Dobbiamo delle scuse al Topinambur, il tubero magico più sottovalutato EVER

Toccasana per i diabetici, basso di calorie e ingrediente miracoloso da inserire SUBITO nella beauty routine: meno male che era il cibo dei poveri...

image
Getty Images

Trovarlo nei supermercati non è facilissimo. Ma in alcune regioni d’Italia il topinambur, nella giusta stagione, spunta ovunque. In Piemonte è una delle cose più buone che si possano immergere nella bagna cauda, ad esempio, e non tutti sanno che è un segreto (inconsapevole?) della salute e di bellezza delle nonne. Recentemente ha iniziato a diffondersi sempre di più, ed un’ottima notizia. Perché il topinambur NON è un tubero senza personalità, buono solo a riempire lo stomaco in mancanza di meglio o per cambiare sapore, ogni tanto. Il topinambur proprietà ne ha tantissime e insospettabili, si presta a ottime ricette vegan ed è persino (oh sì!) dietetico. Facciamone la conoscenza più approfondita.

Getty Images

Topinambur, origine. Il topinambur è una delle tante cose buone che sono arrivate in Europa con la scoperta dell’America. Fa parte della stessa famiglia dei girasoli, le asteracee, ed è originario del nordest dell’America. Chi ha visto solo il tubero nel reparto ortofrutta magari non sa che il topinambur ha anche un bel fiore. Il nome scientifico è Helianthus Tuberosus e glielo ha attribuito Linneo. Nelle varie zone si può trovare col come Carciofo di Gerusalemme, Girasole del Canada, Rapa Tedesca, mentre nelle campagne americane viene chiamato anche earth apple, mela di terra. Fine delle presentazioni. Il topinambur, dopo il primo esperimento per capire se fosse commestibile, ha riscosso subito un gran successo fra i pionieri perché è carnoso e nutriente ed è buono sia crudo (buonissimo a fettine nell’insalata) che cotto.

Getty Images

Topinambur, proprietà #1. La prima cosa da sapere del topinambur è che contiene molta inulina, un polimero glucidico non digeribile dall’essere umano. L’inulina è considerata un toccasana per la regolarità intestinale e la salute generale. L’inulina ha infatti una spiccata capacità di stimolare lo sviluppo dei bifidobatteri, che a loro volta combattono i batteri nocivi dell’intestino. Risultato: addio alla stitichezza, salute migliore, pelle più luminosa grazie al buon funzionamento dell’intestino. Inoltre, alcuni dei bifidobatteri stimolati dall’inulina sono in grado di ridurre le concentrazioni intestinali di enzimi cancerogeni.

Getty Images

Topinambur, proprietà #2. La seconda cosa da sapere del topinambur: è un alimento benefico per i diabetici. Il topinambur è infatti un cibo a basso livello glicemico, ossia viene digerito lentamente e non provoca rapide fluttuazioni dei livelli di glucosio nel sangue. Questo aiuta a frenare la fame nervosa, a prevenire sbalzi d'umore, combattere l'affaticamento, gestire i sintomi della sindrome da ovaio policistico, migliorare il controllo del diabete e persino ridurre il rischio di malattie cardiache e ictus.

Getty Images

Topinambur, proprietà #3. La terza cosa da sapere del topinambur è che contiene molta vitamina B1, o tiamina. In passato, quando i marinai partivano per lunghi viaggi e si nutrivano di cibi conservati, o quando la gente pativa la fame per grandi carestie, si ammalava soprattutto per la carenza di tiamina, che ha una funzione importante nel metabolismo energetico. Oggi che abbiamo a disposizione una bella varietà di ottimi cibi freschi e conservati ci sono persone possono ammalarsi come allora a causa della carenza di tiamina solo perché la loro alimentazione è scorretta, magari privilegia junk food, invece delle verdure. Il topinambur è così buono che non ci sono scuse per non mangiarlo, per ristabilire nell’organismo il giusto apporto di tiamina.

Getty Images

Topinambur, proprietà #4. Cosa altro c’è da sapere del topinambur? Sapevate che contiene più potassio delle banane? Come sappiamo è importantissimo per la salute del cuore, della muscolatura, delle ossa e per ridurre il rischio di osteoporosi. Alimenti come il topinambur riescono a contrastare gli effetti negativi dei cibi con troppo sale. Infine, il topinambur è ricco di ferro, rame e vitamina C, che fra le tante cose significano: capelli sani. In particolare, il ferro, trasporta l’ossigeno ai follicoli piliferi, mantenendoli in salute e prevenendo la caduta, così come il rame, che aiuta a intensificare il colore del capello e a rallentare l’ingrigirsi. La vitamina C, invece, è necessaria per la sintesi del collagene, che rafforza il bulbo.

Getty Images

Topinambur, ricette. Con i topinambur si può fare praticamente tutto quello che si fa con gli altri vegetali. Si puliscono bene sotto acqua corrente con una spazzolina per eliminare ogni traccia di terra e assottigliarne la pelle. Si fanno a fettine e possono essere trifolati, o cucinati in tutti i modi in cui si fanno i carciofi, di cui hanno quasi lo stesso sapore. Si possono fare al forno come le patate, saltati in padella con i funghi (buonissimi!) o friggerli da soli per accompagnarli alla purea di patate. Abbiamo già detto che sono ottimi a fettine sottili nell’insalata, ma anche fritte esattamente come le patatine. Si prestano anche a sostituire la carne in versioni vegan del brasato. Insomma, c’è da scatenare la fantasia e la curiosità. L’ultima cosa da sapere? Ha poche calorie, solo 73 ogni 100gr. Okay, se qualcuno gli trova un difetto, ci faccia sapere.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food