Design d'autore, eleganti architetture e atmosfere di charme

Con questo tris d'assi l'Hilton Lake Como vince la partita dello stile e gioca la carta di una sorprendente offerta gourmet con i suoi ristoranti e il rooftop bar.

image
Courtesy photo

Vetro, acciaio e scenografici volumi inondati dalla luce del sole, che fa vibrare i colori dei tessuti e dà una spiccata personalità agli arredi. Una palette di acromatici come passe-partout di indiscussa eleganza e materiali naturali quali legno e marmo scelti per vestire gli ambienti. A pochi passi da Villa Olmo sorge il nuovo Hilton Lake Como, una sofisticata struttura che sfodera un design dalle linee essenziali, tutto giocato sulla cura del dettaglio e sul savoir faire "made in Italy", ma non solo. A dare il benvenuto agli ospiti una facciata con ampie vetrate e finestre incorniciate da mattoncini che sembrano narrare la storia passata dell'edificio.

L’ingresso dell’Hilton Lake Como.
Courtesy photo
La reception dell’Hilton Lake Como.
Courtesy photo

Un tempo Tintoria Subalpina della città lariana - centro nevralgico per la produzione della seta e la lavorazione dei tessuti - questa costruzione è oggi frutto di un attento revamping curato dagli architetti Monica Limonta e Dario Pietro Cazzaniga. «Abbiamo rispettato lo spirito del luogo adattandoci allo scheletro dell'edificio e creando gli spazi in modo da enfatizzarne il passato», raccontano all'unisono i due progettisti. Non a caso la luminosa lobby è pensata come le «classiche serre a lago (tipiche in zona quelle di Villa del Grumello, ndr), mentre un po' ovunque abbiamo richiamato il razionalismo comasco o materiali che ricordassero la vicinanza dell'acqua». A fare il resto la scelta di arredi e complementi di brand d'eccellenza. Per gli imbottiti - vestiti da tessuti Limonta - si spazia da B&B Italia a Cassina, passando per Molteni e Flexform; mentre lampade e sospensioni sono griffate Vibia, Flos, Artemide, Santa & Cole. Minotti firma, invece, le sedute nelle camere e le poltroncine del ristorante.

Una delle camere con vista lago.
Courtesy photo

Hilton Lake Como conta 170 camere - di cui diciotto suite e una Presidenziale - molte con vista lago e alcune su due livelli. Di sicuro effetto le suite dal soffitto in vetro, autentico caleidoscopio sul cielo stellato, o la terrazza di 150 metri quadrati, con jacuzzi e fioriere della camera 511, ovvero la suite presidenziale abbellita con oggetti décor e scatti in bianco e nero di Ugo Panella, gli stessi disposti negli ambienti comuni dell'hotel scelti per richiamare le icone del lago.

Il living della Suite Presidenziale.
Courtesy photo
Una delle suite su due livelli, con tetto in vetro.
Courtesy photo

Ma non è ancora tutto, perché l'hotel vanta anche tre ristoranti e bar dai nomi evocativi. Come un vero e proprio fil rouge... ci sono il Taffeta e il Satin al piano terra, i cui nomi - appunto - riecheggiano i gloriosi fasti dell'antica tintoria. Sulla sommità dell'edificio svetta invece Terrazza 241: tempio gourmet della chef de cuisine Tiziana Quartarone, si distingue per una carta sfiziosa dove trovare il polpo servito con pomodorini confit, germogli di barbabietola e un dressing all'alga spirulina, ma anche l'abbacchio scottadito, le puntarelle e il carciofo, gourmandise che celebrano le radici romane della chef. Altrettanto sfizioso il menu del Satin, tra le cui proposte si fanno notare l'insalatina di asparagi marinati, formaggio di capra e crostini fritti oppure i ravioli di pesce con calamari, bisque di crostacei e basilico.

Un angolo del ristorante Satin.
Courtesy photo

Finger food, tè all'inglese (le pregiate miscele de La Via del Tè), vini, champagne e cocktail si gustano al Taffeta o - di sera - al bar di Terrazza 241 con musica dal vivo e un interessante calendario di eventi. Sul rooftop, tra l'infinity pool e la vasca con acqua riscaldata, da maggio a ottobre ci sarà un concerto al mese. E l'8 giugno persino una preview de La Traviata - con archi e pianoforte - in collaborazione con il Teatro Sociale di Como, proprio per dare il la alla stagione lirica estiva. Per un'esperienza polisensoriale, all'Hilton Lake Como ci si può regalare tanto relax. Oltre alla piscina sulla terrazza ci sono anche l'Eforea Spa e un Health Club con palestra, piscina coperta di acqua termale (côté design si dividono la scena gli arredi outdoor di Kettal e quelli di Campeggi, sono di quest'ultimo brand i lettini della Spa e alcune chaise longue nelle camere). Anche qui il trait d'union con la tradizione tessile lariana non manca. Difatti una delle beauty session è il Silk Treatment, massaggio "signature" alle proteine della seta, con prodotti e olii Elemis ricchi di arnica, mentolo e canfora. Per vivere a pieno l'atmosfera rilassante che si respira da queste parti.

La rooftop pool di Hilton Lake Como.
Courtesy photo

Info: www.hiltonhotels.it/italia/hilton-lake-como/ - Via Borgo Vico 241 - Como - tel. 031 3382611

Un altro scorcio della rooftop pool.
Courtesy photo
La piscina coperta, di acqua termale, negli ambienti dell’Eforea Spa & Health Club.
Courtesy photo
Una veduta della corte interna e della lobby caratterizzata dal suo scenografico "glass cube".
Courtesy photo


Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cooltravel