Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Perché le hostess ODIANO quando ordinate una diet coke in aereo?

Lo sapevate che le assistenti di volo preferirebbero farsi spezzare due unghie piuttosto che servivi una Coca Cola Light?

GettyImages.com

Mentre intorno alla Coca Cola e ai suoi derivati, la Diet Coke, la Coca Zero, la Coca Life, continuano a nascere leggende metropolitante (la Diet Coke fa male? La Coca Cola con le Mentos esplode? Esistono davvero bottiglie con tutti i nomi del mondo?) ci sono problemi più seri da sondare, soprattutto durante le vacanze, quando si tende a saltare da un aereo all'altro. E uno di questi (che non immaginavate, dai) è: perché le hostess detestano che gli venga chiesta una Diet Coke in volo? Ok, potremmo anche vivere senza saperlo, ma ormai la curiosità c'è.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

I dilemma l'ha piazzato sotto i riflettori il sito delish.it che, con questa scusa, ci spiega però cose molto interessanti (e non stiamo scherzando). È interessante sapere infatti, che nonostante il progresso avanzi a grandi passi, non si riesca a ottenere all'interno degli aerei una pressurizzazione perfetta, equivalente al livello marino, ma solo una più in alto di oltre 2000 metri. È come essere in montagna. Il risultato è che gli elementi, all'interno di un velivolo, reagiscono in modo diverso che da casa nostra. Anche i passeggeri stessi vivono un'esperienza sensoriale diversa. Se beviamo dell'alcol ci farà girare la testa molto più che durante un aperitivo, circa il doppio (no, la sbronza in aereo è sconsigliabile).

GettyImages.com

E cosa c'entra questo con la Diet Coke? Molto, perché le bibite gassate rispondo all'altitudine facendo molta, molta più schiuma che sulla terraferma, e una priva di zucchero, ancora di più. Immaginate quindi la stizza dell'hostess, già stressata per l'obbligo di svolgere tutto presto e bene, quando devono fermarsi e versare piano piano una Diet Coke che altrimenti esonderebbe nel bicchiere come se dentro ci fosse Moby Dick che spruzza da matti.

GettyImages.com

Ecco perché ci si mette di più ad avere una Diet Coke, spiega il sito di Delish: gli assistenti di volo non possono mettersi seduti ad aspettare che le bollicine si plachino, prima di versarne altra. Così riempiono metà bicchiere di tutti quelli che l'hanno ordinata, e la lasciano lì per servire altri passeggeri. Al loro ritorno, ci versano il resto e finalmente vengono consegnate ai destinatari. La soluzione che verrebbe da suggerire è quella di consegnare bicchiere e lattina al passeggero e lasciare che a svolgere l'operazione sia direttamente lui. Ma chissà quali motivi tecnici lo impediscono (e noi non li sappiamo). Quindi in volo non resta che ordinare un bel succo d'arancia, o una bibita zuccherata senza considerarle il demonio. Per una volta dimentichiamo diete e salutismi. Take it easy: sei in vacanza!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food