Al via a Bergamo il summit mondiale del paesaggio

image
courtesy photo

Piante e progetto: un binomio di grande attualità, che fino al 23 settembre punta i riflettori del mondo del verde sulla città di Bergamo, per l'ottava edizione della manifestazione I maestri del paesaggio.

Uno scorcio della Green Square, allestita in Piazza Vecchia, a Bergamo Alta.
courtesy photo

Il tema 2018, infatti, è Plant Landscape, un approfondimento sul ruolo chiave della flora per il clima, il suolo e la salute del pianeta, come invito a una maggiore sostenibilità.

Da sinistra, Maurizio Vegini, presidente di Arketipos e ideatore dell’iniziativa, il paesaggista olandese Piet Oudolf, Leonardo Tagliabue e la paesaggista Lucia Nusiner.
courtesy photo

“Occuparsi di paesaggio significa pensare con responsabilità al futuro. Il tema di questa edizione di Maestri del Paesaggio corona l'idea dell'incontro tra natura ed esseri umani”, afferma Claudia Maria Terzi, assessore alle infrastrutture e mobilità sostenibile di Regione Lombardia.

Uno scorcio della Piazza Verde, in Bergamo Alta
Dario Fusaro

L'ospite d'eccezione, dunque, non poteva che essere la star del verde olandese Piet Oudolf, massimo esponente del movimento "New Perennial", nonché autore di sublimi arazzi vegetali ad alta biodiversità, capaci di valorizzare la bellezza delle erbacee perenni nel loro continuo mutare, durante l'intero ciclo vitale e le quattro stagioni.

L’interno dell’ottocentesco Teatro Sociale di Bergamo Alta, dove ha sede il meeting dei paesaggisti.
Leonardo Tagliabue

Per la rassegna, Piet Oudolf − già autore della High Line di New York e del Millenium Park di Chicago − ha regalato un cuore verde a Bergamo Alta con la "Green Square", reinterpretazione paesaggistica di Piazza Vecchia con fiori e graminacee nei toni blu e viola.

L’allestimento della mostra La Quotidianità del Legno, uno tra gli eventi collaterali.
courtesy photo

Molte le iniziative in programma. Evento clou, il 21 e 22 settembre, l'International Meeting dei garden designer (il 21 e 22 del mese), con firme internazionali del calibro di Piet Oudolf (Paesi Bassi), Louis Benech (Francia), Sandra Piesik (Regno Unito), Bjarke Ingels (Danimarca), Atelier Le Balto (Germania), Filippo Pizzoni (Italia), Sarah Eberle (Regno Unito).

Il paesaggista olandese Piet Oudolf, autore della Piazza verde.
wilcovandijen.nl

Per la sezione Green Design, piazze, corti e giardini apriranno le porte ai visitatori ospitando le aziende dell'outdoor design con allestimenti dedicati.
Il programma completo, su www.imaestridelpaesaggio.it

Il paesaggista francese Louis Benech, tra i protagonisti del meeting.
Eric Sander
Il paesaggista e storico del paesaggio Filippo Pizzoni.
matteo carassale
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Giardini