Giochi di prestigio

I giardini fiabeschi di Orticolario, che chiude la decima edizione all'insegna della massima creatività.

image
Luciano Movio

I giochi sono fatti! Si è conclusa all’insegna della massima creatività l’edizione più spettacolare di Orticolario, evento culturale dedicato all’arte del giardino e del bello. Un grande show, quest’anno incentrato, appunto, sul tema del gioco, nella scenografia romantica del parco di Villa Erba, a Cernobbio (CO), dal 5 al 7 ottobre.

Gli spazi creativi in concorso - concepiti da garden designer ed artisti - hanno regalato al verde di Villa Erba ambientazioni ancor più fiabesche, deliziando i 28.000 visitatori con combinazioni vegetali belle e sostenibili e realizzazioni curate in ogni aspetto, degne di un grande show internazionale. Ed è cresciuto all’insegna della bellezza anche l’impegno dei singoli espositori e vivaisti, che hanno proposto nuove varietà, oggetti decorativi e pezzi d’artigianato in display altamente scenografici, talvolta ricreando dei piccoli giardini temporanei.

Ecco la nostra top ten delle meraviglie viste a Orticolario 2018, per celebrare la decima edizione della mostra ideata e presieduta da Moritz Mantero, con la direzione artistica di Anna Rapisarda (il ricavato dell’evento è destinato a sei associazioni benefiche del territorio).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 IL GIARDINO DA FIABA
LUCIANO MOVIO

Un racconto frutto della fantasia che riporta alla mente i ricordi d’infanzia. Così, Leonardo Magatti ha dato forma a una fiabesca radura nel bosco avvolta nella nebbia, dove scoprire una casetta dei sogni costruita con materiali di recupero da un bimbo curioso con l’aiuto del papà… Questo scorcio magico, incorniciato da un planting estremamente attuale (una prateria sostenibile di piante “povere” come Anemone japonica, Verbena bonariensis e graminacee) che ha fatto meritare al garden designer un triplice podio, con il premio “La Foglia d’oro del Lago di Como” per la migliore realizzazione, il premio “Stampa” e il premio “Gardenia”. www.vivailasiepe.com , www.green-passion.jimdosite.co...

2 LE PAROLE DEL MAESTRO
LUCIANO MOVIO

Ospite d’onore della manifestazione, Roy Lancaster, vicepresidente della Royal Horticultural Society, nonché celeberrimo cercatore di piante e noto scrittore e divulgatore della BBC, è stato insignito del premio “Per un Giardinaggio Evoluto 2018”. Nel raccontare la sua vita da giardiniere appassionato (aneddoti ed esperienze raccolti nel libro My Life with Plants) ha esortato i pollici verdi a sentirsi custodi del patrimonio naturale e del pianeta, attraverso il gesto amorevole del coltivare, che significa progettare e prendersi cura del futuro: “I giardinieri possono cambiare il mondo. E’ importante dare continui esempi”, ha affermato. E da guru illuminato che ha formato intere generazioni di botanici ha garantito: “Non è mai troppo tardi per diventare giardinieri”!

3 L'ORTENSIA RIVOLUZIONARIA
courtesy photo

Si chiama Hydrangea Runaway Bride Snow White’ ed è un’ortensia rivoluzionaria perché, come suggerisce il nome, le sue infiorescenze "corrono" lungo tutto il fusto, all’attaccatura di ogni foglia. Il risultato è una pianta coperta di candidi fiori che, da adulta (può raggiungere 1,2 metri di altezza, ha rami dal portamento espanso, leggermente arcuato). Ottenuta dall’ibridatore Ushio Sakazaki per la nota azienda inglese Thompson&Morgan, e già insignita del prestigioso riconoscimento mondiale di “Pianta dell’anno 2018” al Chelsea Flower Show di Londra, è stata presentata a Orticolario dal noto collezionista di hydrangee, magnolie e arbusti rari Mauro di Sorte di Vivai Tara (www.ortensiahydrangea.it), che si è guadagnato una citazione di merito della giuria botanica. Tra le altre novità viste in mostra, imperdibile, la NymphaeaJakkaphong', varietà compatta, interessante per i fiori bicolore e le foglie dai riflessi porpora, proposta da Davide La Salvia di Water Nursery e insignita del “Premio Novità” (www.waternursery.it).

4 GRAMINACEE DA GUINNESS
LUCIANO MOVIO

Il grande ritorno del maestro giardiniere Mario Mariani del vivaio di Novara Central Park a Orticolario si è tradotto in una strepitosa passerella nel verde vista lago: Disambiguazione. Il noto collezionista di graminacee, muschi e essenze da foglia (affiancato da Matteo Boccardo), infatti, ha allestito un percorso estetico/botanico giocato su colori e textures di erbe ornamentali nelle nuances dall’azzurro al bianco al porpora e arbusti rari. Meritatissimi, il premio come “Miglior Allestimento” della giuria estetica e la menzione della giuria tecnica per la collezione di Fargesia, ovvero i bambù non invasivi.

5 GLAMPING? C'E' LA TREE TENT
courtesy photo

La formula del glamping perfetto? Si eleva sempre più in alto! Grazie alle innovative Tree Tent presentate da Tentsile Italia, infatti, si può campeggiare con il massimo comfort e in estrema sicurezza anche sugli alberi. Questi modelli sono pensati per essere sospesi nel verde fissandoli agli alberi con tre tiranti particolarmente resistenti. Realizzati in nylon e poliestere alveolare rinforzato, con micro-zanzariera antinsetto e coperture antipioggia e antivento, sono disponibili in più misure, con un vano notte superiore per accogliere da due a quattro persone e un’area living sottostante in micro-zanzariera, per un’esperienza immersiva a stretto contatto con la natura. Il modello Stealth, ultima novità, ha addirittura tre ingressi. E per gioire in grande compagnia, è anche disponibile un sistema modulare per allestire un treecamp.

www.tentsileitalia.it

6 UN CARICO DI COLORI
Gaetano Zoccali

Iperscenografico, l’allestimento di Anna Tacca di Anna Flower Designer all’ombra del grande platano del parco ha messo in scena i colori più accesi! Un’infinità di fiori e foglie inaspettati, che entrano in scena come un carico di doni portati da un camioncino giocattolo rosso scarlatto. Inediti gli abbinamenti, con bouquet di clematidi, rose, aster, bacche e hydrangee e i sorprendenti foliage di una collezione di coleus (Plectranthus scutellaroides) nei toni dal ruggine al porpora. Dove porta il camioncino? Dritto alle meraviglie del nuovo flower store della designer, inaugurato a metà settembre in via San Rocco 38, a Gallarate (Va). www.annaflowerdesigner.com

7 GIOCHIAMO ALLA SOSTENIBILITA'
LUCIANO MOVIO

L’installazione spLaYce ship dal giovane garden designer monzese Mirco Colzani (da poco di ritorno da un’esperienza lavorativa in Australia) è un sorprendente giardino dei giochi a misura di bimbo, con tunnel, casette e nascondigli abilmente realizzati in rami intrecciati, per invogliare i più piccoli alla scoperta della natura. Ma è anche una realizzazione esemplare allestita con erbacee coltivate in proprio da Colzani oppure in alcuni vivai partner (assolutamente non forzate in serra), per proporre ai visitatori una nuova estetica sostenibile, che rispetta il ciclo naturale delle piante. Le sue bordure, infatti, mostrano orgogliose le più poetiche suggestioni d’autunno, con tanto di essenze sfiorite e romici già marroni. Nobili intenti ben messi in pratica, che hanno meritato il premio “Grandi Giardini Italiani” e il premio “Empatia”. www.mircocolzani.com

8 LE ESSENZE DI LEA
Elisa Benvenuti

Le Essenze di Lea è il nome del vivaio lucchese di Elisa Benvenuti e Marco Licheri, dove le piante coltivate sono soprattutto salvie: una collezione unica al mondo che raccoglie di oltre cinquecento varietà di queste perenni da fiore, tra le più interessanti per i display blu, viola e porpora d’autunno. Alcune decine di queste salvie sono addirittura state selezionate nel vivaio e dunque sono perfette per il clima italiano. Un’eccellenza in questo ambito, che ha vinto il premio della giuria botanica come “Miglior Collezione”, celebrando la pianta dell'anno di Orticolario 2018.

www.leessenzedilea.com

9 ELLEBOROMANIA
Gaetano Zoccali

Per non perdere di vista l’interesse invernale del giardino, la collezione di ellebori presentata da Althea Vivai è prodiga di sorprese pronte a sbocciare da febbraio fino a tarda primavera, con corolle di forme e colori molto diversi, dal bianco al giallo puro, dal rosso al nero. Queste erbacee perenni, sempreverdi, sono perfette per i giardini ombrosi. Il merito di Althea, oltre a proporne un’incredibile assortimento - incluse specie selvatiche ed novità ibridate nello stesso vivaio comasco - è di proporle sotto forma di piante giovani in vasetti di piccole dimensioni, dunque perfette per essere naturalizzate ed affrancarsi facilmente una volta in piena terra; in più, sono in vendita anche online. www.elleboro.com

10 LE BACCHE DEL GIOCOLIERE
Gaetano Zoccali

Con l’allestimento “A nascondino con Il Giocoliere”, ispirato alle opere del pittore cuneese Pier Enrico Guzzi, il vivaio I Giardini e le Fronde da declinato il tema del gioco proponendo una visione onirica della natura d’autunno. Lo stand, infatti, è stato allestito come un giardino denso di sentieri e nascondigli e disseminato di palloni da gioco, in pendant con la tela. A farla da padrone, una collezione di meli ornamentali da bacca - anche in varietà di dimensioni contenute, come 'Red Jewel' - accompagnati da graminacee e hydrangee. Un trionfo di calde nuances che ha meritato il premio come “Miglior esposizione di piante” della giuria estetica. www.igiardinielefronde.it

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Giardini