Smettere di mangiare la pizza per dimagrire è sbagliato

No, nella pizza non ci sono cosí tante calorie da rinunciarvi per sempre. Una nutrizionista rivela che...

image
Unsplash.com

Attenzione qui potrebbero aprirsi scenari accompagnati da canti celesti e i sensi di colpa sparire con la loro glutine suspiria. Le calorie della pizza sono la morte certa dei buoni propositi? In una pizza ci sono tutti gli ingredienti vietatissimi per vivere sereni? Dunque GOOD NEWS: è arrivato il momento di dare un'occhiata a una guida ragionata nata con l'aiuto di un esperto, la biologa nutrizionista Elisabetta Macorsini.

Se secondo una ricerca realizzata dall’Osservatorio Nestlé – Fondazione ADI per il 40% degli italiani il piatto preferito è (proprio) la pizza - seguita da lasagne (24%), carbonara (9%), linguine allo scoglio (8%) e pasta al pesto (5%) - ecco come, quale e quanta mangiarne per gustarsela senza sensi di colpa. Il consiglio della dottoressa Carol Savage, Dietologa nutrizionista per Nestlé USA? Sostituire i piatti normali con piattini da insalata! Questione di estetica? No, questione di dimensioni! Di seguito il prezioso vademecum della dottoressa Macorsini.

Quante calorie ha una pizza? Pesa mediamente 300 grammi. Se, quindi, 100 grammi di pizza margherita forniscono 270 calorie, una pizza intera apporta circa 8oo calorie. La pizza rossa, invece, è un po’ meno calorica. Infatti è pari a 243 calorie per 100 grammi. Basta, però, l’aggiunta di un cucchiaio di olio extravergine di oliva e di una mozzarella più ricca di grassi tipo bufala per fare lievitare anche di 150 calorie l’apporto complessivo del piatto.

Qual è la pizza meno calorica? E la più calorica? Quella con meno calorie è la marinara con 240 calorie ogni 100 grammi, mentre quella che ne contiene di più è la quattro formaggi, 330 calorie ogni 100 grammi. Nel mezzo c’è un'infinita possibilità di scelta: pizza ortolana (260 calorie ogni 100 grammi), pizza margherita (270 calorie ogni 100 grammi), pizza al prosciutto (275 calorie ogni 100 grammi), pizza quattro stagioni (285 calorie ogni 100 grammi) e pizza capricciosa (320 calorie ogni 100 grammi). Al di là dei numeri nulla vi impedisce, se avete voglia di una pizza ai quattro formaggi con il prosciutto, le olive, i funghi e i carciofi, di mangiarvela. Solo non tutti i giorni!

Qual è la farina "migliore"? La farina più calorica è quella di cocco (660 kcal). Scendendo si hanno l'amido di mais (381 kcal), la farina di mais giallo (375 kcal), la farina di riso (366 kcal), la farina di riso integrale (363 kcal), la farina di mais bianco (361 kcal), la farina di frumento tipo 0 (361 kcal), la farina d'orzo (361 kcal), la semola (360 kcal), la farina di segale (349 kcal), la crusca (246 kcal), la farina di frumento tipo 00 (340 kcal), la farina Kamut khorasan (337 kcal), la farina di grano saraceno (335 kcal) fino ad arrivare alla farina di frumento integrale (319 kcal).

Unsplash (Peter Clarkson​)

Ha senso, a livello di calorie, mangiare la pizza senza glutine? Per chi si rivolge al gluten free convinto di acquistare e mangiare un prodotto più salutare o nella speranza di un aiuto per perdere i chili di troppo, la scelta non ha alcun senso, anzi, può risultare controproducente. I prodotti senza glutine, infatti, presentano un indice glicemico più alto perché, proprio a causa dell’assenza del glutine, vengono spesso addizionati di grassi, con conseguente incremento del numero di calorie.

Quando è meglio mangiare la pizza? Per evitare di ingrassare la cosa migliore è scegliere la pizza giusta. Pensate di dovere eliminare la pizza per dimagrire? Niente di più sbagliato! Il nostro cervello vive di glucosio, che deriva dalla digestione di quegli amidi contenuti in abbondanza nella pizza. E di glucosio vivono i nostri globuli rossi, milioni e milioni di cellule che trasportano infaticabilmente l’ossigeno dai polmoni a tutti gli organi, rimuovendo da questi l’anidride carbonica tossica per l’organismo.

Quindi quale pizza scegliere per essere a posto con la coscienza? Una pizza molto sottile rispetto a una più soffice contiene fino a 200 calorie in meno. Ricoprire la propria pizza di salsiccia, prosciutto o würstel significa fornire al proprio corpo una quantità di calorie molto più elevato rispetto a quello proveniente da verdure grigliate. Inoltre, i cibi di origine animale sono ricchi di grassi saturi dannosi per cuore e cervello. Meglio, quindi, optare per una pizza vegetariana. Altri tips: chiedere di mettere poca mozzarella, non mangiare il bordo, assorbire l’eccesso d’olio, se presente, con un tovagliolo e sceglierla di farina integrale che aiuta ad assorbire meno grassi e meno carboidrati, dividere con il proprio compagno una pizza e un'insalata.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food