Maria Stefania Biondo: lezione di stile

Ispirazioni creative e savoir-faire nel rione Monti, a Roma. Il nostro incontro con una progettista e decoratrice di talento.

image
Helenio Barbetta

Il gusto vintage dona carattere a ogni stanza: indovinato come l’accostamento perfetto tra giacca e cravatta

Ubiquo Design – il nome che ha dato al proprio atelier – racchiude in nuce la sua filosofia: «Perché viaggiare alla costante ricerca di spunti creativi ti permette di apprezzare i colori esuberanti dell'Oriente come il rigore tipico del nord Europa», racconta Maria Stefania Biondo dalla Casapiccola. Progettista e interior designer dalla carriera ventennale, si divide tra Roma, Londra e Mosca. Forte degli studi in architettura e di una solida expertise in restauro e decorazione, ha imparato molto sul campo. «Misurarmi con artigiani, fabbri e falegnami mi ha consentito di calibrare la fattibilità di tanti progetti tailor-made, senza mai rinunciare alla personalità», spiega. Attratta dallo stile in voga tra gli anni Venti e Quaranta, nonché grande ammiratrice del design firmato Ettore Sottsass e Ico Parisi, ama dividere gli spazi creando librerie passanti oppure allestendo divani e tavoli su misura, «in grado di tradurre lo spirito del luogo, per garantire al committente stanze fascinose e stilisticamente coerenti», puntualizza.

Una vetrata décor e un camino passante separano la camera dal living. Divano con tessuto Designers Guild, sedute Anni 50 e artwork di Boetti.
Helenio Barbetta



La sala da pranzo arredata con tavolo di Ico Parisi, vasi firmati Ercole Barovier, sedie vintage di Silvio Cavatorta e applique su disegno.
Helenio Barbetta

Lo ha fatto di recente nell'appartamento protagonista di questo servizio, un ultimo piano con terrazzo nel cuore del romano rione Monti. «Demolite le pareti inutili, l'ho trasformato in un loft dai soffitti alti, con scenografici mattoncini a vista e pavimento in resina dall'originale effetto graniglia. Infine, ho puntato su una palette soft di grigi e ocra vellutati, abbinati a vibranti nuance di rosso che variano a seconda della luce». Tra i lavori più recenti di Maria Stefania ci sono pure una casa in Via dei Coronari e una villa d'epoca tra Ponte Milvio e Vigna Stelluti, rimanendo a Roma, nonché una dimora con giardino sul Lago Maggiore. Dal suo ricco portfolio sfodera inoltre gli interni di uno yacht commissionato da una cliente per la quale avevo già eseguito una ristrutturazione. «Ho sorpreso persino l'architetto navale sfruttando ogni angolo, che in un'imbarcazione è fondamentale», aggiunge con una punta di orgoglio. Lo stesso esibito quando parla di sua madre: «È stata la mia più grande fonte d'ispirazione: una donna davvero straordinaria! Non è mai diventata famosa, ma ha lavorato anche con Mario Schifano e Tommaso Barbi». Segno che il buon gusto è da sempre nel Dna della famiglia.

La facciata sul cortile ricoperta da vite americana.
Helenio Barbetta

Lampada da terra Stilux e sedute di Wunderkammer, store romano di arredi in Via del Boschetto, 100.
Helenio Barbetta

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Incontri