Le mostre più interessanti per un autunno all'insegna dell'arte

Dall'Europa a New York passando per la Louisiana: pittura, fotografia e grandi autori, nel nostro carnet.

image
Courtesy Photo nella grafica di Silvia Reppa

Star Warhol, Warhol & Friends. New York negli anni '80. Palazzo Albergati, Bologna. Dal 29/9 al 24/2/2019.

Da Bologna a Stoccolma, il genio della Pop Art è al centro di due attesissime esposizioni. Mentre al Moderna Museet di Stoccolma sta per arrivare Warhol 1968 (dal 15/9 al 17/2/2019), mostra che si sofferma sulla produzione dell'artista nell'anno in cui fu bersaglio di un terribile attentato, Bologna punta i riflettori su Andy Warhol e su personaggi del calibro di Jean-Michel Basquiat, Keith Haring, Julian Schnabel e Jeff Koons. Chiave di lettura di questa esposizione è il panorama culturale newyorkese degli anni Ottanta, tra economia e politica. palazzoalbergati.com

Mao, acrilico e serigrafia su tela realizzato da Andy Warhol nel 1973.
© The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2018 per A. Warhol


Arts & crafts. Homo faber. Fondazione Giorgio Cini, Venezia. Dal 14 al 30/9.

Una kermesse dedicata alla creatività e ai mestieri d'arte di tutta Europa, suddivisa in quattordici tappe tematiche, tra le quali spicca la sezione Il volto umano del lusso. homofaberevent.com

Cartier.
Courtesy Photo


Luci e Ombre, il giovane Tintoretto. Gallerie dell'Accademia e Palazzo Ducale, Venezia. Dal 7/9 al 6/1/2019.

«Nessun pittore ebbe mai una tale larghezza di vedute e questa profondità. Tintoretto fu quasi un profeta». A osannare Jacopo Robusti – questo il vero nome dell'artista veneziano – è lo scrittore americano Henry James. Ora la Serenissima gli dedica due mostre molto attese: una sulle opere degli esordi e l'altra (Tintoretto 1519 – 1594) sui capolavori che ne hanno fatto l'ultimo grande nome del Rinascimento italiano. mostratintoretto.it

Ritratto di uomo con una catena d’oro, 1560 circa.
Courtesy Photo


Meraviglie della camera oscura. Wopart. Work on Paper art fair. Centro Esposizioni, Lugano. Dal 20 al 23/9.

Giunta alla sua terza edizione, la fiera dedicata unicamente alle opere su carta si arricchisce di una nuova sezione: Emergent. Tra gli espositori più attesi le gallerie Monica De Cardenas, Raffaella Cortese e Lia Rumma. wopart.eu

Uno scatto della serie Contrazioni, di Stefano Tubaro.
Courtesy, MADE4ART, Stefano Tubaro


Melanconia d’artista, René Magritte. MASI Lugano, Lugano. Dal 16/9 al 6/1/2019.

Fil rouge di questa antologica consacrata a René Magritte è La linea della vita, conferenza con cui il maestro del Surrealismo delineò la genesi della sua opera al pubblico del Musée Royal des Beaux-Arts di Anversa, nel novembre del 1938. masilugano.ch

René Magritte, La grande guerre, 1964.
© Prolitteris 2018; Esther Grether Familiensammlung


Design organico, The Moon. Louisiana, Humlebæk. Dal 13/9 al 20/1/2019.

Un viaggio verso il satellite naturale della Terra. Protagonista di questa mostra è la Luna raccontata attraverso le opere di Robert Rauschenberg e altri artisti, come la designer Neri Oxman. È suo l'incredibile giubbotto spaziale Qamar, parola che in arabo vuol dire proprio "luna". louisiana.dk

Neri Oxman, giubbotto spaziale Qamar.
© Louisiana Museum of Modern Art


L’ora esatta. Christian Marclay: The Clock. Tate Modern, Londra. Dal 14/9 al 20/1/2019.

Si intitola The Clock ed è la videoinstallazione dell'americano Christian Marclay. Si tratta del montaggio di numerosi film e immagini tv di orologi, che attraversa diversi registri narrativi. Realizzato nel 2010, fu Leone d'Oro alla Biennale di Venezia l'anno dopo. tate.org.uk

Fermoimmagine della videoinstallazione The Clock di Christian Marclay.
Courtesy White Cube/London e Paula Cooper Gallery/New York


Idillio d’estate. Claude Monet. Albertina, Vienna. Dal 21/9 al 6/1/2019.

Le scene dipinte sulle rive della Senna, dalle falesie della Normandia o nel suo giardino, a Giverny. Un percorso di oltre cento tele – alcune di collezionisti privati – scandaglia l'opera di Claude Monet. In primo piano lo studio della luce riflessa sull'acqua e l'uso del colore. albertina.at

Opera di Claude Monet Sur la plage à Trouville, 1870.
© Musée Marmottan Monet, Paris; The Bridgeman Art Library
Pubblicità - Continua a leggere di seguito