Siamo andate a pranzo da Berton, perché...

Abbiamo provato per voi il nuovo menù del Club Med di Cefalù (e la risposta è sì, subito).

image
Courtesy Photo

Mare, profumo di mare, di Sicilia, aggiungiamo. Ma anche di menù stellati, di resort esagerati (<3) e di super chef. Per la prossima estate la giusta equazione per sposare il benessere sarà il ritorno del Club Med Cefalù + chef Andrea Berton + "non pensare a nulla, facciamo tutto noi" = Sicilia stiamo arrivando, aspettaci. Siamo andate a provare (per voi, si intende) il nuovo menù stellato dello chef Andrea Berton, una pausa detox nel delirio di una design week iper-attiva. Il ristorante di chef Berton, in una Milano che sale ma che sa anche celare, è il buen retiro per assaggiare quella Sicilia che stiamo anelando. Ci aspettavamo piatti iper elaborati, o porzioni finger, ma lo ammettiamo: ci siamo sbagliati di grosso. Andrea Berton è partito prima di noi, direzione Sicilia e una sequela di cliché da sfatare e antichi profumi da ritrovare e il risultato è l'aver siglato il menu estivo e invernale del Palazzo Gourmet del Club Med di Cefalù.

antipasto
courtesy Andrea Berton

Antipasti che richiamano salsedine sulla pelle: code di gamberi appena scottate, servite con crema di pistacchio e melanzane alla griglia (epiche). Per primo? Un concentrato di Sicilia, del tipo "Prendi la Sicilia, tutta, e mettila in un piatto", e quindi cous cous con uva piccante (<3), calamaro grigliato e un sughetto-fine-del-mondo alla bietola. Lui:

courtesy Andrea Berton

Qui praticamente puoi già considerare di alzarti da tavola e goderti un una passeggiata nel Club Med, invece no, vi è ancora un signor secondo da testare e un dolce, che sembra innocuo, ma in realtà è un'esplosione di sapore e profumo. Insomma se avete voglia di puro relax, se volete non pensare a NULLA, dove per nulla s'intende il NULLA VERO, il Club Med di Cefalù è il posto che fa per voi: vi immergerete in una realtà surreale, dall'aria vagamente hippy, ma in chiave super luxury. Basta, non andremo oltre, non vogliamo spoilerare ulteriormente quel paradiso che si inizia a desiderare con il senso più primordiale di tutti: il gusto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food