Il fior fiore della cucina panasiatica

Si chiama Magnolia ed è il nuovo gastro-bar in salsa jap del Four Seasons di Firenze.

image
Courtesy photo

Attraversare il Giardino della Gherardesca al Four Seasons di Firenze regala le emozioni di un sogno a occhi aperti: fontane, statue classiche e un tempietto in stile ionico tra aiuole, siepi e alberi secolari. Un viaggio nel tempo che ai tavoli del Magnolia (nella foto di apertura) - il nuovo GastroBar asiatico dell'iconico cinque stelle - si trasforma in un excursus fra sapori, profumi e suggestioni gourmand. Inaugurato da poche settimane e aperto fino a settembre, questo angolo di paradiso si trova proprio nella Villa, dalla parte opposta del Palazzo, i due sofisticati edifici che compongono il cinque stelle fiorentino. In mezzo un'oasi verde che sembra dare il benvenuto ai sentori dal twist panasiatico che fanno del Magnolia una meta per foodies esigenti e sopraffini.

Uno scorcio del Giardino della Gherardesca al Four Seasons di Firenze.
Courtesy photo

A mettere a punto una carta piena di sorprese lo chef stellato Haruo Ichikawa e Vito Mollica, acclamato chef del Four Seasons; mentre a firmare cocktail d'ispirazione orientale è il bar tender Karem Pasqualetti. Tra sedute blu e tavoli dal top azzurro che evoca i colori del mare o nello scenografico dehors, al Magnolia il menu riserva autentiche gourmandise. Per un viaggio memorabile tra ingredienti pregiati e cotture tali da esaltare il gusto dei piatti la scelta è davvero articolata.

Capesante scottate in salsa teriyaki.
Courtesy photo

I nostri must - tra i tanti - l'insalata di alghe miste e le capesante scottate in salsa teriyaki, ma anche il gambero rosso con carpaccio di wagyu giapponese e fiocchi di burrata. Impareggiabile delizia per il palato la tempura di crostacei al tè verde o il Nimono, un trionfo di verdure saltate, bambù, cardoncelli, patate taro, melanzane, carote, taccole e konjac cotti in salsa di soya e mirin.

Kakuni, pancetta di maiale kakuni al vapore marinata allo zenzero.
Courtesy photo

Da non perdere, per sperimentare il plus della cucina, il kakuni, una tenerissima pancetta di maiale kakuni al vapore, marinata allo zenzero (la cui cottura a bassa temperatura supera le venti ore!). Sul podio dei dessert c'è una delizia impareggiabile, ideale per gli amanti del tè in stile jap: il cremoso allo yuzu con gelato al matcha. Fuori dagli schemi e altrettanto entusiasmante lo shabu shabu di frutta, dolcetti agli agrumi e nuvole di riso profumate alle rose con liquore alle prugne. Sì... perché lo shabu shabu è un piatto salato, ma qui riletto in chiave dolce. Magnolia è a pieno titolo il nuovissimo fiore all'occhiello del Four Seasons di Firenze.

Il dehors del GastroBar Magnolia.
Courtesy photo

Info: aperto da martedì a domenica, dalle 17 alle 23, tel. 055 2626477, www.fourseasons.com - email magnolia@fourseasons.com

Il Nimono, verdure saltate, bambù, cardoncelli, patate taro, melanzane, carote, taccole, e konjac cotti in salsa di soya e mirin.
Courtesy photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gourmet