I safari più belli, dal Kenya al Sudafrica

Lodge da sogno, architetture sostenibili e glamping lungo le piste remote dell'Africa. Per avventure straordinarie.

image
Dook con Annemarie Meintjes

Nella foto di apertura: linee sinuose per la spettacolare area comune del Sandibe Okavango Lodge, in Botswana. Realizzata esclusivamente con materiali di recupero, si articola su vari livelli e include una rilassante lounge, un ristorante outdoor e un deck per avvistare gli animali.

Leoni, rinoceronti, spazi a perdita d'occhio fino ai crinali battuti dai bufali; la visione, nelle mattine serene, del Monte Kenya o delle nevi del Kilimangiaro. Sono le istantanee lungo le piste dei safari – parola che in lingua swahili significa "viaggio" – raccontate da grandi scrittori del Novecento in cerca di profondità esistenziale: Ernest Hemingway, Alberto Moravia, Karen Blixen. «Nel continente nero la natura è pura poesia. Orizzonti dilatati, tramonti indimenticabili, notti trascorse nel lusso discreto di accampamenti persi nel nulla», ci svela il fotografo Dook. Originario di Singapore e cresciuto tra gli atolli australiani delle Cocos, l'avventuroso professionista ha trascorso gli ultimi dieci anni a sud dell'equatore, «a due metri da un leopardo nel fitto del bush o contemplando migliaia di gnu in corsa nelle pianure». Risultato dell'appassionante lavoro è il volume Safari Style Africa (in collaborazione con Annemarie Meintjes, pubblicato dall'editore Hardie Grant), dal quale sono tratte le immagini di questo reportage. Il libro offre preziosi spunti per una vacanza in luoghi isolati e remoti, dove il paesaggio è di incontaminata, elettrizzante
bellezza.

La struttura e il décor del Sandibe Okavango sono su progetto di un pool internazionale formato da Michaelis Boyd Associates, Fox Browne Creative e Nicholas Plewman Architects. Il lodge utilizza pannelli solari, per ridurre al massimo le emissioni di co2.
Dook con Annemarie Meintjes
Due ospiti del Marataba Trails Lodge (area del Waterberg sudafricano) ammirano un branco di elefanti sull’altopiano.
Dook con Annemarie Meintjes


A ricevere i viaggiatori sono location che combinano servizi esclusivi, biodesign e un approccio sostenibile nei confronti del territorio e degli animali. «La nuova tendenza è offrire esperienze fuori dal comune, non replicabili altrove: dalla sorvolata in elicottero di lande ricamate da baobab e acacie all'incontro con le tribù locali, al trekking nella foresta per avvistare i primati. Tutto nel massimo rispetto dell'ecosistema; i lodge, infatti, affiancano attivamente associazioni votate alla protezione di specie a rischio di estinzione», precisa Joss Kent, Ceo di andBeyond, società di travel sudafricana specializzata in esplorazioni "su misura", nonché proprietaria di diverse strutture ad alto tasso glamour.

A sud della Namibia, la valle rosseggiante del Fish River, seconda al mondo per dimensioni dopo il Grand Canyon.
Dook con con Annemarie Meintjes
Primo piano di un ghepardo.
Dook con Annemarie Meintjes

Per chi è alla ricerca di una pacificante, terapeutica solitudine, le dépendance del Fish River – in Namibia, a due ore di volo dalla capitale Windhoek – sono strategicamente costruite al limitare di un antico canyon di granito e immerse in uno scenario lunare. Le giornate trascorrono contemplando l'altopiano roccioso e partecipando alle escursioni lungo la gola (a piedi, in bicicletta oppure in 4x4), per scorgere le zebre Hartmann di montagna e gli orici. Ammaliante l'habitat in Botswana, nazione baciata da un'affascinante ricchezza geologica. La ramata sabbia namibiana si infuoca a Sossusvlei e nella regione del fiume Kunene, in un pittoresco crescendo cromatico, poi lascia il posto ai radi cespugli tipici del clima subdesertico e infine al delta dell'Okavango: immensa scacchiera di terra e paludi, che muta in base alle stagioni. Le piogge sui plateau angolani creano sulla foce una delle maggiori concentrazioni di fauna selvatica del pianeta. Qui il rifugio Sandibe si annuncia con pareti ricurve e avvolgenti, in un elogio della forma organica che prosegue nella lobby dai morbidi sofà – con un camino a regalare una confortevole atmosfera domestica – e nelle stanze in legno di gusto contemporaneo.

Ancora un’immagine indoor del Sandibe Okavango Lodge, con il camino centrale per scaldare lo spazio nelle giornate più fresche. La copertura a volta e gli arredi sono tutti in varie essenze locali, mentre il lampadario e i lumi sono creazioni artigianali in vimini.
Dook con Annemarie Meintjes
Le celebri Victoria Falls sul fiume Zambesi, al confine tra Zimbabwe e Zambia.
Dook con Annemarie Meintjes

Proprio la vista sui corsi d'acqua è il fil rouge di molte destinazioni. Mentre accorrono per dissetarsi, gli animali si concedono facilmente ai binocoli e alle macchine fotografiche degli ospiti nei vari campi che costellano la Riserva di Sabi Sands, in Sudafrica. Nell'area dominata dalla biodiversità, a cinque ore da Johannesburg, il personale del Chitwa Chitwa allestisce ogni sera tavoli pieds dans l'eau illuminati da decine di romantiche lanterne. Lo stesso incanto si sperimenta in Kenya, nelle Highlands che "la leonessa Blixen", come l'avevano soprannominata i Masai, tratteggiava così nel celeberrimo romanzo La mia Africa:«Intorno a noi si apriva qualcosa di unico. A sud la grande zona di caccia; a ovest e a nord, la falda delle colline che parevano un parco, con dietro le foreste; oltre, la terra ondulata dei Kikuyu, più di centocinquanta chilometri, in un mosaico di piccoli campi di mais, boschetti di banani e terre da pascolo».

Una mandria di bufali neri, nell’Eastern Lowveld sudafricano; nell’area sorge anche il Chitwa Chitwa Lodge, partenza per i safari fotografici.
Dook con Annemarie Meintjes
Lungo il Chobe River, nella Repubblica del Botswana, si muovono indisturbati migliaia di elefanti.
Dook con Annemarie Meintjes

Un altro santuario, l'Arijiju, sfoggia un'architettura originalissima. Simile a un monastero provenzale, si raccoglie attorno alla corte scavata nel terreno, per ridurre al massimo l'impatto visivo e a privilegio della vegetazione che cresce rigogliosa perfino sul tetto. Procedendo verso meridione, arriva lo spettacolo del Serengeti: trentamila chilometri quadrati di savana, praterie e boschi che sconfinano in Tanzania, eden per gli amanti del glamping. Basta qualche giorno al Singita Explore per ritrovarsi catapultati in un mondo a parte, contemplando le zebre venute ad abbeverarsi nelle pozze di fronte all'infinity pool, partecipando a un picnic nella giungla e a edificanti incontri con i volontari impegnati nella lotta contro la deforestazione. Infine, la sera, occhi puntati verso il firmamento di una luminosità assoluta, non disturbata da alcuna fonte di inquinamento. Solo una commovente volta di astri pulsanti.

Il paesaggio rosso fuoco del Kunene, regione estrema della Namibia.
Dook con Annemarie Meintjes
In Namibia, la lounge del Fish River Lodge, dalle vetrate affacciate sul canyon.
Dook con Annemarie Meintjes

LODGE E GLAMPING NEL NOSTR CARNET


Botswana

Zambezi Queen

Questa crociera sul fiume Chobe abbina il lusso delle cabine al fascino del paesaggio che muta al ritmo della navigazione. Il tour di venticinque chilometri prevede fino a tre pernottamenti a bordo, con transfer privato dall'aeroporto di Kasane. Per due notti il costo parte da €965 a persona.

Parco nazionale del Chobe, zqcollection.com/zambezi-queen

Sandibe

Dodici suite con plunge pool. All'alba e al tramonto vengono proposte varie esperienze safari (bushwalk o tour in elicottero), mentre durante il giorno si può scegliere di navigare sul delta dell'Okavango. Il lodge è attivo nella campagna di protezione del rinoceronte. Da €970 a persona.

Chitabe, Okavango Delta, andbeyond.com

La mise en place per una romantica cena sotto un baobab gigantesco; siamo all’interno del Sandibe Okavango Lodge, sempre in Botswana.
Dook con Annemarie Meintjes

Kenya

Arijiju

Si soggiorna in un'elegante casa privata realizzata con materiali locali: Meru stone, metalli forgiati a mano e legno. Tra le attività, safari in bicicletta o in elicottero e cavalcate nella savana. Dalle finestre si ammira il monte Kenya. Per sei persone, da €7.750 a notte.

Laikipia, Kenyan Highlands, arijiju.com

L’elegante sala da bagno dell’Arijiju, in Kenya, con maxidocce, vasche in rame e lampadari di cristallo.
Dook con Annemarie Meintjes

Angama Mara

Tende deluxe (cento metri quadri), con piscina e deck aperto sul meraviglioso scenario della riserva Maasai Mara. Da non perdere l'incontro con i Masai, i voli in mongolfiera e i safari a piedi. Da €1.000 a persona per notte.

Mara Triangle, Great Rift Valley, angama.com

Namibia

Fish River

Nei venti chalet, dal letto si gode la vista sul canyon. Cene a lume di candela, la spa per rilassarsi dopo le escursioni e una piattaforma dove trascorrere una dolce notte sotto le stelle. Doppia da €200.

Fish River Canyon, fishriverlodge-namibia.com

Serra Cafema

Otto dépendance in un territorio remoto, sulle sponde del fiume Kunene. La proprietà è impegnata nella tutela ambientale e nel sostegno delle comunità locali. A partire da €500 a persona.

Skeleton Coast, Kaokoveld, wilderness-safaris.com/our-camps

Sudafrica

Chitwa Chitwa

A caccia (fotografica) dei Bigfive: i cinque grandi animali, ovvero bufali, elefanti, leopardi, leoni e rinoceronti. Approccio sostenibile declinato in luci a Led e in un avanzato metodo di riciclo delle acque. Suite da €700.

Parco nazionale Kruger, chitwa.co.za/en

Marataba Trails

Vanta due strutture: le cinque ecosuite del Mountain Lodge, affacciate su vallata e montagne, e le quindici sofisticate tende del Safari Lodge; più una treehouse sorprendente. Qui si organizzano anche ritiri yoga, da praticare a diretto contatto con la natura. Da €470 a persona.

Parco nazionale di Marakele, marataba.co.za

Tanzania

Singita Explore

Un glamping nel Serengeti, per respirare l'Africa di un tempo. Nessuna piscina, bensì una totale immersione nella wilderness, sotto scintillanti cieli notturni. Numerose le attività offerte: visita alle tribù, trekking e game safari. Ogni campo tendato, per una fino a tre persone, da €3.500 a notte.

Riserva di Singita Grumeti, singita.com/lodge/singita-explore

Una tenda del Singita Explore, esclusivo lodge nella riserva di Grumeti, in Tanzania. Il campo è privo di elettricità; in compenso vanta la presenza di uno chef, nonché di guide private per accompagnare i viaggiatori nei game drive e nelle visite alle comunità del posto.
Dook con Annemarie Meintjes

Ngorongoro Crater

Sembra un castello in versione africana con sontuosi dettagli barocchi (lampadari in cristallo, profusione di sete e velluti), che duettano in modo originale con i tipici colori terra e ocra dei villaggi. Location di grande impatto, sull'orlo di un cratere ricoperto da una vegetazione smeraldina. Da €950 a persona.

Riserva di Ngorongoro, andbeyond.com

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cooltravel