Okay, ci riproviamo: dimagrire mangiando è possibile? Oh, sìììì

Certo, ci sono liste, certo ci sono divieti. Ma ci sono anche piatti incredibili che vanno rivalutati su-bi-to.

image
Unsplash.com

L'epoca delle diete drastiche è FINITA. Ormai è chiaro, e scientificamente provato, che per perdere peso è necessario, sì evitare la sedentarietà e l'eccesso di stress che porta alla fame nervosa, ma anche e soprattutto mangiare bene. Come si può seguire una dieta sana e varia includendo tutti i cibi e gli alimenti che aiutano a dimagrire e/o a mantenere il peso formaraggiunto? Prima di passare agli alimenti da preferire è importante ricordare che è fondamentale godersi quello che si sta mangiando, concedersi una volta ogni tanto uno sgarro, mangiare lentamente ricordando che ci vogliono 20 minuti perché il cervello riceva dallo stomaco il messaggio che è sazio e limitare i cibi non salutari (insaccati, zuccheri, fritti, bibite gassate, alcool, piatti pronti ricchi di conservanti...). Passiamo ora ai cibi più salutari (e meno ingrassanti).

Unsplash.com

Il team di ricerca guidato da Nicholas Dale, professore di neuroscienze presso l’Università di Warwick, è riuscito a scoprire che il nostro cervello contiene dei neuroni in grado di controllare l’appetito. I neuroni in questione si chiamano taniciti e sarebbero in grado di comunicare direttamente con il cervello, bloccando la sensazione di fame. Pare che i taniciti vengano attivati grazie a molecole specifiche come gli amminoacidi, in primis arginina e lisina, contenuti in abbondanza nel merluzzo (1), negli sgombri (2), nell’avocado (3), nelle mandorle (4) e nelle lenticchie (5).

Unsplash.com

«Alcuni alimenti possono aiutare a dimagrire. Ci fanno sentire sazi, sono ipocalorici e utili quando si vuole perdere peso. Mi riferisco ai cereali e alla frutta e alla verdura, buonissime e ricche di proprietà», spiega ad Harpers Bazaar Sheri Zidenberg-Cherr, ricercatrice presso l'Università della California. Qualche esempio? Il cavolo nero (6), ad alta densità nutrizionale, anti-infiammatorio, detox e ricco di vitamina K; le zucchine (7) che hanno un basso contenuto di calorie; i pomodori (8), preziosa fonte di minerali e vitamine; i lamponi (9), antiossidanti, antitumorali e antinfiammatori; il peperoncino (10) che, contenendo capsaicinoidi, sostanze chimiche che aumentano la termogenesi, accelera il metabolismo.

Unsplash.com

Esistono anche i cibi a calorie negative che cioè, per essere digeriti, richiedono più calorie di quelle che apportano. Tra quelli identificati dalla nutrizionista Daisy Connor ricordiamo il cavolfiore (11), privo di grassi e ad alto contenuto di vitamina C; le mele (12), ricche di fibre; il caffè (13) che stimola la combustione dei grassi, oltre a ridurre i rischi di sviluppare malattie circolatorie e del tratto digerente. Ma la lista dei super alimenti non finisce qui. Non possiamo non citare le carni magre, ottime fonti di proteine che, oltre ad aumentare temporaneamente il metabolismo, fanno sentire sazi a lungo. Secondo uno studio condotto dalla Tufts University, infine, un altro cibo sanissimo sono i cereali integrali (15). Al contrario la farina bianca, ormai si sa, è la vera nemica del metabolismo. Occhio!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food