Gli insetti commestibili sono una grande bufala (con contorno di cavallette)

Si fa un gran parlare dell'arrivo di larve e formiche nei supermercati da gennaio, ma la verità è molto, MOLTO diversa.

Dish, Food, Cuisine, Ingredient, Dessert, Semifreddo, Chocolate, Produce, Pudding, Muscovado,
Getty

Siete pronti per gli insetti commestibili? Allegria, da gennaio entra in vigore il regolamento sul cosiddetto novel food, ovvero la commercializzazione anche in Europa di alimenti e ingredienti che prima non erano ammessi, in cui sono compresi gli insetti da mangiare. Non vedevate l’ora, vero? Ma quali sono gli insetti commestibili che arriveranno sulle nostre tavole e nei ristoranti? Non tutti quelli che si mangiano nel mondo. Per ora ci dovremo accontentare di formiche e le loro uova, cavallette (che pare siano le più gustose in assoluto) e alcune larve. Da quando si è sparsa la notizia (una volta le notizie si apprendevano, ora si “spargono”, come coriandoli gettati nella piazza virtuale) la preoccupazione di tutti è stata solo se fanno davvero bene alla salute (qualcuno), come si cucinano (pochi), e se fanno davvero così ribrezzo nel piatto (molti). Qualcuno si è invece chiesto dove e se li troveremo davvero nei supermercati? Ci siamo posti noi il quesito.

Getty

I primi a rispondere sono stati i vertici della Lidl (sono tedeschi e non si sono smentiti sull’efficienza) che si sono premurati di farci sapere che “Al momento Lidl Italia non prevede l'introduzione a scaffale di tale tipologia di articoli”. Amen. Grazie mille. Abbiamo provato allora a contattare il punto vendita Esselunga di Cinisello Balsamo, uno a caso. Un addetto della grande azienda fondata da Bernardo Caprotti ha confermato che al momento non se ne parla proprio, che potrebbero arrivare novità più avanti, ma per ora proprio no. E noi dubitiamo che sotto Natale incombente qualcuno lì dentro ruberà del tempo al business sicuro per preoccuparsi di fare la lista degli ordini dei bacherozzi. Da parte di Coop, idem con patate (e formiche): "Al momento stiamo seguendo con attenzione la tematica e le evoluzioni relative e non si esclude nel futuro di commercializzare questo tipo di prodotti anche in relazione alle potenziali future richieste dei consumatori". Un modo complesso per dire: "no, a gennaio, da noi, niente larve". Ma poi abbiamo avuto il lampo di genio: queste sono cose per gente alternativa, che tiene al destino del pianeta perché gli insetti sono nutrimento sostenibile. Li venderanno quindi da NaturaSì? “Oh, no, non è proprio previsto, almeno non per ora”. Altra telefonata a vuoto. Va beh, saranno specialità per rivendite di delicatessen esotiche, dai. Chiamiamo Asia Market, azienda di Torino che distribuisce food asiatico. E niente, ci dicono che i loro fornitori stranieri, di insetti ne hanno in catalogo, soprattutto uova di formica rossa e hamburger di insetto (che nella Carrefour belga e nei super svizzeri sono già in vendita), ma la richiesta non c’è stata ancora da nessun negoziante italiano, né ristoratore, per cui si sono guardati bene dal fare magazzino. Ma quel 47% di italiani impazienti, che fine hanno fatto?

Getty

Insomma, si sta facendo un gran parlare del nulla. Ed è molto, molto improbabile che dopo Natale, farciti come saremo di panettoni e torroni, potremo ritrovare la forma con una dieta ipocalorica di formiche. Sarà pure vero che l’alimentazione a base di insetti è sana, priva di colesterolo e ricca di proteine, ma gli italiani non sono affatto pronti come si dice in giro: se ne parla perché innesca il flame da bar e battute goliardiche. E mentre nel Regno Unito si lancia l'allarme perché la popolazione degli insetti si è dimezzata negli ultimi 40 anni a causa dell'inquinamento (nessuno di loro è commestibile per gli umani, ma lo è per parecchie specie di uccelli e altri piccoli animali), possiamo mettere da parte il dilemma di quanto può essere disgustoso o no un grosso verme condito nel piatto, e concentrarci sul rispetto della natura e nel ridurre gli sprechi, visto che ogni famiglia italiana getta in media nelle pattumiere 360 euro di cibo all'anno. Magari, amministrando bene le risorse che il pianeta ci dà, non ci sarà bisogno di cercare cibi alternativi.

photo GettyImages.com

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food