Un appartamento a Londra firmato dall'interior designer Laura Hammet

Una town house ottocentesca a Kensington rinasce tra accessori sartoriali e marmi preziosi. Atmosfere d'epoca rivitalizzate da interventi contemporanei.

laura hammett, kensington, londra, town house, marie claire maison, ottobre 2020
Julian Abrams

Nella foto, sedute Venus, Camerich, in tessuto Holland & Sherry; due side table 3 Sisters, di Hamilton Conte; divano e tavolino custom-made. Sulle mensole: orologio Bailey Equestrian, LuxDeco, e ciotola Lama, Oka; vasi firmati da Kelly Hoppen. Sospensione Brooklyn, Andrew Martin. Camino in marmo Saint Laurent.



Elitario e lussuoso, Kensington figura al quarto posto nella cinquina dei quartieri più costosi di Londra. Si fregia del titolo di "borgo reale" attribuitogli dalla regina Vittoria, che qui vide la luce, oltre a vantare istituzioni come il Victoria and Albert Museum e la Royal Albert Hall. Su Vicarage Gate, a due passi da Kensington Palace Gardens e immersa nella tranquillità di una piccola via alberata, una palazzina di sei piani risalente alla seconda metà del XIX secolo è rinata a nuova vita. Il risultato del revamping sono tre appartamenti e una penthouse: autentico showcase per lo studio di Laura Hammett, specializzato in dimore prestigiose ai quattro angoli del globo, da Abu Dhabi a New York. «Ho studiato ogni dettaglio pensando a un professionista europeo di alto livello, amante del design e desideroso di ottenere il massimo della qualità mediante soluzioni sartoriali», spiega l'interior decorator britannica.

Tutti gli arredi del living, oltre al tappeto e alle tende, sono su disegno. Chandelier Custom Diamond, di Chelsom, come il lume da scrittoio Desk Hub Cap; cuscini in vari tessuti di Donghia. Applique della collezione Halcyon, LuxDeco, e lampada Rhett, Arteriors.
Julian Abrams

Un ritratto dell’interior designer Laura Hammett.
Julian Abrams
.

In un’altra area living, tavolo centrale e divano bespoke; poltrone vintage in velluto; cuscini di seta, Robert Allen. In primo piano, sul side table dalla struttura bronzea, luce Halcyon con base in quarzo, design Kelly Wearstler, LuxDeco. Tappeto su misura. Il camino è in marmo Saint Laurent.
Julian Abrams

La scala originale con ringhiera e corrimano in ferro battuto.
Julian Abrams

Nel soggiorno, scrivania e seduta di ispirazione vintage progettate su misura.
Julian Abrams

Nell’ingresso, sgabello Tinsu, Hamilton Conte, accostato alla stampa Night Shift II, di Luminaire.
Julian Abrams

La designer Laura Hammett.
Julian Abrams

Della struttura originaria, in aggiunta al magnifico involucro architettonico, Hammett ha preservato alcuni elementi fortemente caratterizzanti quali la scala d'epoca in ferro battuto di vibrante impatto e, sul retro, le vetrate variopinte delle finestre. Nel pieno rispetto dell'identità dell'antico edificio, ha puntato su uno stile classico contemporaneo con suggestioni parigine, dove il richiamo al presente è assicurato dalle scenografiche sospensioni di fattura attuale e da lavori di arte moderna acquisiti attraverso un'intensa ricerca presso gallerie, siti specializzati e negozi vintage, in zona e a Notting Hill. Sono presenze discrete, in perfetta sintonia con l'idea di un'eleganza senza tempo, laddove il décor si amalgama in ricercata e corale armonia rifuggendo da protagonismi ed eccessi.

Nel corridoio, tavolo in acciaio e legno .95 Matte, Eccotrading, e chandelier Griffith, di Arteriors. A sinistra, maxiopera scelta su Etsy; accanto alla parete vegetale creata da Glas Architects, scultura Bronze Figure on Branch, di Eccotrading. A terra, parquet in rovere, marmi Calacatta e Pietra Grey.
Julian Abrams

Nell’ingresso, specchio e consolle sartoriali, scultura Bronze Flight 9, Eccotrading.
Julian Abrams

Scultura Bronze Figure with Gold Ring, Eccotrading, nel bagno con lavabo su disegno, in marmo Saint Laurent.
Julian Abrams

L'atmosfera d'antan è accentuata da stucchi, pannelli ornamentali e archi attorno a porte imponenti, che irrompono sulla scena per catalizzare lo sguardo e condurlo verso gli spazi dell'abitazione destinati alla socialità: il living e il salotto, dominati dai camini di austera raffinatezza, in marmo nero Saint Laurent solcato da una rete di venature candide. La palette imperante è all'insegna del bianco, dei grigi e delle calde sfumature del legno dai misurati accenti ambra, verde e bronzo, in poetici rimandi ai colori del vicino Hyde Park. Lady Hammett gioca abilmente anche con i toni del blu, per evocare allo stesso modo le acque del parco. A sottolineare la continuità ideale in & out, ha previsto inoltre una parete vegetale a metà tra installazione green ed ecoartwork, affiancata dalla scultura dal titolo Bronze Figure on Branch: la sagoma umana soggetto dell'opera sembra concentrata a indicare la bellezza di quella creazione costruita con maestria botanica. Coup de théâtre per accogliere la natura in casa, innescando un incantevole effetto sorpresa.

Cuscini Jason D’Souza, lampada Visual Comfort & Co Rings, LuxDeco.
Julian Abrams


Incastonata in un arco, con il telaio in legno e la maniglia in bronzo, l’imponente porta a vetri progettata da Laura Hammett dona l’effetto sorpresa quando si varca la soglia del soggiorno ed enfatizza gli spazi, lasciando entrare la luce naturale. Il parquet è realizzato in rovere grigio a spina ungherese.
Julian Abrams

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito