smartwatch Fitbit Sense con 6 mesi di prova Fitbit Premium inclusi per i nuovi utenti acquista ora
Courtesy photo