E sì, adesso ci mancava solo il Gin Rosé (ci mancava, ci mancava... )

No, niente mode cromatiche: il gin rosa esisteva già nel 1880, era stato dimenticato e ora rispunta nei cocktail di primavera (volete le ricette?)

***Confessione: abbiamo provato in redazione il Gin Rosé, in anteprima. Rigorosamente prima della chiusura del venerdì sera, per evitare di cantare e ballare sulle scrivanie. Tuttavia, anche allungandolo con del succo di frutta, l'effetto ilarità c'è stato. Confessione terminata. La prima cosa da dire sul Gin Rosé Gordon's che sta per essere messo in commercio: non è una novità assoluta. All'estero se n'è visto già qualche cenno. Ma questo di Gordon's, provato da noi, è il primo in Italia. E no, NON segue la moda di tingere tutto di rosa, dal cioccolato al sidro, fino ai dessert a base di pere. Nel 2017 il rosa è stato oggetto di studi sociologici, tanto che è stato necessario attribuirgli un nome, Millennial Pink, e ha finito per essere consacrato come colore antistress e simbolo di sicurezza in noi stessi. Ovvero: uso tanto rosa perché non ho paura di passare per frivola/o, un po' come quei maschi etero così sicuri della loro virilità che si scambiano un bacio fra amici senza paura di fraintendimenti. Ma tutto questo non riguarda esattamente il Gin Rosa. In verità, il rosa era il colore originale del Gordon's Premium Pink Distilled Gindel 1880, parecchio tempo prima del Millennials, ma è stato poi accantonato. Il gin non ha mezze misure: o piace, o non piace. Il profumo del ginepro è deciso, in un cocktail prende spesso il sopravvento. Quello rosé, invece, nella ricetta originale si smorza con le fragole, il lampone e il ribes. Forse era stato dimenticato proprio perché una volta i palati erano meno delicati, chissà. Oggi invece ci va benissimo. Quello che è sembrato a noi, appena aperto in redazione, è che emani un profumo così buono che ci vorresti fare il bagno dentro. Fruttatissimo, dolce. Noi lo abbiamo provato puro (appena un goccino) e poi, mixato con i succhi di frutta disponibili in frigo, e legava benissimo. Per gustarlo in modo un po' meno improvvisato del nostro, però, ci siamo fatte dare tre ricette di cocktail. Provateli voi, appena sarà in commercio (occhio).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Pink Lemon & Prosecco
4 cl di Gordon’s Pink
3 cl di prosecco3 cl di lemonade
3 gocce di granatina
Ghiaccio
Fragole fresche tagliate

Colmare con ghiaccio un copa glass o un ampio calice da vino. Miscelare gli ingredienti e decorare con fragole fresche tagliate. (Contenuto alcolico:16 grammi)

Pink & Tonic
4 cl di Gordon’s Pink
6 cl di tonic
GhiaccioFragole fresche tagliate

Colmare con ghiaccio un copa glass o un ampio calice da vino. Miscelare i due ingredienti e decorare con fragole fresche tagliate. (Contenuto alcolico: 13 grammi).

Pink & Lemonade
4 cl di Gordon’s Pink
6 cl di lemonade
GhiaccioLamponi e ribes rossi freschi

Colmare con ghiaccio un copa glass o un ampio calice da vino. Miscelare i due ingredienti e decorare con lamponi freschi o ribes rossi. (Contenuto alcolico:13 grammi).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food