A spasso per le 5VIE, tra arte e design

Gallerie, laboratori artigiani, showroom e palazzi d’epoca: la design week delle 5VIE torna ad animare la città con una nuova piattaforma digital dedicata e tanti eventi live. 5VIE D’N’A Design ‘n’ Art for a better world dal 28 settembre al 10 ottobre propone un ricco palinsesto per scoprire tutte le novità del settore

ex astris, alson gallery, via san maurilio, 11
Courtesy photo

Un incrocio magico di strade, cortili e palazzi storici, il distretto 5VIE, che negli anni abbiamo iniziato a conoscere e amare, torna protagonista della settimana del design milanese (dal 28 settembre al 10 ottobre) con un ricco palinsesto di eventi fisici e virtuali sotto il titolo titolo “5VIE D’N’A Design ‘ n’ Art for a better world” e una piattaforma digitale progettata per rendere il network ancora più smart.

Lo studio di design CTRLZAC con il progetto Transubstantia Paganus, alla chiesa di San Bernardino alle Monache, Via Lanzone.
Courtesy photo

Il quartiere, che prende il nome dal crocicchio dove si incontrano via del Bollo, via Santa Marta, via Santa Maria Podone, via Santa Maria Fulcorina e via Bocchetto è diventato negli ultimi anni il palcoscenico ideale in cui design, moda e cultura vanno in mostra: tra piccoli negozi, botteghe artigiane, gallerie ed edifici storici.

Giuseppe Mastromatteo, Eclipse, mostra On Seduction, curata da Giovanni Pelloso, 29 Arts in Progress Gallery, Via San Vittore, 13.
Courtesy 29 Arts in Progress Gallery

La manifestazione 2020 è ricca di eventi reali e digitali, organizzati attraverso un portale web che sarà lanciato il 28 settembre. Qui si potranno trovare tutte le informazioni necessarie per la visita, prenotare gli orari e consultare le regole di distanziamento. Registrandosi, l’utente accede alla piattaforma e naviga nei luoghi d’interesse presenti sulla mappa; entrandoci virtualmente ne esplora gli eventi e le installazioni. Trova inoltre i collegamenti tematici che lo porteranno a scoprire nuove realtà culturali, finestre aperte su mondi diversi. Gli eventi proposti durante 5VIE D’N’A sono poliedrici e centrati su cinque tematiche che esplorano le relazioni del design con l’arte, l’artigianato, il lifestyle e il tema della sostenibilità.

Hoperaperta. Totem & Tabù ovvero il Mondo Capovolto, mostra curata da Patrizia Catalano e Maurizio Barberis, Palazzo Recalcati, Via Amedei , 8
Courtesy photo

Tanti gli espositori virtuali: circa un centinaio tra designer, artisti, galleristi, ristoratori, negozianti, artigiani, e ancora di più le realtà culturali nazionali e internazionali coinvolte nel progetto. Moltissimi i progetti in digitale tra cui: Ex Astris (nella foto i apertura), JAMESPLUMB, Elena Salmistraro con Moooi carpets, Federico Peri per Purho Murano. Dei digital ambassador – tra cui Camilla Bellini, The Girl in the Gallery, Federica di Nardo e Pepite per tutti – guidano i visitatori alla scoperta degli eventi. Uno spazio istituzionale indispensabile quello del web, che quest’anno però avrà anche un risvolto giocoso. Il progetto di “gamification”, contenuto nella piattaforma e sviluppato in collaborazione con Project Fun, coinvolgerà infatti l’utente in una dinamica ludica dove la partecipazione sia digitale che fisica verrà premiata da punti e premi.

Purho Vasi Candel, Federico Peri, uno dei progetti presentati sulla piattaforma digitale.
Courtesy photo

Il 28 settembre non debutta solo la piattaforma web. Nel giorno dell’inaugurazione, 5Vie, propone un evento davvero esclusivo: la cantante lirica Altea Pivetta (con il suo progetto OpusAltea) cura in chiave contemporanea la messa in scena della Deposizione di Andrea De’ Ferrari (olio su tela della prima metà del secolo XVII), accompagnata da una riduzione dello Stabat Mater Dolorosa di Pergolesi, nella mistica cornice della chiesa di San Bernardino alle Monache. All’interno, l’installazione dello studio di design CTRLZAC con il progetto Transubstantia Paganus che sperimenta la materia sottile e fragile della particola per comporre vasi. Altri momenti – in streaming sulla piattaforma - saranno dedicati a grandi arie della Traviata di Verdi sempre a cura di OpusAltea.

Richard Yasmine, architetto d’interni e product designer sarà con i suoi lavori sulla piattaforma web.
Courtesy photo

Le location da visitare sono davvero moltissime e gli appuntamenti, dislocati in angoli esclusivi della città, si snodano tra vie strette e piccole piazze. Ecco alcuni indirizzi da segnare in agenda.

Palazzo Recalcati, in via degli Amedei 8, ospiterà due mostre: all’interno della prestigiosa casa d’aste Wannenes, il progetto collettivo curato da Patrizia Catalano e Maurizio Barberis rilegge e reinterpreta la relazione tra figure totemiche e tabù estetici con la mostra HoperAperta con Totem e Tabù ovvero Il Mondo Capovolto. Ci saranno alcune opere di art design firmate da Angela Ardisson, Maurizio Barberis, Alfonso Femia (AF* Design), Dario Ghibaudo, Duccio Grassi. Sempre negli spazi dello storico palazzo meneghino andrà in scena Untitled Blue, progetto tra arte e design di Studio La Cube per Camp Design Gallery.


La designer Ilaria Bianchi a Palazzo Monti, Via Vincenzo Monti, 5.
Nikola Lorenzin

Il cortile di Cesare Correnti 14 sarà dedicato al tema design e sostenibilità con Milano Tropicale, curato da Maria Cristina Didero con l’ultimo progetto di Erez Nevi Pana. Il designer israeliano, che ha già lavorato nel distretto, presenterà una nuova installazione immersiva che comprende un film sulle tematiche del veganismo, della sostenibilità e del surriscaldamento globale.

Il SIAM, la Società d’incoraggiamento d’arti e mestieri di via Santa Marta 18, punto di riferimento espositivo per 5Vie, ospiterà nel cortile interno Sara Ricciardi con il suo ultimo progetto No Sign Zone. Sempre negli stessi spazi: una video-mostra sul poliedrico spazio artistico berlinese Art Aia - La Dolce Berlin curato e diretto dall’attore e regista Giovanni Morassutti e i progetti dei designer Alberto Bellotti con Reiecta, Tommaso Spinzi, Raffaella Loi, Dorian Reinard, NùEVù, Sean Zhang e molti altri.

Giopato&Coombes, in mostra nel loro spazio in via San Maurillio 19. In foto il Cirque Chandelier.
Courtesy Beppe Brancato


I maestri artigiani, nelle storiche botteghe del quartiere mettono in mostra il sapere delle tradizioni in un’ottica di innovazione coadiuvati dall'artista Angela Florio che con il progetto ManifatturalMente realizzerà - usando materiali di scarto provenienti dai laboratori artigianali partecipanti - un arazzo dal disegno ispirato alle inferriate veneziane.

La Cube, Untitled Blue per Camp Gallery, a Palazzo Recalcati, Via Amedei, 8.
Courtesy Opfot

Anche quest’anno 5VIE vuole aggregare e fare interagire grandi temi culturali e sociali quali arte, design ed economia circolare e lo fa promuovendo la terza edizione del forum It’s Circular sull’economia circolare con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Milano e Assolombarda. Il forum si svolgerà nella giornata del 1° ottobre sempre in modalità ibrida tra live streaming e presenza presso la sede Assimpredil Ance di Via San Maurilio, 21.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Maison