Cornovaglia poetica, alla scoperta di paesaggi fiabeschi

Viaggio nell'affascinante regione del Regno Unito, tra manieri e coste amati anche da Virginia Woolf.

image
Matteo Carassale


Nuvole basse accarezzano felci, ciuffi d'erba e rocce. Brezze salmastre avvolgono brughiere e praterie, esaltandone i profumi. Dalla costa oceanica all'entroterra, fino ai villaggi di pescatori sulla Manica, la Cornovaglia sfodera paesaggi carichi di pathos, dove cielo, mare e terra sembrano stringersi in un abbraccio. Proprio come accade a Land's End: scogliere in granito, simili a sentinelle, sorvegliano l'ultimo lembo d'Inghilterra, battuto dalle onde dell'Atlantico. Un panorama senza eguali, che compete in bellezza con St Agnes Head, promontorio punteggiato dai ruderi di una miniera e proteso su spiagge bianchissime, set della popolare serie televisiva Poldark. Scenari più gentili, fatti di distese verdi e boschi di querce, cingono tenute sconfinate e nascondono alla vista dimore storiche. E' il caso di Lanhydrock e Pencarrow, nei pressi di Bodmin.

Circondata da un fitto bosco di querce, faggi e frassini, la maestosa gatehouse sul viale di fronte a Lanhydrock, residenza signorile d’epoca tardovittoriana appartenuta a Thomas Charles (1844 − 1930), visconte ed esponente del Liberal Party, che qui visse con la moglie Mary e i loro nove figli.
Matteo Carassale

Se nelle sale della prima, gioiello di architettura vittoriana, si respirano ancora i fasti della dinastia di politici e banchieri Agar-Robartes, l'altra − forte di un passato altrettanto glorioso − è abitata dai discendenti dei fondatori di Lloyds Bank. "Qui nell'estate del 1882 Arthur Sullivan, noto librettista inglese, compose l'opera comica Iolanthe; in tempi più recenti, invece, sono passate in visita Margaret Thatcher e Judy Dench", racconta la proprietaria Iona Molesworth-St Aubyn. Tra boiserie in ciliegio e librerie intervallate da passaggi segreti si stagliano ritratti di ammiragli e dame di Henry Raeburn, Joshua Reynolds e Rosalba Carriera. Di quest'ultima, astro del Settecento veneziano, spicca un dipinto nella morning room di Prideaux Place, a Padstow; divide la scena con due pastelli di John Opie, pittore alla corte di Giorgio III.

Una sala di Pencarrow, a Bodmin, vista dalla porta segreta nella hall.
Matteo Carassale
Il living del boutique hotel Chapel House, a Penzance.
Matteo Carassale

Il pavone Prinny nei giardini di Pencarrow, green progettato da Sir William Molesworth.
Matteo Carassale

La carta da parati in un salone di Lanhydrock, a Bodmin.
Matteo Carassale

La biblioteca in legno di Prideaux Place, a Padstow. Esempio di Regency Gothic, stile in auge tra fine Settecento e inizio Ottocento, custodisce oltre seimila volumi e sfoggia una vetrata decorata con gli stemmi araldici delle donne sposate dagli eredi della famiglia Prideaux.
Matteo Carassale

Nelle ottantuno sale del maniero vivono Elisabeth e Peter Prideaux-Brune, quattordicesima generazione di una stirpe che subì alterne vicende durante la Guerra civile inglese (1642-51). Nel parco antistante, verso l'estuario del fiume Camel, pascola una colonia di daini allevati con amorevole cura, perché – narra la leggenda – se moriranno anche il casato si estinguerà. La Cornovaglia regala tutt'altra atmosfera verso il mare. Basta raggiungere Newquay, Falmouth e Porthleven per trovare le coste ventose battute dai surfisti, mentre St Ives richiama da inizio Novecento paesaggisti e pittori. A dare lustro a questi posti sono stati Ben Nicholson, Peter Lanyon, Bridget Riley e Barbara Hepworth: "Il dialogo tra scultura e pittura, le sperimentazioni del Modernismo e la nascita dell'Astrattismo hanno avuto da queste parti terreno fertile", afferma Sara Matson, curatrice della locale Tate.

Il nostro giornalista Danilo Ascani sulle scogliere granitiche di Land’s End, nella penisola di Penwith. Vicino alla costa, sullo scoglio di Carn Bras, c’è il faro di Longships, progettato da Samuel Wyatt; qui nei giorni di cielo terso si scorge, più in lontananza, l’arcipelago delle Scilly.
Matteo Carassale

Una veduta panoramica di St Michael’s Mount con il castello e la chiesa edificata nel 1135 da Bernard du Bec, abate benedettino di Mont Saint-Michel, in Normandia. Tra gli ambienti più belli del maniero spiccano le Sale Blu, ricavate trasformando una cappella del XV secolo.
Matteo Carassale

La costa tra Porthleven e Falmouth.
Matteo Carassale

Una camera da letto al piano superiore di Prideaux Place.
Matteo Carassale

Her Ladyship’s Boudoir, sala per il tè nella dimora Lanhydrock.
Matteo Carassale

Una veduta di St Ives e, al largo, il faro di Godrevy (che ispirò Gita al faro a Virginia Woolf).
Matteo Carassale

Anche Virginia Woolf frequentò St Ives e fu proprio il solitario Godrevy lighthouse a ispirarle Gita al faro. Di fronte alla cittadina di Marazion – tra nebbie e maree altrettanto poetiche – appare St Michael's Mount, isola dedicata all'arcangelo Michele ed ex sede di un priorato benedettino fondato nel XII secolo. Di gran lunga più antichi sono il dolmen di Lanyon Quoit, sulla strada per Penzance, e gli Hurlers Stone Circles, monoliti datati tra l'era tardoneolitica e l'età del bronzo, disposti in cerchio alle porte del villaggio di Minions. Testimoni di un passato avvolto nel mistero e singolari pietre miliari di una regione dal fascino irresistibile.

Sulle romantiche scogliere tra St Agnes e Porthtowan sorgeva Wheal Coates, miniera di stagno in attività tra il 1802 e il 1889. Oggi sono ancora visibili i ruderi della Towanroath Pumping Engine House: costruita nel 1872, serviva per pompare acqua e azionare le macchine rudimentali.
Matteo Carassale

Una volpe rossa tra le felci, a Land’s End.
Matteo Carassale

La rada tra la costa di Marazion e l’isola di St Michael’s Mount.
Matteo carassale

Un gruppo di studenti d’arte della Brannel School di St Stephen in visita alla Tate St Ives.
Matteo Carassale

Lo sculpture garden del Barbara Hepworth Museum, a St Ives.
Matteo Carassale
La Chevy Chase Room nel castello di St Michael’s Mount. Ex refettorio del priorato benedettino, nel corso del Cinquecento fu trasformato innalzando il tetto e aggiungendo il fregio a cui deve il nome: Chevy Chase è il titolo di una ballata sulla storica battaglia di Otterbourne (1388).
Matteo Carassale

GUIDA: LUOGHI, MUSEI, RISTORANTI E HOTEL DI CHARME

Organizzare

Ufficio del turismo. Percorsi pronti a svelare la Cornovaglia on the road, esperienze da fare seguendo il corso delle stagioni, hotel di charme e siti archeologici dal misterioso passato. Sul portale Visitbritain tutte le informazioni necessarie. visitbritain.it

Vedere

Prideaux Place. Questa dimora, esempio di architettura elisabettiana risalente al 1592, vanta ottantuno tra camere e saloni, un giardino formale, un parco con molti daini. Padstow, prideauxplace.co.uk

Pencarrow. Ultimata nel 1766, la fastosa residenza georgiana è tuttora abitata dai discendenti dei Molesworth-St Aubyn. Nella collezione d'arte, alcuni ritratti eseguiti da Henry Raeburn. Bodmin, pencarrow.co.uk

St Michael’s Mount. Piccola isola dedicata al noto arcangelo, come Mont Saint-Michel, in Normandia. Ospita un castello, una chiesa medievale e torri di guardia. Marazion, stmichaelsmount.co.uk

Barbara Hepworth Museum & Garden. Casa museo e sculpture garden dell'esponente del Modernismo. Numerose opere sono collocate proprio laddove le volle Hepworth, che disegnò il giardino con il compositore Priaulx Rainier. Barnoon Hill, St Ives, tate.org.uk/visit/tate-st-ives

Land’s End. Sulla punta più occidentale della Cornovaglia si apre un paesaggio di scogliere di granito e sentieri a picco sulla costa atlantica. Fa da sentinella il faro di Longships. Sennen, landsend-landmark.co.uk

LanhydRock
Sontuosa magione vittoriana con un parco di novecento acri. Sorprendenti le cucine ai piani bassi e i saloni per i ricevimenti, che testimoniano la cesura tra la vita below stairs (della servitù) e upstairs. Bodmin, nationaltrust.org.uk

Mangiare

The kitchen. Nella corte di un vecchio birrificio sorge un ristorante che offre solo piatti a base di prodotti biologici ed erbe spontanee, pescato del giorno e cacciagione come la pernice; dessert molto British, a base di rabarbaro. 4 Old Brewery Yard, Falmouth, thekitchenfalmouth.co.uk

Porthmeor Café. Di fronte alla Tate St Ives e sulla spiaggia meta di surfisti a cui deve il nome, questo è il posto giusto per gustare sandwich con Cornish crab (granchio della Cornovaglia) e insalate ai frutti di mare. Porthmeor Beach, St Ives, porthmeor-beach.co.uk

Comprare

Daphne's antiques. Un piccolo negozio dove trovare specchiere con cornici dorate, strumenti navali d'epoca come bussole e carte nautiche, ma anche arredi e oggetti décor del Settecento. 17 Chapel Street, Penzance

Leach pottery. Fondato nel 1920, questo laboratorio di ceramica è anche shop, spazio espositivo per mostre temporanee, piccolo museo e sede di corsi per artigiani e principianti. Higher Stennack, St Ives, leachpottery.com

Marmalade Antiques. Consigliati dai proprietari Vikki e Nick, qui si acquistano porcellane Wedgwood degli anni Venti, cabinet della manifattura Globe-Wernicke, vetri e piastrelle d'epoca. 23a High Street, Falmouth. marmalade-antiques.co.uk

Radmore’s of truro. Come in uno scrigno d'altri tempi, questa gioielleria offre un'ampia gamma di monili antichi e creazioni moderne. Tra le rarità si spazia dalle gemme in stile georgiano ai bijoux di foggia vittoriana. 1/2 Duke Street, Truro, truro-jewellery.co.uk

The customs, house gallery. Spazio espositivo e per la vendita di tele, foto, sculture e ceramiche di artisti locali. Ora è in corso la personale di Andrew Barrowman, pittore inglese di poetiche marine. Commercial Road, Porthleven, www.cornwall-art.co.uk

Dormire

Chapel house. Sei camere, tutte vista mare, in un edificio georgiano risalente al 1790. Appena inaugurate le nuove unità sul giardino, con salottino e minikitchen, per soggiorni più lunghi. Doppia da €184. Chapel Street, Penzance, chapelhousepz.co.uk

Hotel tresanton. Trenta camere in cinque casette arredate con artwork e oggetti selezionati da Olga Polizzi, proprietaria di questa struttura indipendente e director of design per Rocco Forte Hotels. Doppia da €257. 27 Lower Castle Rd, St Mawes, tresanton.com

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cooltravel