I canederli sono IL guilty pleasure da concedersi anche in estate

Bastano otto meravigliosi ingredienti per trasformare la propria sala da pranzo in un mini ristorante sull’alpe.

image
Getty Images

Metti l'amore per le materie prime della propria terra, aggiungi una gavetta in ristoranti stellati e un debole per i dettagli decorativi. Ecco a voi Franz Mulser, cuoco gourmet geniale e follemente innamorato del Sud-Tirolo. Dopo avere lavorato nelle cucine stellate dei fratelli Obauer a Salisburgo e del Tantris di Monaco Franz decide di trasformare la malga del padre, sita nel cuore dell'Alpe di Siusi a 1930 metri, in un ristorante. Nasce Gostner Schwaige. Qui si possono ordinare canederli e goulasch, ma dimenticatevi le ricette originali. "Tradizionale e raffinata", così Franz ama definire la propria cucina che, infatti, ha come principale caratteristica quella di sublimare ed elevare alcuni piatti tirolesi grazie al suo estro, alla sua curiosità e alle sue intuizioni.

"Insalata di fiori e zuppa di fieno, succo di mela e infuso alle erbe di montagna. La mia cucina ha una base regionale, con tutto il sapore della tradizione, ma con una nota di novità e curiosità. Molti hanno storto il naso, quando per la prima volta ho messo sul menu l’insalata di fiori, ma solo prima di assaggiarla. Dopo averla assaporata e gustata ne erano entusiasti e conquistati”, ci racconta Franz mentre prepara su un vassoio fiori e odori.

Courtesy photoGetty Images

Il segreto dei sapori, dei colori e dei profumi dei piatti di Franz? I prodotti che utilizza non solo semplicemente locali, ma sono coltivati e/o prodotti nel suo maso. Di sua produzione sono i formaggi, le uova sono delle sue galline, il latte delle sue mucche, la carne dei suoi animali, le erbe aromatiche e i fiori del suo orto/giardino.

Quindi, se passate dall'Alpe di Siusi non potete non provare il suo pane verde, colore dato dalla presenza di erbette e fiorellini, o la sua zuppa di fieno che vanta la presenza di 25 erbe diverse o l’insalata composta da 40 tipi di fiori o i suoi canederli al Quark, pane Schütterbrot e fagiolini, sua magistrale rivisitazione dei classici canederli alto-atesini, dei quali ha voluto regalarci la ricetta.

Courtesy photo

La ricetta dei canederli al Quark, pane Schütterbrot e fagiolini

Ingredienti per 4 persone

100 grammi di pane Schütterbrot (pane nero duro altoatesino) o pan carré
20 grammi di burro
250 grammi di formaggio Quark (formaggio fresco pasta acida) o ricotta
Speck a striscioline
1 uovo + 1 tuorlo
200 grammi di fagiolini verdi bolliti
Un po' di santoreggia
Fiori edibili

Procedimento

Mescolare in una ciotola con una frusta il burro a temperatura ambiente con il tuorlo, il formaggio, l'uovo, il pane a dadini e la farina. Lasciare riposare in frigorifero per un'ora.

Formare ora con le mani bagnate dei canederli, delle palle di circa 50 grammi l'una, e bollirli in acqua salata.

Saltare intanto i fagiolini in una padella con le striscioline di speck, poco burro, la santoreggia e poco sale. Impiattare i fagiolini con i canederli, le briciole di pane e decorare con fiori edibili, possibilmente d'alpeggio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Food