Dicembre 2019: appuntamenti con l'arte

I vernissage del mese, tra fotografia digitale e autori classici.

Art, Visual arts, Artist, Collage, Collection,
Grafica di Silvia M. Reppa

Dopo Caravaggio. Il Seicento napoletano nelle collezioni di Palazzo Pretorio e della Fondazione De Vito. Museo di Palazzo Pretorio, Prato. Dal 14/12 al 13/4/2020

Dalla famosa tela Noli me tangere, capolavoro di Battistello Caracciolo del 1618 (nella foto), al Buon samaritano, realizzato da Nicola Malinconico tra il 1703 e il 1706. In mostra le opere più rappresentative che testimoniano l'influenza del Caravaggio tra i più grandi artisti del diciassettesimo secolo. Da non perdere la raffinata espressività pittorica di Mattia Preti con il suo Ripudio di Agar, dipinto tra il 1635 e il 1640. www.palazzopretorio.prato.it

Noli me tangere, di Battistello Caracciolo, 1618.
Museo di Palazzo Pretorio


What a Wonderful World. Palazzo Magnani e Chiostri di San Pietro, Reggio Emilia. Fino all'8/3/2020

L’ornamento (e i suoi codici estetici) in mostra a Reggio Emilia. da Shirin Neshat a Leonardo. Espressione culturale oppure di appartenenza a etnie e caste, i monili e i tatuaggi – protagonisti di tele antiche o scatti di artisti contemporanei – compongono una ricca galleria di immagini. Si spazia dal genio di Leonardo a Peter Halley, passando per Shirin Neshat. palazzomagnani.it

Women of Allah, Shirin Neshat, 1994.
© Roberto Marossi, collezione Consolandi



Ritratto di donna: il sogno degli anni Venti. Basilica Palladiana, Vicenza. Dal 6/12 al 13/4/2020

Da Tamara de Lempicka a Kees van Dongen e Felice Casorati. Tele e bozzetti narrano il cambiamento del ruolo della donna nel primo dopoguerra. mostreinbasilica.it

Concerto, Felice Casorati, 1924.
Courtesy RAI Direzione Generale di Torino

The Falseness of Holes, GAM, Milano. Fino al 6/1/2020

Titolo della mostra e dell'opera, The Falseness of Holes è un'installazione/trompe l'œil dell'artista Aleksandra Domanovic, in versione realtà aumentata. gam-milano.com

The Falseness of Holes, Aleksandra Domanovic.
Courtesy Fondazione Arnaldo Pomodoro


Kenta Cobayashi. Portraits. NonostanteMarras, Milano. Fino al al 7/12

Scatti "stretchati", graffiati, talvolta espansi, frutto di una rielaborazione digitale. I ritratti del giapponese Kenta Cobayashi (Kanagawa, 1992) colgono la complessità del quotidiano in technicolor. antoniomarras.com



Portraits hnhnn #smudge, Kenta Cobayashi, 2015.
© Kenta Cobayashi, courtesy Metronom


Natura in posa. Museo Santa Caterina, Treviso. Dal 30/11 al 31/5/2020

Da Jan Brueghel il Vecchio a Martin Parr: in mostra vanitas, allegorie e nature morte dal Cinquecento a oggi. mostranaturainposa.it

Mazzo di fiori in vaso blu, Jan Brueghel il Vecchio, 1608 circa.
Courtesy KHM-Museumsverband

David Cesaria. Jackpop. Galleria Area\B, Milano. Fino al 16/1/2020

Animali fantastici, gesti scaramantici e simboli delle superstizioni popolari sono protagonisti delle installazioni luminose di David Cesaria, artista barese che rivisita la tradizione delle luminarie salentine. areab.org

Asso nella manica, David Cesaria, 2019.
Courtesy Galleria Area\B

In Goude we Trust! Palazzo Giureconsulti, Milano. Fino al 31/12

I disegni, le sculture luminose, le campagne per le collezioni Chanel Haute Joaillerie. In mostra il mondo di Jean-Paul Goude. ingoudewetrust.chanel.com/it


The 5 Elements, Fire Installation, Jean-Paul Goude, 2012.
Courtesy mostra retrospettiva Goudemalion

Love, Death and the Time I Knew You. HOFA Gallery, Londra. Dal 27/11 all'11/12

Elementi di Pop Art e tratti propri del Fotorealismo sono il registro pittorico di Loribelle Spirovski, artista australiana che esplora sulla tela le ansie dei giovani e le esperienze dei migranti. thehouseoffineart.com

The Solipsist, Loribelle Spirovski, 2019.
Courtesy HOFA Gallery



This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito