A New York, il progetto di una residenza firmato da Adam Cassino

Area living in primo piano, ospitale e aperta alla mondanità. In una rilassata atmosfera salottiera, rivisitazione
in chiave attuale dello spirito Art Déco.

gianni franchellucci
Gianni Franchellucci

Nella foto, tre finestre ad arco donano luce al salone. I divani linea Stratus, le due poltrone Reginald, i quattro side table Nicholas, la lampada da terra e lo chandelier Arcachon sono tutti di Restoration Hardware; al centro, set di tavolini bassi Sceptre, Eichholtz; a sinistra, Trousdale Wing Chair, ModShop.




Vincente Minnelli, padre di Liza e delle più sofisticate commedie brillanti di Hollywood, avrebbe di certo trasformato in un set questa town house modernamente rétro, posizionata nell'Upper East Side, quartiere simbolo del lusso newyorkese: un concentrato di insegne esclusive, tavole stellate e santuari dell'arte (il Solomon R. Guggenheim Museum, la Frick Collection, il Metropolitan). Tra gli iconici edifici in arenaria rossa spicca l'Atterbury Mansion, villa urbana concepita nel 1901 dal celebre architetto Grosvenor Atterbury per il finanziere Julian Wainwright Robbins e appena restaurata.

La facciata dell’Atterbury Mansion (1901), che ospita questa town house.
Gianni Franchellucci

Un angolo conversazione davanti alla grande vetrata, arredato con la coppia di poltroncine Reginald rivestite in velluto grigio chiaro e il tavolino cilindrico Saunderson, tutto Restoration Hardware.
Gianni Franchellucci

È in questo building che è stata ricavata, al primo piano, l'abitazione protagonista del nostro servizio. «Uno spazio di rappresentanza, al contempo perfettamente vivibile nella quotidianità, che interpreta con gusto contemporaneo i canoni classici dello stile metropolitano», afferma l'interior designer Adam Cassino, titolare dello studio omonimo a Manhattan. È lui a firmare il progetto, fornito "chiavi in mano" al giovane proprietario: il dirigente di una multinazionale statunitense, che da un grattacielo di Miami si è trasferito qui assieme alla moglie e ai loro tre bambini. «Abbiamo perseguito con caparbietà una missione precisa, ovvero l'eleganza senza data di scadenza», prosegue Cassino.

Uno scorcio del living dominato dallo scenografico camino d’epoca, in contrasto con la tela Three Square Composition, Larry Zox; ai lati, simmetrici, i cabinet gemelli linea Elegancia, di Eichholtz, come i coffee table in primo piano Sceptre; divano serie Stratus, Restoration Hardware.
Gianni Franchellucci

Il riferimento è all'estetica neodéco, eloquente nel rigore lineare di volumi e arredi, nell'amore per le simmetrie (le ricorrenti coppie di complementi), nel libero uso in chiave optical del bianco e nero. Ispirazioni formali ammorbidite dal dialogo con geometrie organiche (esemplari le sinuosità dei tavolini specchianti di Eichholtz, elementi carismatici nel salone) e stemperate da una palette naturale. Rilassante e confidenziale, la tavolozza si declina nelle sfumature del beige e del grigio: grafite per i divani e polvere per le poltroncine, nuance sintonizzate sull'argento metallizzato delle luci. Dal velluto delle sedute al legno di noce americano lavorato a mano del tavolo da pranzo, i materiali sono caldi e tattili, compresi alcuni preziosismi, come lo zibrino che avvolge il side table cilindrico di Restoration Hardware e i filati ecologici di ultima generazione, quali la fibra di banano del candido tappeto nella stanza padronale.



Nell’area dining sono di ModShop il tavolo Corfu dal piano in noce americano lavorato a mano, le sedute linea Goldfinger e la madia Milan, decorata con i due artwork in vetro fuso Paloma Charger, da Global Views; lampade Porter, di Jonathan Adler. A muro, Visionary (2019), Nava Lundy.
Gianni Franchellucci

Il nitore assoluto degli ambienti è enfatizzato dalle numerose, immense vetrate e dallo slancio dei soffitti, mentre certi elementi vi si contrappongono con la loro monumentale carica decorativa, in primis il camino d'epoca nel living. La collezione di pittura d'avanguardia dei padroni di casa si inserisce con discrezione nel contesto; pezzi sapientemente collocati (qualcuno perfino nelle camere dei bimbi), espressione di una preferenza per l'astrattismo e i colori vivaci. L'effetto è di una leggera, sdrammatizzante ironia.

Il camino d’antan sovrastato da Three Square Composition (1978), dell’espressionista astratto Larry Zox; sofà modello Stratus, Restoration Hardware.
Gianni Franchellucci

Tavolo da pranzo Corfu e sedie Goldfinger, tutto ModShop, mentre il lampadario è parte della collezione Cannele, di Restoration Hardware.
Gianni Franchellucci

La camera padronale sfoggia linee nitide e uno studiato gioco black & white. Letto Mattingly, di Vanguard Furniture, e comodini bespoke, ModShop, con lampade dallo stelo in alabastro, Restoration Hardware; panca Asher King, di Interlude Home. Tappeto realizzato su misura in fibra di banano.
Gianni Franchellucci
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito