Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Andreste al ristorante di Jon Bon Jovi (dove non si paga)?

In New Jersey l’italoamericano di Always apre il secondo ristò dove il conto sta nel cuore.

Andreste a mangiare con Jon Bon Jovi? Tranquilli, al conto ci pensa lui. Non si tratta dell’ennesima carriera piano B (ad alcune come Drew Barrymore e la sua etichetta di vini è andata benissimo) bensì dell’animo molto buono di Jon Bon Jovi che ha aperto a Toms River, New Jersey (dove è nato JBJ), un ristorante Soul Kitchen dove si entra si mangia (bene) e NON si paga alcun conto. Quindi cosa ci guadagna Bon Jovi? In nulla visto che l’apertura del ristorante è stata voluta come simbolo di sostegno una delle zone più colpite dall’uragano Sandy che nel 2012 ha messo in ginocchio (e peggio) la città. Animo italiano ma cucina statunitense, no junk food, molto soul food.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Infatti il ristorante di cui tutti parlano fa parte di un piano umanitario che Jon Bon Jovi sostiene da quando ha inaugurato la sua Jon Bon Jovi Soul Foundation’s (il primo ristorante l’ha aperto nel 2011). Il conto non si paga per chi non può sostenere il conto ma si può ripagare il favore lavorando nel ristorante (in sala o cucina con massima elasticità). Per chi invece desidera ricambiare la bontà (o buonismo?) di Jon Bon Jovi si possono comunque lasciare donazioni da 10 dollari in su. Il claim è da manuale Community dining with dignity.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food