I 10 migliori Art Hotel del mondo

Dalle opere di Franz West a quelle di Bansky. Giro del mondo, ad alto tasso artistico, negli alberghi che sfoggiano le collezioni più autorevoli.

image
Courtesy Photo nella grafica di Silvia M. Reppa

Ristoranti e bar personalizzati da installazioni luminose e lobby che sfoderano opere degne del Louvre, ma anche creazioni XL di artisti contemporanei. Protagonisti i cinque stelle progettati come gallerie. Così, se un'Elisabetta II in pixel colorati dà il benvenuto agli ospiti del Nhow London, il 21C Museum Hotel di Oklahoma City ospita ironici pinguini di cracking art, mentre un enorme ragno in bronzo di Louise Bourgeois sembra sorvegliare la corte interna del Fife Arms, in Scozia. Inaspettati i murales firmati Bansky nelle camere del Walled Off Hotel di Betlemme; imperdibile l'eccentrico chandelier di Pipilotti Rist nel living della Durslade Farmhouse a Bruton, proprietà nel Somerset dei galleristi Hauser & Wirth (come il Fife Arms). Di ben altra foggia le tele caleidoscopiche di Frank Stella all'Augarten Art Hotel di Graz, quelle di Tracey Emin e Carsten Höller nell'oasi provenzale di Villa La Coste e le litografie di Pablo Picasso esposte al St Regis di Singapore. Molto autorevole è pure la collezione del Romeo Hotel di Napoli, dove ammirare, tra i tanti, capolavori di Guttuso, Schifano, Paladino e Jodice. Non meno interessanti i dipinti di Henri Matisse e Raoul Dufy nelle eleganti suite del parigino Hôtel de Berri: qui arte e art de vivre sono un tutt'uno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Nhow London
Courtesy Photo

Londra
Di nuovissima apertura sulla scena londinese, questo hotel − situato tra la City, Islington e Shoreditch − sfoggia interiors dalla forte personalità, decorati con installazioni e opere dei creativi di Project Orange. Giocato sul contrasto fra tradizione e nuovi trend, si distingue per il suo ristorante e bar (nella foto): spazio in cui una colonna centrale con schermi Led proietta immagini in pixel della regina Elisabetta. Stupefacenti il missile in versione Big Ben pronto al decollo disposto nella lobby − esplicito riferimento alla Brexit − e le immagini fuoriscala di Enrico VIII, che decorano le sale da bagno dal twist estremamente contemporaneo. Macclesfield Road 2, nhow-hotels.com


2 Durslade Farmhouse
Foto, Matthieu Salvaing

Bruton

Fuori un casale inglese del Settecento, sul quale Martin Creed ha esposto l'installazione luminosa Everything is Going to Be Alright (nella foto); dentro sei camere che accolgono, tra i tanti, lavori di Guillermo Kuitca, Paul McCarthy, Phyllida Barlow e Pipilotti Rist. Nella galleria adiacente − l'autorevole Hauser & Wirth Somerset − ambienti dal design contemporaneo fungono da ribalta a opere di respiro internazionale. Fino all'8 settembre è in programma Unconscious Landscape. Works from the Ulrika Hauser Collection, mostra tutta dedicata ad artiste donne quali Eva Hesse, Maria Lassnig e tante altre. Dropping Lane, dursladefarmhouse.co.uk









3 21c Museum Hotel
Courtesy Photo

Oklahoma City
Quello che un secolo fa era uno stabilimento della Ford oggi è
un sofisticato hotel sede di mostre temporanee, installazioni e workshop con nomi emergenti. Nel fitto calendario di appuntamenti spiccano proiezioni di docu-film, reading di poesia e performance live di giovani creativi. A esaltare i volumi di questa struttura diverse opere di cracking art − come i Purple Penguins esposti sulla terrazza − o artwork dal piglio ironico e al contempo impegnato. Un esempio è proprio Brasil (nella foto), opera realizzata dal messicano Héctor Zamora nel 2013 per riflettere sul progresso dell'America Latina. W Main Street 900, 21coklahomacity.com



4 St Regis
Courtesy Photo

Singapore
Questo hotel vanta una collezione che spazia da Chen KeZhan − artista distintosi alla Biennale di Venezia nel 2001 − a Georgette Chen, passando per Fernando Botero e Sam Francis. Se alle pareti dell'Astor bar (nella foto) sono esposte delle litografie di Pablo Picasso, nella suite presidenziale si stagliano tele di Marc Chagall e dell'astrattista statunitense Mark Tobey. Ogni giorno, alle diciotto, va in scena The Art of Living, tour del cinque stelle guidato da un maggiordomo. Tanglin Road 29, marriott.com






5 Fife Arms
Foto, Sim Canetty-Clarke

Braemar
Nel cortile interno un ragno gigante sembra montare la guardia (nella foto, Spider, scultura del 1994 di Louise Bourgeois), mentre all'interno delle quarantasei camere sono esposti acquerelli della regina Vittoria e tele di coloristi scozzesi, come John Maclauchlan Milne e Archibald Thorburn. Ma a rendere unico questo cinque stelle immerso nelle Highlands sono in primis le opere di Francis Picabia e Lucien Freud, oltre agli scatti di Man Ray e Martin Creed. Sorprendenti pure alcuni capolavori di Pablo Picasso e due chandelier realizzati dall'indiano Subodh Gupta e dal californiano Richard Jackson.
Mar Road, thefifearms.com

6 Augarten Art Hotel
Courtesy Photo

Graz
A fare da cornice a più di quattrocento opere non sono solo le cinquantasette camere, ma anche il bar, la corte interna e la piscina coperta. Sulle scale, i quadri di Elke Graalfs (tra i quali Michael, nella foto); nella lobby, artwork di Frank Stella, Maria Lassnig, Franz West. I volumi in acciaio e vetro progettati dall'architetto Günther Domenig custodiscono inoltre stampe di Gottfried Helnwein, sculture di Erwin Wurm e dipinti di Hermann Nitsch, esponente dell'Azionismo viennese.
Schönaugasse 53, designhotels.com/augarten-hotel


7 Villa La Coste
Courtesy Photo

Le Puy-Sainte-Réparade
Un resort votato all'architettura e all'arte composto da ventotto ville, un padiglione per la fotografia progettato da Renzo Piano e una galleria disegnata da Tadao Ando. Sulla proprietà − nel cuore della Provenza − sorge pure una cantina firmata Jean Nouvel. Imperdibili le sculture che adornano il parco: daCrouching Spider di Louise Bourgeois fino a Small Crinkly di Alexander Calder. Nelle sale, tele e installazioni di Lee Ufan, Richard Serra, Ai Weiwei, Tracey Emin e Carsten Höller.
Route de la Cride 2750, villalacoste.com

8 The Walled Off Hotel
© The Walled Off Hotel

Betlemme

La vista è singolare, perché l'edificio si affaccia sul muro che divide Betlemme da Gerusalemme. E le camere sono personalizzate da Bansky, artista e writer inglese la cui identità resta tuttora sconosciuta. Se Pillow Fight (geniale artwork protagonista di questa immagine) caratterizza la stanza numero 3, nelle altre si trovano pareti decorate con i lavori del palestinese Sami Musa e della canadese Dominique Pétrin. Fil rouge di tutte le opere è proprio il conflitto israelo-palestinese, mentre il nome dell'hotel ("Albergo fuori dal muro") fa il verso alla lussuosa e più nota catena dei Waldorf Astoria. Caritas Street 182, walledoffhotel.com

9 Romeo Hotel
Courtesy Photo

Napoli
Un'autentica galleria d'arte in cui ammirare opere di Renato Guttuso, Mario Schifano, Mimmo Paladino, Mimmo Jodice. Ma anchedivertenti installazioni come Passeggiata di un primate (nella foto), dell'artista napoletano Sergio Fermariello, che ha realizzato pure i nuovissimi tavoli del ristorante Il Comandante, tempio gourmet al decimo piano dell'hotel premiato con una stella Michelin. Tra la lobby e la cigar room adiacente al bar 9850, persino artwork firmati da Francesco Clemente.
Via Cristoforo Colombo 45, romeohotel.it

10 Hôtel de Berri
Foto, Eric Laignel

Parigi
Proprietà dei Dokhan, albergatori e noti collezionisti, questo cinque stelle si distingue per le sue settantacinque camere e suite ornate con opere di Henri Matisse, Raoul Dufy e Alberto Giacometti. La lobby (nella foto) e la sala delle sculture accolgono, invece, busti in marmo e modellini di statue realizzati nei laboratori del Louvre. Alle pareti del ristorante Le Schiap − tempio gourmand dedicato a Elsa Schiaparelli, che visse quarant'anni in uno dei tre palazzi oggi parte dell'hotel − c'è una pittura murale di Hippolyte Romain. Perla della Luxury Collection, il de Berri vanta pure arredi di David Hicks e Jean-Michel Frank. Rue de Berri 18/22, marriott.com

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cooltravel